Fungicida naturale

Fungicida

Un fungicida è un prodotto di tipo fitosanitario che serve per combattere gli attacchi di quelli che possiamo definire funghi e che possono danneggiare le piante come anche la nostra pelle e quella degli animali. Ci sono numerosi tipi di “funghi” e ogni fungicida ha il suo ambito di applicazione e la sua efficacia.



Si parla spesso poi di “anticrittogamici”, sostanze costituite da uno o più elementi, che servono per eliminare completamente forme di vita appartenenti al gruppo degli esseri crittogamici. Ci sono anticrittogamici inorganici anche molto noti, come lo zolfo e i sali di rame, che possono essere ritenuti fungicidi naturali.

Fungicida naturale

Lo zolfo è forse quello da più tempo utilizzato, ci sono degli scritti che lo fanno risalire come fungicida naturale addirittura ai tempi di Omero, anche oggi resta un rimedio spesso considerato tra i più efficaci. Si trovano zolfi estremamente puri (99.5-100%) e c’è un motivo di questa presenza sul mercato, è importante che questo fungicida naturale non abbia tracce di selenio, dannoso per l’uomo e gli animali.

A seconda della temperatura, varia il potere fungicida dello zolfo, influenzato anche dall’umidità relativa che se aumenta, abbatte l’efficacia di questa sostanza. Un altro importante accorgimento nell’uso dello zolfo di cui tener conto è il fatto che quando fa molto caldo esso diventa fitotossico, per cui in estate si effettuano i trattamenti solo al mattino.

Oltra allo zolfo, troviamo altre sostanze organiche che hanno un effetto fungicida, come ad esempio ditiocarbammati, triazoli, anilinopirimidine e strobilurine.

Fungicida

Fungicida per prato

Per combattere malattie fungine come l’oidio e la peronospora, come anche per difendere il nostro prato con un fungicida naturale, possiamo chiedere aiuto al bicarbonato, un rimedio semplice da preparare in casa, ed efficace contro gli attacchi fungini.

I funghi si propagano mediante le spore e per combatterli possiamo cercare di creare un ambiente a loro ostile. Il bicarbonato di sodio ha un pH basico, se se ne prepara una soluzione e la si sparge su piante e prati, si rende meno acido l’ambiente in cui i funghi intendono svilupparsi. Questo mette in difficoltà i funghi che invece speso approfittano delle foglie, tipicamente acide, e la loro proliferazione diventa impossibile o per lo meno molto difficile.

Fungicida

Fungicida rameico

Anche il rame è un importante ed efficace fungicida naturale, per questo lo troviamo in molti formulati fungicidi sotto forma di ossicloruro, solfato, idrossido. E’ vero anche che negli ultimi anni si è un po’ esagerato con l’uso di composti rameici contro attacchi fungini, tanto che si è registrato un pericoloso aumento della percentuale di rame nel terreno con ovvi e preoccupanti problemi ambientali di tipo ecotossicologico.

Fungicida sistemico  

Ci sono numerosi prodotti che agiscono in modo sistemico, contro i funghi, tra cui questo fungicida “Semi Batlle” da 9 euro a confezione, in grado di essere assorbito da tutte le parti della pianta per agire sia in prevenzione degli attacchi, sia come terapia. Essendo appunto sistemico, risulta efficace anche contro malattie come phytophtora, muffa, avvizzimento complicate o gomosis.

Tra i prodotti anticrittogamici con effetto sistemico troviamo anche i benzimidazoli, fungicidi sistemici che penetrano attraverso la cuticola, traslocando all’interno della pianta. Oppure i due principi attivi detti benomyl e tiofanato metile, che quando entrano in azione si trasformano in carbendazim. Solo per citarne altri, senza entrare nello specifico loro utilizzo: i dicarbossimidi e le clozolinate, con comportamento sistemico e tra i fungicidi più utilizzati negli anni ottanta, poi gradualmente abbandonati.

Fungicida

Fungicida: crema

Non per le piante ma per la nostra pelle, a volte sotto attacco delle micosi, ci sono delle creme ad hoc dette fungicide. Queste infezioni sono davvero fastidiose, può capitare di contrarle in palestra o in piscina e colpiscono primariamente le estremità. Sono causate dalla proliferazione di microorganismi, detti miceti, da cui micosi, capaci di penetrare nella pelle provocando macchie rosse e prurito.

Tra i farmaci per micosi e funghi della pelle, ci sono molte creme specifiche a base di principi attivi come il miconazolo, il clotrimazolo e il fenticonazolo, da applicare con costanza sulla zona colpita dall’infezione.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 16 febbraio 2018