Griffone di Bruxelles: allevamenti e prezzo

griffone di bruxelles

Griffone di Bruxelles, cane da compagnia così vicino all’uomo tanto da sembrare umano, a guardarne l’espressione così vivace, fiera e spavalda, è originario del Belgio. Lo suggerisce il nome e sembrerebbe insindacabile, come vedremo però ci sono altre nazioni che ne hanno recriminato l’origine mettendo in discussione il mix che si nasconde dietro a questa razza così apprezzata. Apprezzata ma non molto diffusa. Vale la pena di leggerne, però, sapendo che possiamo sentirlo chiamare Griffon Bruxellois o Brusels Griffontje se passiamo il confine italiano.



Griffone di Bruxelles: standard e origini

Non sono così lineari le indagini per la ricerca delle origini del Griffone di Bruxelles. L’ipotesi più probabile, che è poi quella che ne decreta il nome, è che questo cane assieme al Griffone Belga e al Piccolo Brabantino derivi da un piccolo cane a pelo duro sempre della zona di Bruxelles e chiamato “Smousje”.

La razza attuale è il risultato di mescolanze e incroci avvenute in seguito e che hanno reso queste tre razze differenti l’una dall’altra: verso il XIXesimo secolo lo Smousje è stato incrociato con il King Charles Spaniel, influente nelle forme, e con il Carlino che ha regalato al Griffone di Bruxelles il pelo nero e corto.

Ai tempi il nostro Griffone di Bruxelles era comunemente usato sia per difendere le scuderie dai opportuni roditori parecchio dannosi, oltre che per fare la guardia alle carrozze. Il primo standard risale al 1883, quando questa razza compare nel Libro delle Origini St. Hubert, poi affacciandosi al ‘900, il Griffone di Bruxelles ha cominciato a conoscere il successo.

Assaporata la popolarità e l’ebbrezza di essere un po’ famoso, almeno in patria, almeno per qualche decennio, poi questo cane ha dovuto ridimensionare il proprio ego e accontentarsi di una modesta diffusione come quella che oggi possiamo constatare. Tra i fan del Griffone di Bruxelles resta però da ricordare la regina Marie Henriette del Belgio.

griffone di bruxelles

Griffone di Bruxelles: caratteristiche

Ha tutte le caratteristiche del perfetto cane da compagnia per signore il Griffone di Bruxelles che, seppur vivace, resta gestibile, essendo di piccola taglia. Il peso solitamente varia tra i 3,5 e i 6Kg.

In scala, ma si tratta di un cane dal fisico robusto e compatto, con una struttura non tozza ma elegante e rassicurante. Non è uno scheletrino, anche se piccolo ha un suo perché, tanto che ben se la cavava a scacciare roditori.

Largo e profondo il tronco è collegato ad arti di media lunghezza, proporzionati e che terminano con piedi corti e tondeggianti con cuscinetti e unghie entrambi neri che accompagnano il Griffone di Bruxelles nella sua andatura regolare e ritmica.

griffone di bruxelles

La coda di questo cane è portata sollevata, passando alla testa è piuttosto larga e particolare nella forma perché arrotondata e con fronte bombata. La dentatura si nota perché la mascella inferiore sporge di più di quella superiore.

Il pelo al tatto appare gradevole, liscio e corposo.

Le orecchie non sono appariscenti anche se erette, gli occhi invece hanno dimensioni quasi sproporzionate rispetto al corpo, sono molto grandi e per di più tondi tondi, distanti l’uno dall’altro e sporgenti, decorati con ciglia lunghe e nere.

Per quanto riguarda il pelo del Griffone di Bruxelles, al tatto appare gradevole, liscio e corposo. Sempre alla vista, è rossiccio quasi totalmente, a parte i baffi e i ciuffi più lunghi sul mento che possono essere anche nerastri.

griffone di bruxelles

Griffone di Bruxelles: cuccioli

Fin da cucciolo, il Griffone di Bruxelles è stato da sempre utilizzato nelle stalle per tenere lontano i roditori. Mentre questo cagnetto faceva il suo dovere, a sua insaputa, Paesi confinanti e non litigavano per conquistarsi la nomina di patria della razza. Il Belgio, che per ora ha avuto la meglio, sostiene che Carlino e King Charles Spaniel abbiano contribuito nel renderlo tale oggi, indiscutibilmente belga, cittadino di Bruxelles.

C’è chi come la Gran Bretagna,però, la pensa ben diversamente: nessuno convincerà mai gli inglesi del fatto che il Griffone di Bruxelles non derivi dall’incrocio dello “Yorkshire terrier” con il “Carlino”. Non sono i soli ad avere una propria teoria sulle origini, anche i tedeschi difendono la loro versione non meno insistentemente: secondo loro nel DNA del Griffone di Bruxelles c’è lo zampino del loro ”Affenpinscher”.

Oggi i cuccioli del Griffone di Bruxelles sono poco noti e richiesti: oltre che in Belgio possiamo sperare di trovarne qualcuno nel nostro paese come anche in Francia, Olanda e negli Stati Uniti.

griffone di bruxelles

Griffone di Bruxelles: carattere

Eccezionale nella sua determinazione e temerarietà, questo cane ha un carattere che lo rende un grande anche se le dimensioni sono quelle che sono. Dotato di un raro spirito di indipendenza ma allo stesso tempo morbosamente attaccato al proprio padrone, il Griffone di Bruxelles ha bisogno, pretende e desidera la massima attenzione. Al centro, vuole stare e fa di tutto perché ciò avvenga, da un certo punto di vista se lo merita anche.

Piccolo come è, si dimostra sempre coraggioso e capace di mettercela tutta per difendere noi, la casa, le proprietà che gli affidiamo. Da una parte fa tenerezza, dall’altra richiama un forte senso di rispetto perché è leale e deciso. Ligio, come guardiano, ma anche di compagnia, perfetto anche in appartamento e con persone anziane.

Griffone di Bruxelles: allevamenti

Pur non essendo un cane molto diffuso, il Griffone di Bruxelles è allevato in almeno una decina di realtà sparse per il paese da nord a sud. Il sito di ENCI ne indica esattamente 10, di cui ben tre in Lazio – due vicino alla capitale e una in provincia di Viterbo – e due in Liguria: una nel genovese e e l’altra in provincia di Imperia. Gli altri 5 allevamenti che ENCI considera okay sono sparsi tra Piemonte (Novara), Sicilia (Palermo), Lombardia (Milano), Emilia Romagna (Parma) e Calabria (Cosenza).

L’allevamento Ruselodser, situato a Davignano in provincia di Novara, è specializzato nell’allevamento di Griffoncini di Bruxelles, Griffone Belga e Piccolo Brabantino.
Gestito dalla dottoressa in biologia Liudmila Serova, giudice FCI per le razze bulldog inglese & boxer, l’allevamento Ruselodser offre cuccioli allevati con amore e competenza, così da assicurare ai futuri proprietari l’acquisto dell’amico a 4 zampe ideale.

allevamento griffone bruxelles

La dott.ssa Liudmila con alcuni esemplari di Griffone di Bruxelles

 

Griffone di Bruxelles: prezzo

Il prezzo indicativo di un esemplare di Griffone di Bruxelles è di 1.500 euro ma di volta in volta può cambiare. Abbiamo ben 10 allevamenti da poter contattare per saperne di più. Nel frattempo è secondo me molto utile informarsi su quelli che sono i difetti più ricorrenti della razza.

Inizio ad indicarne alcuni: tartufo bruno o chiaro, macchie di pelo bianco, colori non ammessi dallo standard, misure fuori standard, lingua pendente. Gli altri potete scoprirli nel sito ufficiale di ENCI dove è disponibile anche lo standard completo e ufficiale di un cagnolino non da sfilata, prettamente, ma che in casa sa rendersi prezioso e amabile. Tranne che dai roditori.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 8 luglio 2016