Levitazione magnetica fai da te

Levitazione magnetica

Levitazione magnetica, il modo con cui tenere un oggetto sospeso che nulla ha a che fare con pratiche sciamaniche o divine. E’ spiegato tutto in modo scientifico come tutto ciò avviene anche se è difficile credere ai propri occhi quando si osserva in un esperimento, in cosa consiste la levitazione magnetica. Ultimamente se ne è parlato molto in relazione al trasporto ferroviario, anche in Italia e anche grazie all’Italia.



Detta anche Maglev o sospensione magnetica, la levitazione magnetica si basa sulla forza elettromagnetica, utilizzata per contrastare gli effetti della forza gravitazionale.

Levitazione magnetica: treno

Nelle sospensioni elettrodinamiche e nei treni a levitazione magnetica viene spesso utilizzato il metodo che si basa sui superconduttori, usati come elettromagneti visto che producono un campo magnetico più forte a parità di peso e, nei treni soprattutto, il peso del grande elettromagnete è una caratteristica di progetto molto significativa.

Pescando dall’attualità qualche esempio di levitazione magnetica per treni, troviamo IronLev, una applicazione di questo metodo che ha dello straordinario perché si può applicare alle tradizionali infrastrutture in ferro con un dimezzamento di costi e di consumo energetico. I suoi creatori sono riusciti a trovare il modo di sfruttare le proprietà del ferro e dei magneti permanenti basandosi sulla levitazione magnetica passiva.

Non sono quindi necessari, stavolta, elettromagneti alimentati, e IronLev risulta così applicabile alla classica rotaia. Al contrario Hyperloop sfrutta tubi pressurizzati, necessita quindi delle infrastrutture ad hoc, da realizzare da capo e anche costose, come immaginabile.  Potete approfondire leggendo del Treno magnetico e dei Treni veloci giapponesi

Levitazione magnetica

Levitazione magnetica fai da te

Per la levitazione magnetica fai da te ci sono vari metodi possibili tra cui quello basato sull’uso di una stabilizzazione elettronica oppure sui materiali diamagnetici.

In questo secondo caso si parla di levitazione diamagnetica, è un metodo valido se gli oggetti da far levitare sono leggeri. Troviamo questa tecnica usata per fare levitare delle gocce e anche animali vivi, come una cavalletta o una rana, il problema è che richiede campi magnetici molto forti, tipicamente attorno ai 16 Tesla, e creano diversi problemi se materiali ferromagnetici si trovano nelle vicinanze.

Levitazione magnetica

Levitazione magnetica oggetti 

Bello capire perché tutto ciò avviene ma anche godersi la magia del vedere un oggetto sospeso nel vuoto come accade quando si ha questa piattaforma con EZ galleggiante, un disco, acquistabile su Amazon a 60 euro, con 4 LED e in grado di far levitare oggetti di ogni tipo che ruoteranno continuamente nello spazio.

Levitazione magnetica: mappamondo 

Affascinante almeno allo stesso modo se non di più, la vista di un mappamondo a levitazione magnetica. Con 30 euro lo si può acquistare e si ha un soprammobile utile, magico e che “magnetizza” l’attenzione.

Ha anche la luce LED per quando lo si utilizza al buio ed è dotato di un sistema di bilanciamento magnetico controllato elettronicamente. E’ un regalo perfetto sia per arredare un appartamento, sia per mettere in classe un tocco di magia con un mondo fluttuante a portata di mano.

Levitazione magnetica

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 27 aprile 2018