Comparazione dei piani di cottura

piani di cottura

Comparazione dei piani di cottura: meglio fornelli a gas o elettrici? Piano di cottura a induzione, cottura radiante, piano in ceramica o cucina a pellet. Tante informazioni e recensioni per capire quale cucina rispetta meglio le nostre esigenze.

Diciamocelo, non esiste un piano di cottura migliore, tutto dipende dalle nostre esigenze e soprattutto dalle nostre aspettative in termini di consumi energetici, tipo di cottura, impatto estetico desiderato, ricerca di tecnologia e finiture particolari…. Oggi il mercato ne offre davvero pe ogni gusto! Quando rinnovate o arredate ex novo una cucina, potete scegliere tra:

  • piano di cottura a induzione
  • piano di cottura in vetroceramica (radiale o elettrico)
  • piano di cottura a gas
  • piano di cottura elettrico
  • piano di cottura a pellet

Piano di cottura a induzione

Partiamo subito dalla cucina a induzione, indubbiamente tra le più desiderate e discusse. E’ vero che gli ultimi modelli assorbono meno energia elettrica ma resta il fatto che chi considera l’acquisto di un piano di cottura a induzione dovrà comunque prevedere un ampliamento del contatore elettrico passando dal classico 3,3 kW al 4,2 kW. Per approfondire i temi prezzi e consumi dei piani di cottura a induzione, vi rimandiamo alle pagine:

– Piani di cottura a induzione, costi
– Cucine a induzione, cosnumi

vantaggi della cucina a induzione stanno nella facilità di pulizia, nella sicurezza dello stesso piano (non si corre il rischio di scottarsi… a meno che non tocchiate la pentola!) e… sono molto belli! Seppur efficienti, le cucine a induzione prevedono alti costi legati ai consumi e prezzo d’acquisto che varia dai 250 euro a circa 2.000 euro per i modelli più blasonati e all’avanguardia (che si interfacciano anche con lo smartphone!). Sul fronte sicurezza bisogna valutare che non è ancora chiaro se i campi magnetici generati dal piano di cottura a induzione possono rappresentare un rischio per la salute umana.

Piano di cottura in vetroceramica – elettrico

Il calore è prodotto da una resistenza elettrica che riscalda il piano cottura in corrispondenza della pentola. Non sono molto efficienti perché il processo di trasmissione del calore presenta molte dispersioni. Tra i vantaggi vediamo che è facile da pulire e ha prezzi molto più contenuti rispetto ai piani di cottura a induzione: si va da un minimo di 200 euro a un massimo di 900 euro.

Piano di cottura in vetroceramica – radiante alogeno

La cucina con radiante alogeno riesce a raggiungere elevate temperature in tempi più ristretti se confrontata a un piano di cottura elettrico. In questo contesto si scende ulteriormente di prezzo: i costi d’acquisto vanno da un minimo di 200 euro fino a 500 – 600 euro per i modelli più blasonati.

Piano di cottura elettrico

Meglio un piano di cottura elettrico o a gas?
Diciamo subito che il sentiero meno battuto è quello dei pianti di cottura elettrici: nell’ultimo anno solo l’8% delle cucine acquistate era dotata di piano di cottura elettrico! Il piano di cottura elettrico, in genere, è composto da quattro piatti o piastre, ognuna di differente potenza e che si fa comandare da manopole o pulsanti integrati nello stesso piano. Chi è in dubbio tra piano di cottura elettrico e a gas può scegliere la configurazione della cucina che prevede quattro postazioni a gas e una piastra elettrica centrale.

I vantaggi del piano di cottura elettrico sono diversi. Possono essere una buona soluzione per chi non ha la possibilità di alloggiare un accumulatore di gas in casa o in giardino e non ha l’aggancio alla rete del gas di città. I prezzi sono molto contenuti, quindi può essere acquistato per la seconda casa al mare o per una piccola residenza da dare in affitto. Il costo d’acquisto iniziale varia da 150 – 200 euro fino a 700 – 800 euro.

Piano di cottura a gas

In Italia sono i più diffusi, rappresentano circa il 92% dei modelli venduti nello scorso anno. Sono economici, pratici e funzionano con ogni tipo di pentola. Il prezzo varia da un minimo di 100 euro fino a un massimo di 700 euro per i piani di cottura a gas con rivestimento in materiale vetroceramico. Sono più difficili da pulire ma il prezzo di utilizzo è contenuto.

Termocucine a pellet

Si tratta di cucine in grado di riscaldare l’ambiente domestico, meglio definite termocucine. Le termocucine migliori possono funzionare come delle autentiche stufe a pellet che integrano un piano cottura!  Per tutte le informazioni vi rimandiamo all’articolo stufe a pellet con cucina.

Pubblicato da Anna De Simone