Ecoincentivi 2012 per l’acquisto di elettrodomestici

Per tutelare l’ambiente sono stati disposti vari ecoincentivi, da quelli per il GPL e Metano fino ad arrivare agli ecoincentivi per l’installazione di pannelli solari e turbine eoliche con il Fondo Kyoto. Sono previste agevolazioni anche per le spese domestiche, a dimostrarlo sono gli ecoincentivi 2012 per chi acquista un nuovo elettrodomestico con consumi energetici ridotti.

I consumi energetici di una famiglia media, dipendono soprattutto dall’utilizzo di elettrodomestici. E’ proprio per ridurre tali consumi e diffondere la metntalità di risparmio energetico che  sono disponibili gli ecoincentivi 2012 per l’acquisto di elettrodomestici di Classe A.

GUARDA: LE FOTO DEGLI ELETTRODOMESTICI ECOLOGICI

Sul mercato sono presenti sempre più apparecchiature elettriche in grado di garantire un risparmio energetico, così, chi vuole acquistare uno di questi elettrodomestici, potrà usufruire degli ecoincentivi. Gli elettrodomestici meno inquinanti possono garantire un risparmio energetico del 50%, con una sensibile riduzione dei costi in bolletta. In più gli acquirenti potranno beneficiare di una riduzione fiscale del 55%.

Gli ecoincentivi 2012 per l’acquisto di elettrodomestici sono rivolti sia ai privati che alle imprese. Generalizzando si può dire che lo sconto fissato equivale al 20% del prezzo del prodotto. Nello specifico, vediamo che si possono avere fino a 130 euro di sconto per lavastoviglie e fino a 80 euro di agevolazione per i forni elettrici e piani di cottura. Agevolazioni di 100 euro per le cucine a gas e fino a 500 euro per le cappe climatizzate. 400 euro di sconto è previsto per chi vuole acquistere le pompe di calore destinate a provvedere al fabbisogno domestico di acqua calda.

GUARDA: LE FOTO DEGLI ASPIRAPOLVERE ECOLOGICI

Tali piani sono atti a garantire un sempre maggiore risparmio energetico e tutti possono accedervi; gli incentivi sono rivolti a chiunque acquisti elettrodomestici a risparmio energetico. Le condizioni? Se si acquista una lavastoviglie non dovrà essere inferiore alla classe AAA, per i forni elettrici la classe dovrà essere almeno la A, mentre i piani cottura dovranno essere muniti di dispositivo a risparmio energetico FSD, mentre le pompe di calore dovranno essere caratterizzate dal dispositivo COP 2.5 o superiore.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 aprile 2012