Lavandino otturato, cosa fare

Lavandino otturato

Rimedi fai da te per sturare un lavandino otturato da capelli, residui organici e ostruzioni di varia natura. Cosa fare se l’ostruzione è nel muro.

Un lavandino otturato è un problema che di solito non si manifesta all’improvviso. Già qualche giorno prima avevate notato che l’acqua faticava a fluire nello scarico. Nell’ideale bisognerebbe agire alle prime avvisaglie… ma se per mancanza di tempo o di voglia, non avete fatto niente, il lavandino finirà inevitabilmente per otturarsi e a creare problemi di cattivi odori.

Disgorganti fai da te: rimedi chimici per il lavandino otturato

Davanti a un lavandino otturato il primo pensiero va ai prodotti miracolosi pubblicizzati in tv, quelli che sgorgano all’istante dissolvendo ogni cosa, ma che sono altamente inquinanti. Il consiglio è di evitare questi prodotti nocivi e di rimediare al lavandino otturato con sistemi alternativi accompagnati da un uso corretto dello scarico.

Il problema del lavandino otturato è più frequente in presenza di tubature vecchie e incrostate, dove è più facile che si formino ammassi di materia tipo capelli o altre particelle che aggregandosi formano un tappo.

disgorganti che trovate in commercio sono molto corrosivi, hanno il potere di “sciogliere” la materia organica senza intaccare la parte metallica o la porcellana. Questi disgorganti sono infatti a base di soda caustica… è un acido? No, tutt’altro, è un composto fortemente alcalino, una base forte. Il problema della soda caustica è che inquina l’ambiente e i suoi fumi possono essere irritanti per le vie respiratorie di chi le usa.

Altri disgorganti che potete trovare in commercio sono a base di acido muriatico, in questo caso sì che vi trovate di fronte a un acido ma… diluito! Non tutti sanno che l’acido muriatico altro non è che acido cloridrico (formula chimica HCl) mescolato con acqua. L’acido cloridrico è quello che produce il nostro stomaco (succhi gastrici) per digerire e sciogliere la materia organica… capirete che soda caustica e acido cloridrico possono essere buoni rimedi per un lavandino otturato ma che non sono esattamente rispettosi per l’ambiente e vanno usati con cautela.

Se proprio non volete fare a meno di versare dell’acido muriatico o del disgorgante nel lavandino, almeno utilizzate una miscela preparata da voi, in questo modo:

  • Risparmierete sul prezzo del prodotto
  • Otterrete una maggiore efficacia del prodotto disgorgante
  • Rispetterete l’ambiente perché userete una formulazione ad hoc

Come fare un disgorgante fai da te?

Acquistate della Soda Caustica in scaglie (si compra dal Ferramenta o su Amazon, dove un barattolo da un kg si compra a circa 8 euro e vi durerà per tutta la vita… con 8 euro probabilmente potete comprare un singolo flacone di disgorgante!) e dosatela a vostro piacimento.

Link utili: Soda Caustica su Amazon

Preparate una miscela data da 1 litro d’acqua e un solo cucchiaio di soda caustica… la miscela inizierà a surriscaldarsi (è normale), appena la vedrete frizzare versatela nel lavandino otturato. Questa composizione sarà più che efficace per sturare il lavandino ma… attenzione a maneggiare la soda con la giusta prudenza e rispettando le norme e le istruzioni riportate in etichetta (indossate dei guanti di lattice ed evitate di respirare i fumi). La soda causitca in scaglie può essere versata direttamente nello scarico otturato qualora il foro dovesse essere abbastanza grande.

Questo rimedio è ottimo per lavandini otturati da capelli e qualsiasi altra sostanza organica, anche da carta, cellulose e similari.

Lavandino otturato nel muro

Se l’ostruzione è nelle tubature in corrispondenza del muro, provate a dosare un cucchiaio e mezzo di soda caustica, sempre da far fluire con un litro d’acqua, chiudete l’acqua e lasciate agire per 30 -40 minuti per poi controllare se lo scarico si è liberato.

Lavandino otturato: rimedi meccanici

Tenete a portata di mano una ventosa di gomma, o una ‘pistola sgombratubi’, e intervenite energicamente al primo segnale di scarico rallentato. Oppure in emergenza quando avete il lavandino otturato.

scarico del lavandino intasato

La ventosa risolve il problema del lavandino otturato lavorando sul principio pneumatico, per questo è necessario che prima di usarla venga tappata la bocchetta di scarico del troppopieno (quel buco che sta sulla parete del lavandino e indicato nella foto in alto) nel lavandino. Potete usare uno straccio o una spugna bagnata, ma ricordate che se il foro del troppieno non è ben chiuso l’azione della ventosa è potrebbe essere poco efficace.

Come usare la ventosa per sturare il lavandino intasato?

Fate scorrere un po’ d’acqua nel lavandino otturato e muovete la ventosa su e giù. Capirete che state lavorando bene quando sentirete il risucchio della ventosa: lo spostamento d’aria che si crea all’interno del tubo genera una pressione molto forte in grado di spazzare via l’ostruzione. La meccanica vince sulla chimica, almeno in questo caso.

A “questa pagina Amazon” potete trovare un buon numero di ventose sturalavandini, vi consiglio l’acquisto di una ventosa con manico lungo da tenere in casa quando le tubature sono molto datate e più inclini a presentare ostruzioni da capelli, residui di sapone e da altri detriti.

Il movimento è proprio quello che vedete nel video in basso.

Per la prevenzione del lavandino otturato è utile di tanto in tanto versare dell’acqua bollente nello scarico assieme a una manciata di sale grosso, un’operazione che serve anche a combattere i cattivi odori e a tenere lontano gli scarafaggi.

Lavandino otturato: rimedi della nonna

Se non avete voglia di comprare sturalavandini o soda caustica, potete tentare un antico rimedio della nonna che, purtroppo, non scioglie l’ostruzione ma tenta di farla scivolare via.

Davanti a un lavandino otturato provate questo sistema: versate nello scarico un secchio d’acqua bollente e una buona dose di aceto bianco e un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Ne risulterà una schiuma frizzante in grado di esercitare pressione sulle ostruzioni e che potrete usare anche per togliere le incrostazioni nel lavandino servendovi di un vecchio spazzolino da denti.

Lavandino otturato, rimedi da idraulico

Nell’articolo dedicato agli scarichi intasati vi abbiamo spiegato come sturare uno scarico quando le ostruzioni sono tenaci e si trovano nel muro, sotto il pavimento o in parti difficilmente raggiungibili con uno sturalavandini. Se chiamate un idraulico, infatti, questo non userà della soda caustica e di certo non verserà acido muriatico nel lavandino… se contattate un idraulico questo potrà sturare le tubature usando una sonda idraulica molto comune e che potete comprare dal ferramenta. Tutte le istruzioni per usare questa sonda, come è fatto e dove trovarla, sono contenute nell’articolo: come sgorgare lo scarico intasato.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 28 giugno 2018