Come fare la farina in casa

come fare farina in casa

Come fare la farina in casa: tutte le istruzioni e i consigli per fare qualsiasi tipo di farina in casa, dalla classica farina di grano alla farina di ceci, di mandorle, di riso e altri cereali.

Una fresca farina fatta in casa è meno costosa, più nutriente e più saporita rispetto a quella che si acquista confezionata al supermarket. In questa pagina vedremo come fare la farina in casa.

In casa è possibile preparare ogni tipo di farina, dai pilastri come la farina di frumento o di segale alle meno comuni farine di amaranto, di miglio, di ceci e altre leguminose.

Perché consumare farina fatta in casa?

Cosa dovrebbe spingervi a fare la farina in casa?

La freschezza!

Il sapore della farina fatta in casa, appena macinata, è ben diverso da quello che conosciamo. Il segreto di un impasto è proprio la farina: impiegando una miscela fresca, ogni portata sarà ancora più gustosa, oltre a essere più nutriente.

Tra le farine di graminacee da consumare fresche, segnaliamo:

  • farina di grano saraceno
  • farina di mais
  • farina di avena
  • farina di segale

Le miscele

Producendo farina in casa, potete impiegare miscele di cereali nelle proporzioni e nelle quantità desiderate. Potete preparare farine di leguminose pure o combinate così come farine di cereali oltre alle classiche farine di graminacee.

La varietà

Esistono più di 30.000varietà di grano, pensate che le farine reperibili in commercio siano prodotte dal grano più nutriente? No, sono prodotte a partire dalla varietà di grano più facile da coltivare e soprattutto più produttiva. Uno studio condotto dal dr Donald R. Davis, ricercatore e nutrizionista dell’Università dello Stato del Texas, ha dimostrato come la qualità nutrizionale del grano è diminuita negli ultimi 50 anni, il motivo? L’agricoltura intensiva.

I valori nutrizionali

A partire dal 1960, le moderne tecniche agricole hanno incrementato gradualmente la resa del frumento arrivando a triplicare i raccolti. Purtroppo, questa famosa rivoluzione agricola è stata accompagnata da un effetto collaterale che si esprime nella diminuzione di minerali e preziosi micronutrienti nel grano. Per citarne qualcuno, la quantità di magnesio contenuta nel grano si è dimezzata, così come sono diminuiti zinco, rame, ferro, selenio, fosforo e zolfo.

Non solo micronutrienti, è diminuito notevolmente l’apporto proteico fino a dimezzarsi. Molte farine presenti in commercio non mancano di sostanze fitochimiche potenzialmente nocive per la salute.

La consistenza

Forse non ci avete neanche pensato, ma preparando la farina in casa potete sceglierne voi la consistenza! La farina non è tutta così fine come la troviamo al supermarket! Potete prepare farine superfine, fine, medie o farine grossolane.

fare la farina in casa

Quale farina produrre in casa?

Tutto dipende dall’utilizzo che intendete farne e dal sapore desiderato. Qualche esempio?
– Se avete bisogno di un sapore selvaggio e quasi terroso, il grano saraceno è l’ideale.
– Se necessitate di un sapore più dolce e delicato, meglio produrre farina a partire dal mais fresco.
– Se desiderate ottenere un pastone tenero potete preparare la farina di avena.
– Se avete bisogno di un sapore particolare, quasi nocciolato, potete preparare la farina di quinoa! Sperimentate e ricordate che come sempre, in cucina, la vera chiave è la varietà!

In generale possiamo dire che le farine di cereali con minor contenuto di proteine, sono le migliori per preparare i dolci ma anche in questo caso l’ultima parola spetta al vostro palato.

Come preparare la farina in casa

Se volete fare la farina integrale, c’è poco da spiegare: avete bisogno di un mulino! I mulini elettrici sono relativamente costosi ma si tratta di un investimento duraturo e che può restituire un concreto risparmio: la materia prima costa molto meno del prodotto finito. Per farvi un’idea dei prezzi e dei modelli di mulini elettrici presenti sul mercato vi segnalo la pagina “Mulini elettrici su Amazon“, si tratta di un assortimento molto completo ma i prezzi “sono quelli che sono”: con 180 euro si compra un buon mulino elettrico ma chi preferisce rifiniture in legno o necessita di elevate produzioni dovrà essere pronto a spenderne molto di più.

Se non vi interessa preparare farina integrale in casa potete impiegare alternative ai mulini: il macina caffè può rivelarsi utile per produrre farine a partire da semi o fiocchi d’avena. Analogamente anche il robot da cucina e i frullatori ad alta potenza possono aiutarvi a macinare graminacee tenere e leguminose in casa.

Un buon compromesso può essere l’acquisto di un macina granaglie da collegare al proprio robot da cucina. Tra gli accessori presenti sul mercato, quello dalle caratteristiche (e dal prezzo) più interessante mi è sembrato il Kenwood AT941A e così l’ho preso per provarlo sul mio cooking chef km070, il risultato è stato molto soddisfacente. L’accessorio citato è quello nella foto in alto.

Il prezzo ammonta a 86,70 € con spedizione gratuita e riesce a macinare cereali, semi, legumi e spezie. Non si tratta di un mulino elettrico ma di un macinino molto funzionale, può macinare le varietà di grano e di mais più tenere. L’acquisto è consigliato solo a chi ha già un robot da cucina e purtroppo il dispositivo non è compatibile con le classiche planetarie. Se dovete acquistare un robot da cucina ex novo, vi conviene di gran lunga prendere il mulino elettrico così da poter preparare anche le farine integrali in casa.

N.B.: per essere sicuri di comprare materia prima sana, potete rivolgervi ai gruppi d’acquisto solidali (gas) o a piccoli agricoltori.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche

Yucca: tubero e ricette

Semolino: proprietà e ricette

Pubblicato da Anna De Simone il 30 settembre 2015