Farine senza glutine, l’elenco

farina senza glutine

Farine senza glutine: l’elenco delle farine senza glutine per dolci e per rustici. Quali sono le migliori farine senza glutine da usare per pane e pizze? Ecco tutti i consigli.

Quante volte avete sentito dire che quella a “ciabatta” è la forma più opportuna per il pane senza glutine? Niente di più sbagliato, il pane fatto con farine senza glutine può lievitare proprio come quello prodotto a partire dal classico frumento e lievito di birra. In questa pagina vedremo l’elenco delle farine senza glutine da poter usare in dolci e rustici, inoltre vi daremo consigli su come preparare un lievito naturale senza glutine per conferire all’impasto la consistenza e il volume desiderato.

Quella al glutine è un’intolleranza alimentare seria, da non schernire e soprattutto da non sottovalutare affidandosi a diete fai da te. Consultate un buon nutrizionista per ottenere una dieta bilanciata e non tagliare fuori alcun nutriente insieme al glutine.

In commercio esistono farine deglutinate, è il caso della farina d’avena senza glutine che sfrutta coltivazioni di varietà adatte ai celiaci e trattamenti produttivi ad hoc. Se la sicurezza della farina di avena per celiaci è ancora oggetto di studio vi sono delle farine che, per loro natura, sono completamente prive di glutine e quindi sicure per gli intolleranti al glutine.

Queste farine possono essere preparate in casa a partire dalla materia prima, in questo modo chi soffre di intolleranza al glutine può tutelarsi dalle eventuali contaminazioni. La farina di tapioca, per esempio, potrebbe essere consumata dai celiaci tuttavia, troppo spesso è lavorata negli stessi stabilimenti in cui si trattano farine di frumento e può essere commercializzata con importanti contaminazioni. In questa pagina vedremo l’elenco delle farine senza glutine da poter produrre in casa; se comprate una farina contenuta nell’elenco che segue, leggete attentamente l’etichetta e assicuratevi che non vi siano tracce di farine di frumento o altre contaminanti pericolosi per i celiaci.

Ecco l’elenco delle farine senza glutine da acquistare sul mercato (previa lettura dell’etichetta) o produrre in casa con l’ausilio di un macinino elettrico o manuale.

Elenco delle farine senza glutine

  • Farina di riso integrale
  • Farina di riso bianco
  • Farina di fave
  • Farina di fagioli
  • Farina di Amaranto
  • Farina di patate
  • Farina di soia
  • Farina tapioca o farina di manioca
  • Arrowroot*
  • Farina di granoturno o farina di mais
  • Farina di grano saraceno
  • Farina di miglio
  • Farina di quinoa
  • Farina di sorgo
  • Farina di teff bianco o rosso
  • Farina di ceci -> come fare la farina di ceci
  • Farina di piselli
  • Farina di lenticchie
  • Farina di altre leguminose
  • Farina di chia**
  • Farina di canapa
  • Farina di caffè (non ha il sapore del caffè!)

Assolutamente da evitare sono la farina di grano (frumento), la farina di farro, farina d’orzo, di segale e di grano khorasan (farina di kamut).

Nell’elenco delle farine senza glutine più adatte per i dolci, troviamo:

Come fare la farina in casa

Come premesso, il modo migliore per ottenere una farina senza glutine e senza rischio di contaminazione, consiste nella preparazione domestica. Tutte le istruzioni per preparare farine senza glutine sono reperibili nell’articolo come fare la farina in casaTra le mie farine preferite per la preparazione di impasti rustici (soprattutto per pane e per pizze) vi è la farina di grano saraceno, adatta anche ai celiaci.

In Italia sono poco diffuse le farine di banana, di carrube e ancora meno la farina di caffè. La farina di caffè non ha assolutamnte il sapore del caffè (ricavato dalla macinazione dei chicchi), la farina di caffè è realizzata a partire dai frutti di caffè, è ricca di fibre e povera di grassi, in più apporta una discreta quantità di ferro e contiene più potassio delle banane.

Lievito naturale senza glutine

Per preparare ottimi pastoni vi consiglio di leggere l’articolo Lievito madre senza glutinela ricetta per fare la pasta madre senza glutine (lievito naturale) a partire da farine gluten free.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

*Arrowroot, traduzione letterale “fecola di Maranta”. Si tratta di una farina ricavata dai tuberi della pianta Maranta arundinacea.

**Farina di chia, per approfondimenti: semi di chia, dove comprarli

Ti potrebbe interessare anche

Yucca: tubero e ricette

Semolino: proprietà e ricette

Pubblicato da Anna De Simone il 17 settembre 2015