Gatto in giardino, consigli

gatto in giardino consigli

Gatto in giardino, consigli utili e informazioni su come gestire un gatto all’aperto o come farlo uscire di casa. Accorgimenti per abituare bene un gatto alla vita all’aria aperta.

Diversamente dal cane, il gatto non ama il guinzaglio così è più difficile consentirgli la vita all’aria aperta e qualche uscita di casa! Vediamo un po’ come abituare il gatto a vivere in giardino senza scappare o fare danni in giro per la città! :)))

I gatti stanno meglio dentro o fiori casa?

Partiamo da questa domanda: i gatti stanno meglio dentro o fuori casa? Fai bene a interrogarti sulle necessità del tuo gatto, significa che sei davvero un bravo padroncino.

I gatti si adattano bene sia alla vita all’aperto che quello in appartamento ma se c’è la possibilità di far uscire il gatto in giardino dovresti farlo! All’aperto il gatto è più felice, certo corre qualche rischio in più ma vive meglio.

Fino a 50 anni fa, anche i gatti d’appartamento passavano molto tempo fuori casa. Oggi, lo stile di vita dell’uomo è cambiato e così il gatto tende a essere confinato sempre al chiuso.

E’ facile abituare un gatto che è stato sempre in casa a vivere all’aria aperta. E’ più difficile fare il contrario, cioè confinare in appartamento un gatto che è sempre stato abituato a vivere in giardino.

Come non far scappare il gatto dal giardino

Un cane in giardino è più facile da gestire rispetto a un gatto, perché? I gatti sono capaci di fare alti salti da terra e scappare via.

Il gatto che scappa è un’eventualità che devi considerare. Non tutti i gatti scappano dal proprio giardino però, se noti che questo fenomeno accade con una certa frequenza devi agire. Per evitare questo problema, sarà necessario allestire una recinzione in rete alta almeno 2 metri con una tettoia rivolta verso l’interno del giardino di almeno 50 cm. Sì… sembra di star progettando le recinzioni di Alcatraz ma come ti ho detto, il gatto salta e può arrampicarsi anche sugli alberi, quindi considerali mentre progetti la tua rete.

Gatto in giardino, consigli

Il gatto in giardino deve essere al sicuro, quindi:

  • evita di coltivare piante e fiori tossici che il gatto potrebbe masticare (oleandro, mughetto…).
  • Coltiva una zona con fitta vegetazione, il gatto ama cespugli dove nascondersi.
  • Predisponi una zona sospesa dove il gatto possa appollaiarsi e sorvegliare il territorio.

Gatto domestico fuori casa

Se il gatto è appena arrivato, se hai cambiato casa, se si tratta di un micio piccolo oppure se il gatto in questione è sempre stato abituato a vivere dentro casa, dovrai procedere gradualmente.

Fai passare al gatto qualche ora al giorno fuori casa. Se è particolarmente irrequieto, mettigli un guinzaglio grazie al quale gli farai percorrere più volte la strada per il rientro in casa.

E’ vero che il gatto non ama il guinzaglio o la pettorina e può spaventarsi… ma dovrai pur trovare un modo per fargli esplorare il territorio! Magari convincilo con qualche ghiottoneria da dargli al ritorno a casa, in modo che possa associare il rientro nel tuo territorio come qualcosa di positivo. Questa soluzione puoi usarla anche in caso di gatto che scappa dal giardino.

Evita di farlo uscire di notte e soprattutto meglio essere costanti ma proseguire a piccole dosi. Cioè… fargli passare poco tempo fuori casa ma tutti i giorni.

Gatto in giardino che caccia lucertole, topi e uccelli

Il gatto caccia e cattura lucertole, topi e uccelli solo per divertimento e istinto, se ben nutrito non lo farà mai per fame. Non è raro che il gatto in giardino, possa rientrare in casa con una lucertola tra le fauci o un topo. Lo fa solo perché vuole portare un dono al proprietario… quindi non strillarlo! Lo so che non sarà piacevole ma il gatto lo vive come un regalo che ti sta facendo.

Tra gli animali che il gatto può catturare in giardino segnalo: cavallette, calabroni, uccelli, rane, topi e lucertole.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 16 maggio 2017