Differenza tra sushi, sashimi e nigiri (con foto)

differenze tra sushi sashimi nigiri

Differenza tra sushi, sashimi e nigiri: cos’è il nigiri e quali sono le differenze tra questa pietanza, il sushi e il sashimi. Un piccolo viaggio alla scoperta della cucina tipica giapponese e delle tante influenze subite nell’esportazione di questa cultura culinaria.

Sushi: che cos’è

Il sushi è un piatto a base di pesce fresco e riso. In Giappone esistono molti tipi di sushi: hayazushi, sushi di Mu, Jukusushi, nagiri sushi… Ogni tipo di sushi si caratterizza per determinate particolarità, per esempio, il sushi di Mu in genere è usato come pranzo al sacco e preparato con trote o salmone, il Jukusushi prevede l’uso anche di pesce cotto. Per questo, se proviamo a digitare su Google che cos’è il sushi molti blogger diranno che si tratta di un piatto tipico della cucina giapponese a base di riso e altri ingredienti come pesce, alghe, verdure o uova. E’ vero, perché in Giappone esistono così tante varietà di sushi da rendere questo termine fin troppo generico.

Sashimi: che cos’è

Il sashimi è un piatto tipico della cucina giapponese a base di pesce e molluschi tagliati a fette sottili. Esiste anche il sashimi di carne. In genere, questi ingredienti sono mangiati crudi o leggermente marinati, abbinati con salse e verdure.

Differenze tra sashimi e sushi

E’ facile da capire. Il sushi è una pietanza a base di riso e pesce. Il sashimi non ha il riso, si tratta solo di pesce, crostacei e molluschi. La particolarità del sashimi è che è nato come piatto a base di pesce freschissimo e privo di acido lattico.

I pesci pescati a strascico generalmente muoiono di morte lenta dando spazio alla produzione di acido lattico che va ad alterare la bontà delle carni. Per questo motivo, il pesce destinato alla preparazione del sashimi è pescato, tradizionalmente, con la lenza e poi infilzato con un colpo diretto al cervello, eseguito con una lama affilatissima. La parola sashimi, in Giapponese, significa appunto “corpo infilzato”.

differenza tra sashimi e sushi

Anche se il sashimi è un piatto tipico giapponese, noi del Meridione d’Italia abbiamo qualcosa di analogo. In Puglia e in Campania si mangia il polpo crudo, appena pescato e battuto sugli scogli per intenerire le carne. Si tratta di piccoli polpi di circa 200 gr di peso che vengono serviti crudi insieme ad altri crudi di mare come gamberi e crostacei.

Quindi, sì, il sashimi è un piatto tipico giapponese, soprattutto perché è tradizionalmente servito con wasabi, ma noi italiani abbiamo nella nostra cultura culinaria qualcosa di molto simile: crudi di mare, appena pescati, serviti crudi, senza alcuna marinatura e accompagnati da qualche spicchio di limone!

Nella foto in alto, un piatto di sashimi accompagnato da wasabi.

Sintesi: 
sushi
= pesce e riso
sashimi
= solo pesce e salse

Nigiri: che cos’è

Se sei stato attento nella lettura, avrai già capito che il nigiri nasce come un tipo di sushi, più pratico e veloce! Sì, perché si tratta di un taglio veloce da preparare: si tratta di riso compattato su cui poggia un taglio sottile di pesce crudo. In Giappone il nigiri è noto anche come Azusushi.

I tagli di pesce più usati per preparare il sushi nigiri sono: ricciola, branzino, pesce spada, tonno, salmone, gamberi, calamari, polpo, sardine ma anche crostacei e frutti di mare.

Non solo pesce, in Giappone il nigiri è preparato anche con carni, uova fritte, verdure… compresi germogli di bambù.

Differenze tra sushi e nigiri

Come ormai ti sarà chiaro, il nigiri è un tipo di sushi più rapido da preparare e composto tipicamente da una base di riso ovale su cui poggia del pesce crudo.

Il sushi è considerato un piatto più elborato del sushi nigiri perché può essere composto da rotoli di riso ripieni di pesce crudo e sapientemente avvolti in fogli di alga nori e connotazioni ancora più elaborate. Nella foto in basso, per esempio, vi è una rivisitazione californiana del classico sushi, cioè rotoli di riso ripieni di tonno e avocados, ricoperti da salmone e guacamole, serviti con wasabi e accompagnati da una ciotola di salsa di soia.

sushi cos e

Per molti intenditori, l’uso della salsa si soia andrebbe ad alterare eccessivamente il sapore naturale del pesce crudo e ancora di più, non andrebbe mai abbinato con wasabi.

Differenza tra sushi, sashimi e nigiri

Nella foto in apertura dell’articolo vi è un piatto che sfoggia sushi e nigiri. Noterai la semplicità del nigiri rispetto ai rotoli di sushi dove ogni singolo boccone può essere ulteriormente guarnito e arricchito con uova di aragoste, caviale e altre leccornie.

In sintesi:
Sushi: riso e pesce in rotoli e servito con elaborazioni varie.
Nigiri: tipo di sushi più semplice, dove una base di riso ovale è abbinata a del pesce crudo.
Sashimi: solo pesce crudo freschissimo.

Se vuoi portare la cucina giapponese in casa tua, ti consiglio di leggere i miei articoli dedicati alla soba, il dashi e al katsuobushi!

Pubblicato da Anna De Simone il 31 luglio 2018