Detersivi fai da te per far splendere l’acciaio inox

detersivi fai da te acciaio inox

Detersivi fai da te acciaio inox: soluzioni naturali al 100% e molto economiche per conservare in perfetto stato l’acciaio presente in casa. Provateli e vedrete che efficacia!

Per pulire l’acciaio non necessariamente dobbiamo ricorrere a prodotti o detergenti specifici che troviamo nei banchi del supermercato. Sappiamo bene quanto questi prodotti possano rivelarsi nocivi per l’ambiente e magari procurare irritazioni alla cute della nostra pelle.

Perché non preparare dei detersivi fai-da-te per la pulizia dell’acciaio? Esistono prodotti naturali come per esempio l’aceto, l’acido citrico, il bicarbonato in grado di recuperare la brillantezza dell’acciaio presente in casa. In questa pagina vogliamo illustrarvi alcuni trucchi che tutti possono usare per mantenere lo splendore del vostro acciaio. Prendete appunti!

Come far splendere l’acciaio, detergenti fai da te

Limone

Grazie alle sue qualità disincrostanti, questo agrume viene molto impiegato nella pulizia della casa soprattutto se si tratta di oggetti in acciaio incrostati dal calcare.

  • L’impiego

Tagliare un limone a metà e strofinarlo su tutta la superficie, fino a inumidirla del tutto.
Risciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno pulito. Prima di procedere al trattamento, pulire come di consueto l’oggetto che si vuole far splendere

Aceto bianco

Le proprietà antibatteriche dell’aceto bianco e i suoi composti acidi aiutano a eliminare eventuali macchie presenti sull’acciaio.

  • Impiego

Con l’aiuto di un panno imbevuto nell’aceto puro, strofinare le superfici interessate, assicurandovi che siano asciutte. Non risciacquare dopo l’uso. Ripetere quest’operazione più volte a settimana per preservare in buono stato il vostro acciaio.

Sale grosso

Il sale grosso può essere impiegato come alternativa per rimuovere le macchie e la sporcizia da diverse superfici domestiche. Se avete un lavello in acciaio assicuratevi che sia antigraffio. In caso contrario, limitatevi alla rubinetteria e alle stoviglie. Per un’azione più efficace, potete inumidirlo con un po’ di aceto bianco.

  • Impiego

Preparare una crema con un mix di sale grosso e aceto, applicare sulle superfici da pulire e lasciare agire per 5 minuti.
Risciacquare con acqua tiepida poi lucidare l’acciaio con un panno.

Farina

Molti non sanno che anche la farina, mescolata all’aceto, è un ottimo detergente per pulire l’acciaio.Le sue proprietà facilitano l’eliminazione delle macchie di calcare, lasciando l’acciaio pulito e spelndente.

  • Impiego

Preparare una miscela cremosa unendo la farina all’aceto. Strofinare il composto sulle superfici interessate e lasciare agire per 5 minuti. Risciacquare poi asciugare con un panno.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato è diventato ormai un prezioso alleato nelle faccende domestiche. Anche per l’acciaio questa magnifica polvere bianca si rivela efficace; oltre a rimuovere lo sporco, è in grado di eliminare le macchie di calcare e donare brillantezza all’acciaio.

  • Impiego
  1. Preparare un impasto mescolando del bicarbonato di sodio con dell’acqua o del succo di limone
  2. Applicare il composto sulle superfici con l’aiuto di un panno.
  3. Lasciare agire per 10 minuti e risciacquare

Aceto e bicarbonato di sodio

Altro abbinamento indovinato è il bicarbonato di sodio con l’aceto bianco.
Useremo questo mix per eliminare le macchie, ridurre la presenza di funghi e rimuovere le incrostazioni presenti sui rubinetti.

A differenza dei prodotti precedenti, non strofineremo con un panno ma li lasceremo in ammollo.

  • Cosa ci occorre

-50 grammi di bicarbonato di sodio
-250 grammi aceto bianco
-1 busta antigoccia
-1 fil di ferro ricoperto di gomma

  • Come procedere
  1. Dopo aver preparato il detergente fai da te, versare il prodotto nella busta
  2. Posizionare la busta sulla testa del rubinetto in modo da immergerla nel liquido
  3. A questo punto fissare la busta con il fil di ferro, in modo che stia ben ferma
  4. Lasciare in ammollo per tutta la notte o per almeno tre ore.
  5. Fatto ciò, strofinare il rubinetto con uno spazzolino
  6. Sciacquare e asciugare con un panno

Pubblicato da Anna De Simone il 22 maggio 2016