Liquore con noccioli di ciliegia

liquore ai noccioli di ciliegia

Ricetta del Liquore con noccioli di ciliegia e consigli su come preparare un ottimo Cherry fatto in casa. Indicazioni per riciclare i noccioli di ciliegia.

Liquore di noccioli di ciliegie

Se avete preparare una marmellata di ciliegia, delle ciliegie sciroppate o una confettura di ciliegie e miele, probabilmente, vi saranno avanzati -come scarto- i noccioli.

Con i noccioli di ciliegia si possono preparare due differenti liquori, dal classico cherry a liquore digestivo. In questa pagina vedremo entrambe le ricette.

Attenzione: noccioli di ciliegie e cianuro!
A prescindere dalla ricetta che scegliere, usate solo noccioli integri. I noccioli di ciliegia contengono acido cianidrico, il suo sale (cianuro) è fatale per l’uomo.

Ricetta del liquore con noccioli di ciliegia: il digestivo

Partiamo dalla ricetta più richiesta, il digestivo con noccioli di ciliegia. Vi serviranno solo tre ingredienti:

  • 500 ml di alcol puro a 90°
  • 400 gr di zucchero
  • 1 kg di noccioli di ciliegia

Il procedimento è semplice: ponete i noccioli delle ciliegie in un vaso di vetro, coperti con alcool. Chiudete ermeticamente e lasciate macerare per 30 giorni.

Al termine dell’attesa, versate tutto in una casseruola (con coperchio) con l’aggiunta dello zucchero. Fate cuocere fino a portare il composto a ebollizione, spegnete subito appena si formano le prime bollicine. Fate intiepidire senza rimuovere mai il tappo della casseruola.

Quando il liquore ai noccioli di ciliegia sarà tiepido, filtrate l’alcol così da eliminare i noccioli. Trasferite in bottiglie destinate alla conservazione. Il liquore va conservato in un luogo fresco e buio.

Se vi piacciono i digestivi fatti in casa, potete dare un’occhiata alla ricetta originale del Liquore di genziana.

Varianti:
per rendere questo digestivo più aromatico, si possono aggiungere, al macero, anche una decina di foglie di ciliegia oppure altri ingredienti come i chiodi di garofano, ne bastano 3 per ogni litro di alcol.

Liquore con noccioli di ciliegia: Cherry fatto in casa

Si chiama Cherry ed è un liquore molto apprezzato soprattutto dal pubblico femminile. Ha un intenso sapore di ciliegia e ne esistono diverse versioni. Per farvi un’idea, c’è chi prepara il liquore Cherry a partire da:

  • polpa di ciliegie
  • noccioli di ciliegie
  • foglie di ciliegie
  • alcol alimentare
  • vino rosso
  • cognac

Nella ricetta canonica (che molti definirebbero ricetta originale) dello Cherry fatto in casa, si usano:

  • 400 gr di ciliegie
  • 400 gr di zucchero
  • 1 litro di alcol 90°

Si fanno macerare le ciliegie denocciolate nell’alcol per 30 giorni e poi si fa bollire il composto come visto in precedenza.

In una vecchia versione della ricetta dello Cherry fatto in casa, si possono usare anche i noccioli. Ecco come procedere per preparare la ricetta di questo liquore con i noccioli o Cherry di noccioli di ciliegia.

Gli ingredienti:

  • 500 ml di vino rosso
  • 300 gr di zucchero
  • 200 ml di alcol puro 90°
  • 500 gr di noccioli di ciliegia

Unite l’alcol al vino. Fate macerare i noccioli di ciliegia nella miscela “vino + alcol”. Lasciate a macero per 20 giorni. Trascorso il periodo di macerazione, fate bollire il composto con l’aggiunta dello zucchero. Anche in questo caso, usate una pentola con un tappo e spegnete prontamente al raggiungimento del punto di ebollizione.

Fate intiepidire senza rimuovere il tappo dalla pentola. Filtrate, mescolate e imbottigliate.

Per rendere il liquore più saporito e con una forte nota di ciliegia, potete aggiungere un estratto di ciliegia nato proprio per la preparazione del liquore.

In commercio non è difficile trovare estratti per liquore Cherry. Chi non riesce a trovare l’estratto nei supermercati, può puntare alla compravendita online. Su Amazon, una fiala da 200 ml di estratto per liquore Cherry si compra al prezzo di 6,97 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo.

Per tutte le informazioni segnalo la pagina del prodotto: Estratto per liquore Cherry.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 maggio 2017