Frasi tristi d’amore, sulla vita e nelle canzoni

Frasi tristi

Frasi tristi, frasi che servono, sia in occasioni in cui farci sentire empaticamente vicino ad una persona triste, in una occasione triste, sia quando è la nostra la tristezza che vogliamo esprimere. Già è difficile prendere consapevolezza della propria tristezza, ammettere che esiste in un contesto globale in cui sembra essere qualcosa di proibito da dichiarare. Meglio quindi chiedere aiuto ad autori e pensatori famosi per trovare le parole per esprimere ciò che sentiamo dentro.

Ecco qualche suggerimento che ho selezionato cercando di evitare le banalità. Inizio con uno dei miei autori preferiti, Haruki Murakami, che dice: “Esiste anche questo al mondo, la tristezza di non poter piangere a calde lacrime. È una di quelle cose che non si può spiegare a nessuno, e anche se si potesse, nessuno la capirebbe. La tristezza troppo profonda non può prendere la forma delle lacrime”.  Se non sei triste ma vuoi una citazione al volo da scrkivere ad un amico, guarda le mie frasi belle e brevi oppure quelle sull’amicizia



Frasi tristi sulla vita

Ci sono frasi di ampio significato che indagano la tristezza che si può provare nella vita non per un preciso motivo ma come una sensazione che aleggia su di noi.

Conosco bene il sentimento di tristezza che ispira la precarietà delle cose, lo provo ogni volta che un fiore appassisce. Ma si tratta di una tristezza senza disperazione. (Herman Hesse)

Sorridi anche se il tuo sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c’è la tristezza di non saper sorridere. (Proverbio Ashanti)

A volte siamo preda di una sensazione di tristezza che non riusciamo a controllare. Intuiamo che l’istante magico di quel giorno è passato e noi non abbiamo fatto niente. Allora la vita nasconde la sua magia e la sua arte. (Paulo Coelho)

Un’oscura tristezza è in fondo a tutte le felicità umane//come alla foce di tutti i fiumi è l’acqua amara. (Gabriele D’Annunzio)

Frasi tristi sulla vita

Frasi tristi d’amore

La tristezza legata all’amore copre una bella percentuale e sono molti quelli che hanno cercato di cantarla, decantarla, piangerla e superarla. Vediamo cosa hanno scritto.

Potremmo essere in giro a passeggiare in una città qualunque, col caldo, mano nella mano e io dovrei accorgermi del tuo sorriso triste e allora darti un bacio o prenderti il visto e farti fare una smorfia che mimi la gioia. Sorrideresti e il desiderio di felicità per te sarebbe compiuto. La verità è che i tuoi sorrisi tristi a me piacciono, perché a te stanno bene, perché li sai trattare, li sai adoperare e metter in fila senza che rompano le righe. (Italo Calvino)

L’invidia è una tristezza mescolata all’odio, la pietà una tristezza mescolata all’amore. (Cartesio)

Frasi tristi per lui

Ci sono frasi tristi che raccontano di persone tristi che in parte vogliono anche continuare ad esserlo forse perché a rialzarsi, a sorridere, si fa più fatica. Vediamo cosa possiamo dire a persone così.

Non si può essere profondamente sensibili in questo mondo senza essere molto spesso tristi.(Erich Fromm)

La gioia non ha argomenti; la tristezza ne possiede innumerevoli. Ed è ciò che la rende così terribile e ci impedisce di guarirne. (Cioran)

Quando uno è triste non servono le classifiche, non c’è un tristometro, è inutile dire sto mediamente peggio di te o decisamente meglio di te, si diventa tutti ottusi ed egoisti e la propria tristezza diventa una grande campana in cui ci si chiude, per non ascoltare la tristezza degli altri. (Stefano Benni)

Trovai l’ultimo bicchiere di vino mescolato a cenere di sigaro e tristezza. (Charles Bukowski)

Frasi tristi per lui

Frasi tristi e brevi

A volte non c’è molto tempo per parlare della tristezza e non c’è nemmeno bisogno di farlo se si ha in mente la frase giusta da dire nel momento giusto. Breve ed efficace. Vediamone alcune e attingiamo

Quando sei felice ti piace la musica. Ma quando sei triste capisci i testi. (Anonimo)

I nostri successi più felici sono contaminati dalla tristezza. (Pierre Corneille)

La tristezza: un appetito che nessun dolore sazia. (EM Cioran)

Non serve a niente una porta chiusa. La tristezza non può uscire e l’allegria non può entrare. (Luis Sepulveda)

Fate attenzione alla tristezza. È un vizio. (Gustave Flaubert)

La tristezza durerà per sempre. (Vincent van Gogh)

Quasi sempre la tristezza non è altro che una forma di stanchezza. (André Gide)

Frasi tristi e poesia

La poesia sembra il perfetto mezzo per esprimere la tristezza, con versi e metafore, e figure retoriche interessanti che ci aprono la mente oltre che il cuore. Vediamo qualche verso celebre, o meno, ma azzeccato.

Posso scrivere i versi più tristi stanotte./Io l’ho amata e a volte anche lei mi amava./In notti come questa io l’ho tenuta tra le braccia./L’ho baciata tante volte sotto il cielo infinito. (Pablo Neruda)

La tristezza solenne che abita in tutte le grandi cose – sulle vette come nelle grandi vite, nelle notti profonde come nei poemi eterni. (Fernando Pessoa)

Ah! veramente non so cosa più triste che non più essere triste! (Guido Gozzano)

Frasi tristi in inglese

Sicuramente Jonathan Safran Foer l’avrà scritta in americano, vediamola in italiano immaginandocela da lui pronunciata in lingua. “Era un genio della tristezza, si immergeva in essa, separava i suoi numerosi filamenti, apprezzava le sue sfumature sottili. Creava un prisma attraverso cui la tristezza poteva essere divisa in uno spettro infinito”.

Lo stesso vale per James Joyce, con il suo accento inglese. “Osservò la scena e pensò alla vita- e come regolarmente gli succedeva quando pensava alla vita, diventò malinconico. Una tristezza dolce discese in lui. Sentì quanto era vano lottare contro la sorte- era questa la saggezza che i secoli gli avevano tramandato”.

Frasi tristi nelle canzoni

Più che di frasi, parliamo di intere canzoni che sono tristi e che forse già conoscete. Oppure potete suggerirne. A me sono venute in mente queste. “Rimmel” di Francesco De Gregori, “Cosa mi manchi a fare” di Calcutta, “A mano a mano” di Rino Gaetano, “Ovunque proteggi” di Vinicio Capossela. E poi c’è “Quando” di Pino Daniele, scritta nel 1991, la canzone fa parte della colonna sonora del film del suo grande amico Massimo Troisi: “Pensavo fosse amore…invece era un calesse”.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 15 settembre 2018