Come potare le siepi

come potare le siepi
Le siepi rappresentano una sorta di barriera vegetale costituita da piante che vengono fatte crescere a distanza ravvicinata in modo da avere un aspetto compatto. Esse si rivelano molto utili nel delimitare gli spazi e garantire la privacy dello spazio verde. Con l’arrivo della primavera, alcune piante da siepe vanno potate: procedura necessarie per avere una crescita rigogliosa nel periodo estivo. A tal proposito vi daremo alcuni suggerimenti utili su come potare le siepi nella maniera giusta.
Per approfondimento|Come realizzare una siepe e tipi di siepe fiorita


Come potare le siepi, tipologia siepe
Per creare una siepe possiamo ricorrere ad alcune specie come per esempio conifere, piante da fiore o che producono bacche colorate.
Le siepi possono essere classificate in quattro tipologie: spinose, irregolari, ornamentali e sieponi, caratterizzati da un significativo sviluppo in altezza.

Come potare le siepi, il periodo
La potatura viene eseguita in periodi differenti cioè in base alla tipologia di siepe:

  • le specie che producono bacche, la potatura va eseguita in inverno prima della fioritura
  • le siepi di carpino vanno potate a marzo
  • le siepi sempreverdi vanno potate a fine inverno e poi a fine primavera
  • le siepi di tamerice vanno potate in primavera
  • le siepi di bosso a giugno e settembre.

Come potare le siepi, le indicazioni
Come vi abbiamo già accennato la siepe richiede qualche intervento di potatura, soprattutto se si tratta di specie che si sviluppano più velocemente. Con la potatura possiamo creare delle forme, mantenerle compatta e controllarne la crescita.
In primo luogo, la potatura serve per agevolare la formazione di nuovi germogli
Successivamente, dopo almeno tre anni, si dovrà intervenire per indirizzarne meglio la crescita.

  • Per le piante con una crescita vigorosa, la potatura va fatta alla base, poi vanno sfoltite in cima e ai lati durante il periodo estivo: durante la crescita, è preferibile lasciare i rami corti, dopo il terzo anno in poi sarà sufficiente regolare la chioma in volume e in altezza.
  • Le siepi sempreverdi presentano una crescita più vigorosa pertanto necessitano di maggiori interventi nel corso dell’anno
  • Le siepi rampicanti vanno potati invece in maniera netta a fine inverno o all’inizio della primavera, tenendo sempre sotto controllo la crescita disordinata dei rami.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 marzo 2014