La plastica sta uccidendo le Balene

danni plastica

I fatti sono inconfutabili, il degrado ambientale è causato dall’uomo e non parliamo solo di emissioni nocive che non si possono sentire al tatto ma che stanno uccidendo i nostri polmoni. Parliamo di una marea di rifiuti che invade le nostre terre e devasta i nostri mari.

L’ultimo dramma arriva dalle acque a largo dell’Olanda, ma è successo anche la scorsa primavera nelle acque spagnole e ancora prima in altri mari! Le balene si stanno nutrendo di rifiuti plastici che ne determinano la morte, così questo maestoso animale finisce tirato dalla corrente, arenato esanime sulle coste.

Le balene ingeriscono plastiche trasparenti, spalancano le fauci e le inglobano come se fosse plancton. Di solito si tratta di plastica proveniente da coltivazioni industriali, il caso della Spagna ha visto nel ventre della balena un grosso telo di plastica, di quella che si usa nelle serre per la coltivazione dei pomodori destinati al mercato europeo. Non solo plastiche ma anche nove metri di corda, dei tubi di gomma, due vasi e alcune scatole metalliche di confezioni spray. La causa del decesso? Un blocco intestinale.

Non conosciamo i dettagli di ciò che è accaduto nei Paesi Bassi. Non sappiamo in questo caso quali sono i rifiuti ingeriti dalla balena, ma il colpevole non cambia: è l’uomo. Le balene non sono le uniche vittime dei rifiuti plastici. Uccelli e altre creature marine ingeriscono sacchetti di plastica perché assomigliano a calamari e meduse. Ecco l’inganno. Prima di additare le grandi multinazionali e le eco-mafie è meglio farsi un esame di coscienza: quanti sono i rifiuti che producete in casa vostra? Quanti sono gli accessori che comprate e che poi stufi gettate via?

L’uomo medio fa più danni di ciò che immagina. Nell’aprile del 2010 a Seattle una balena grigia è stata trovata morta dopo aver ingerito 20 sacchetti di plastica. Nel suo stomaco erano stati ritrovati guanti chirurgici, asciugamani, nastro adesivo, un paio di pantaloni e una pallina da golf. Oggetti accumulati fino a causare il decesso dell’animale. E… certo non si può incolpare chi gioca a golf!

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 25 ottobre 2013