Come sigillare le finestre

Come sigillare le finestre

Come sigillare le finestre: istruzioni per applicare il silicone sigillante sul perimetro delle lastre di vetro così da isolare al meglio una finestra. Un semplice intervento di fai da te che vi aiuterà a risparmiare energia e denaro.

Sono diversi i punti critici che generano spifferi d’aria (ciminiera, prese elettriche, ingressi idraulici…) ma quelli più tenaci sono generati da un cattivo isolamento degli infissi (porte e finestre). Le finestre causano dispersioni termiche sia dal profilo in metallo o legno, sia dal perimetro del vetro. Se gli spifferi non provengono dalla zona perimetrale della lastra di vetro, potete seguire la guida Come eliminare gli spifferi di porte e finestre per sigillare il profilo degli infissi. In questa pagina vedremo come sigillare le finestre applicando un apposito silicone sigillante. La medesima guida può essere sfruttata per sigillare il box doccia e arrestare eventuali perdite.

Come sigillare le finestre

Per eseguire questa riparazione fai da te ti servirà una pistola per silicone (si rompono molto facilmente, quindi compratene due o scegliete un modello più resistente) e del sigillante (lattice acrilico, silicone o mastice in silicone). Per sigillare le finestre, scegli una giornata di sole con temperature comprese tra i 7 e 24 °C così da applicare il materiale sigillante in condizioni ideali.

Eliminate il vecchio sigillante

La prima cosa da fare consiste nell’eliminare tutto il vecchio sigillante dagli infissi. Pulite a fondo le superfici per far aderire il sigillante in modo migliore. Per rimuovere il sigillante, usate una spatola e una spugna per eliminare gli ultimi residui.

Riparate il profilo della finestra

Se il profilo delle finestre presenta delle irregolarità (buchi di ruggine in caso di infissi in metallo o marciume in caso di infissi in legno), riparale. Per la riparazione degli infissi in legno potete sostituire interi listelli in materiale legnoso (se il danno è esteso) oppure impiegare dello stucco per il legno se la discontinuità è minima. Lo stesso principio va applicato agli infissi in metallo. I grossi buchi causati dalla ruggine possono essere tappati con lamine di metallo da far aderire con del mastice in poliuretano, mentre i buchi più piccoli e le rientranze possono essere colmate con dello stucco per metallo. Per altre istruzioni vi rimando all’articolo su come riparare buchi della ruggine.

Preparate la pistola per silicone

Scegliete con attenzione la pistola per l’applicazione del sigillante. I modelli più economici tendono a rompersi facilmente e richiedono una notevole forza per l’applicazione. Vi consiglio di comprarne almeno due se prendete quelle a buon mercato così da non dover sospendere i lavori nel probabile caso in cui si dovesse rompere. In alternativa comprate un modello più robusto e resistente come la Pistola per Silicone Wolfcraft mostrata nella foto in basso.

pistola per silicone finestre

Questa pistola si compra su Amazon per circa 14 euro (spese di spedizione gratuite) e prevede un sistema di fissaggio intelligente che consente di ridurre la forza per consentire la fuoriuscita omogenea del silicone. Purtroppo quando si applica il sigillante si tendono a lasciare sbavature, queste dipendono molto dalla pressione che esercitiamo e dalla qualità della pistola: vi ho segnalato la wolfcraft proprio perché dispone di un sistema “salva-sbavature” che frena la fuoriuscita di silicone superfluo quando smettete di esercitare pressione. Molto utile per sigillare le finestre o il perimetro del box doccia senza uscire dai margini.

Preparate il tubo

Tagliate la punta del tubo, il tagliatto deve essere inclinato a 45° e a circa 5 mm dalla punta dello stesso tubo. In genere, i tubi di silicone (tipo Saratoga) dispongono di un sigillo di protezione, usate un chiodo per forarlo e iniziate ad applicare il materiale.

Applicate il sigillante

Come sigillare una finestra? Semplice, con la punta del tubo, applicate il silicone a partire da un angolo della finestra all’altro. Applicate il silicone seguendo una striscia continua e distribuendo il materiale in modo omogeneo fino a riempire lo spazio vuoto.

Rimuovete il sigillante in eccesso

Usate una stecca di legno per lisciare il sigillante ed eliminare quello in eccesso. Questo passaggio va fatto appena dopo l’applicazione. I tempi di indurimento variano da produttore a produttore.

Pubblicato da Anna De Simone