Schnauzer gigante: carattere e prezzo

schnauzer gigante5

Schnauzer gigante, una razza che arriva dalla Germania e prende lì il nome di Riesenschnauzer che poi, nella nostra lingua, significa “mustacchi”: è il modo con cui venivano chiamati i “baffi” in Baviera. Se si guarda bene in faccia, in muso, lo Schnauzer gigante, si capisce che il nome è azzeccato.



Schnauzer gigante: origini

Sono molto antiche le origini dello Schnauzer gigante e sono da cercare negli incroci tra il cane da pastore del Tirolo e il Bovaro delle Fiandre. Questa razza è presente anche in moltissimi dipinti e stampe del XV secolo, come accompagnatore di cavalli e diligenze.

Lo Schnauzer gigante è ufficialmente stato riconosciuto nel 1922 quando è stato presentato per la prima volta in un’esposizione di razze canine tenutasi all’Aia. In passato questo cane, gigante o in altre taglie, che poi vedremo, era utilizzato come cane guardiano, soprattutto delle mandrie bovine, sfruttando da subito la sua propensione alla difesa.

Sempre per lo stesso motivo, ha assunto e spesso ricopre tuttora un ruolo di collaboratore delle forze dell’ordine. Ciò accade in Germania e in altri paesi del Nord, non in Italia. Non finora.

schnauzer gigante2

Schnauzer gigante: aspetto

Per essere gigante lo Schnauzer gigante lo è, ed ha anche un bel testone, allungato e, grazie anche ai baffi e al pelo, importante. Lo stop è ben delineato e il tartufo è sempre nero, qualsiasi sia il colore del pelo. come anche le labbra.

Nello Schnauzer gigante si hanno esemplari a pelo nero o anche di color pepe e sale. Nel primo caso il mantello si mostra tendenzialmente opaco, nel secondo, se pepe e sale, il pelo è di solito di tinta omogenea. Il più omogenea possibile.

Al di là del colore, il pelo dello Riesenschnauzer è ruvido e spesso, tanto che viene detto anche a fil di ferro. Sotto nasconde un sottopelo molto folto e lanoso, l’insieme costituisce una protezione contro il caldo e contro il freddo veramente ottima.

schnauzer gigante4

Gli occhi dello Schnauzer gigante sono scuri e ovali, in posizione semi laterale, e spesso sono semi coperti da una frangia che, assieme ai baffi, gli da un’aria simpatica. Anche se è un cane da difesa e non ama sentirsi dire che sembra buffo. Non sorride ma ringhia, e ha una dentatura perfetta, bianca e robusta, robusta anche la muscolatura e la struttura degli arti, molto atletici, solidi e forti.

I piedi dello Schnauzer gigante sono “piedi di gatto” perché corti, rotondi, con suole scure e con le dita arcuate. Tutte questa caratteristiche spuntano fuori nei primi mesi di vita, come anche l’andatura tipica del Schnauzer gigante, e anche delle altre due razze di dimensioni ridotte. Lo Schnauzer è sempre molto elegante, lo si distingue, subito, ma questo non gli fa perdere il passo: è capace di ampie falcate e sulle brevi distanze è un eccellente galoppatore.

Schnauzer gigante: carattere

Elegante nell’andatura, ma lo Schnauzer gigante è elegante anche nell’anima, nell’indole. È composto, fiero, un cane forte, veloce, coraggioso e resistente, che incute rispetto. Con chiunque si trovi a che fare lo Schnauzer gigante si dimostra un cane molto equilibrato e riflessivo anche se quando è il caso, scatta con prontezza a difendere al minimo segno di pericolo sia i suoi padroni, sia la proprietà – casa o giardino o altro che sia – e il suo branco.

schnauzer gigante6

Lo Schnauzer gigante è un tremendo individualista e non ama il concetto di capobranco. O per meglio dire è lui il capobranco di sé stesso. Questo vuol dire che non può arrivare fino a riconoscere nel padrone il suo capobranco. Di solito è un cane che agisce da solo, al massimo con un compagno di avventure di sesso opposto.

Detta così non sembra molto simpatico, il Riesenschnauzer, ma va ammesso che sa essere allegro: se così non fosse non troverebbe spazio tra i cani anche da compagnia.

schnauzer gigante1

Schnauzer gigante: prezzo

Come razza quella dello Schnauzer gigante è tra quelle più valide per l’addestramento, dato che accetta positivamente tutto ciò che gli viene insegnato dal suo padrone. A partire dalla condotta al guinzaglio e dai comandi “seduto” e il “terra” fino al riporto o alla guardia all’oggetto. Ecco uno dei maggiori motivi per cui i cuccioli di Schnauzer gigante sono piuttosto ambiti e costosi: attorno alle 850 euro fino alle 1200.

Un capitolo particolare nella vita di uno Schnauzer gigante è certamente quello dell’addestramento alla difesa. Lui ha già doti innate quindi quando lo istruiamo teniamo conto che si tratta di un potenziamento per indirizzare bene il talento naturale. Il Riesenschnauzer è utilizzato all’estero dalla polizia e altre forze dell’ordine ed è stato considerato molto valido anche per la pet therapy, ed il soccorso.

Schnauzer gigante: toelettatura

Un classico per i cani a pelo duro: perdere molto pelo per un breve arco di tempo. La toelettaura ci può aiutare sistemando il nostro Schnauzer gigante attraverso lo stripping liberandolo dal pelo superfluo. E’ una operazione da non sottovalutare e non solo estetica, va fatta con molta cura e precisione, tenendo sempre conto che ci sono delle zone che non verranno strippate, bensì tosate. La gola, il petto, le orecchie, le guance, la parte inferiore della coda, l’interno coscia e la zona anale.

Ci sono poi zone da rifinire con una forbice: la frangia, la barba, le sopracciglia, i piedi e i baffi. Lo stripping nello Schnauzer gigante riguarda tutto il resto del corpo, fianchi, esterno coscia, spalle e la parte delle zampe.

schnauzer gigante3

Schnauzer piccolo

Ci sono 3 razze di Schnauzer e queste differiscono solo per la taglia, poi per il resto sono praticamente identiche. Nel caso dello Schnauzer piccolo e dello Schnauzer nano, ad esempio, siamo di fronte ad un ottimo cane da compagnia, adatto sia per un appartamento sia per chi ha un giardino in cui lasciarlo correre.

Schnauzer medio

Se lo Schnauzer medio è un cane in primis da guardia, diversamente dallo Schnauzer gigante che è proprio classicamente da difesa. Anche seda guardia, lo Schnauzer gigante è un cane molto sicuro con i bambini e coi diffidenti verso gli estranei. In generale si tratta di cani rustici, abbastanza longevi e piuttosto robusti.

Dallo Schnauzer medio è nato poi lo Schnauzer gigante, secoli fa, insistendo con il Bovaro delle Fiandre e il molosso germanico. La razza gigante, appena arrivata, attorno al 1880, era il cane dei birrai e dei macellai di Monaco di Baviera.

Schnauzer gigante: video

Abbiamo accennato alla sua elegante andatura, eccola immortalata in un video che racconta le tante caratteristiche di questo meraviglioso Schnauzer gigante. Ritroverete il suo pelo e i suoi occhi, il suo modo di muoversi in tutta la sua potenza elegante. Per chi lo ama sarà emozionante vederlo così raccontato, come vero protagonista come lo è delle giornate dei suoi padroni che ne apprezzano sicuramente anche l’intelligenza e la fedeltà. Buona visione

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articolo correlato che potrebbe interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 settembre 2018