Anticrittogamici naturali per orto

Anticrittogamici naturali

Anticrittogamici naturali per l’orto, per difendere il nostro angolo di verde, piccolo o grande che sia, senza però inquinarne i prodotti e inquinare l’ambiente. Pensare di non utilizzare nulla per cacciare quella infinità di insetti e parassiti che vengono solitamente richiamati da un giardino o da un orticello è piuttosto poco realistico, è invece fattibile optare su anticrittogamici naturali per evitare che le nostre colture restino rovinate.



Anticrittogamici trattamenti invernali

In tutte le stagioni è necessario stare in allerta per fare sì che frutteti, orti e giardini non soccombano sotto gli attacchi di malattie fungine, insetti e parassiti. Alcuni sono più vivaci in estate e in primavera ma anche l’inverno può essere una stagione critica. Più che di anticrittogamici invernali, si parla di accorgimenti che possono aiutare il nostro orto e le nostre piante a sopravvivere al meglio. Vediamone alcuni.

Evitiamo di piantare in zone troppo umide o dove ci sono dei ristagni idrici, asportiamo le parti morte e infette delle piante in modo che non “contagino” le altre, potiamo in modo corretto e se si rendesse necessario, disinfettiamo gli attrezzi utilizzati.

Seguendo questi consigli, si possono poi utilizzare dei trattamenti a base di prodotti naturali o a basso impatto, bagnando anche la pagina inferiore delle foglie, il terreno circostante, sempre utilizzando adeguati dispositivi di sicurezza.

Anticrittogamici naturali

Anticrittogamici trattamenti della vite

Per la vita si utilizzano degli anticrittogamici a base di rame per la peronospora e di zolfo per l’oidio. Essi vengono impiegati in modo tradizionale, se siamo di fronte a piccole superfici, altrimenti esiste una alternativa più “innovativa” adatta a coltivazioni su larga scala.

Il metodo tradizionale prescrive, alla ripresa vegetativa, un trattamento con zolfo ramato in polvere a cui aggiungere, ad esempio contro la malvasia, trattamenti polverulenti di zolfo puro. Il metodo innovativo, sempre nel momento della ripresa vegetativa, prevede un trattamento di zolfo bagnabile micronizzato con di pasta caffaro che riesce a inibire subito sia l’oidio che la peronospora.

Anticrittogamici naturali

Anticrittogamici naturali per orto

Ci sono dei anticrittogamici naturali che possiamo preparare con le nostre mani e utilizzare nell’orto, efficaci e non costosi, completamente biologici ed efficaci nel cacciare via gli insetti indesiderati. Con il sapone di Castiglia si può realizzare un insetticida spray con olio di oliva, ottimo repellente contro afidi e cocciniglie, un altro insetticida spray efficace è quello all’aglio che, con un tocco di chiodo di garofano, funziona molto bene se applicato direttamente sulle foglie delle piante.

Un repellente per molti afidi, vermi e tarme da vaporizzare sulle piante è l’insetticida al pomodoro le cui foglie sono ricche di alcaloidi.

I gusci d’uovo sono invece un ottimo concime e allo stesso tempo uno dei migliori anticrittogamici naturali, vanno sistemati a pezzi creando un anello alla base delle piante e dei vegetali per tenere lontani lumache e bruchi. La macerata di tabacco, contenendo nicotina, fa da repellente, è un insetticida naturale proprio come lo spray al peperoncino da maneggiare però con molta attenzione perché irritante anche per noi.

Anticrittogamico rameico

Contro la peronospora del pomodoro e contro altre malattie fungine, esistono molti anticrittogamici a base di rame, contenenti composti di rame. Questo metallo già da fine ‘800 era considerato molto utile per la prevenzione contro le peronosporacee e veniva utilizzato per il pomodoro, la vite e la patata. Non lo si può usare a caso ma le quantità di rame devono essere ben misurate e regolate, è e resta infatti un metallo pesante che può creare dei danni all’ambiente e a noi che ci viviamo.

I formulati a base rameica oggi utilizzati per gli anticrittogamici sono solo 5. L’idrossido di rame, l’ossicloruro di rame, il solfato di rame tribasico, la poltiglia bordolese e l’ossido rameoso. Il solfato di rame è spesso associato al latte di calce per creare la poltiglia bordolese, l’ossicloruro di rame è un sottoprodotto nella preparazione elettrolitica del sodio e del potassio ed è spesso chiamato verderame.

Il solfato di rame tribasico viene prodotto per reazione chimica tra solfato di rame e ammonio idrossido ed è apprezzato per l’immediatezza e la persistenza con cui agisce.

Anticrittogamici naturali

Anticrittogamici per pomodori

Quando si interviene in difesa dei pomodori di solito il nemico da combattere è la peronospora. Ci sono alcuni anticrittogamici naturali che possono tornare utili come il macerato d’ortica ed il macerato d’aglio, entrambi da irrorare direttamente nel terreno. Trattandosi però di prodotti “naturali”, hanno bisogno di essere impiegati con costanza e regolarità nel tempo per dare degli effetti, perché devono avere il tempo di attivare i microorganismi ed entrare a far parte dell’ecosistema dell’orto.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 5 dicembre 2017