Come mantenere l’abbronzatura

Come mantenere l'abbronzatura

Come mantenere l’abbronzatura è una domanda che ci si fa verso la fine dell’estate anche se sarebbe meglio iniziare a pensarci all’inizio, visto che alcune strategie sono “preventive”. Vediamo cosa si può fare quando la stagione è quasi terminata e quali trucchi possiamo invece annotare per le estati future.



Come mantenere l’abbronzatura

L’abbronzatura si mantiene mangiando, mangiando cibi che contengono sostanze adatte. Li si riconosce perché hanno un colore arancione o giallo e sono soprattutto frutti e o verdure. Troviamo nella lista dei consigliati carote, peperoni, mango, albicocche ma anche i frutti rossi e la frutta secca.

Nel condire i piatti, ricordiamoci che l’olio d’oliva aiuta il nostro corpo a mantenere una buona idratazione e quindi anche l’abbronzatura. Durante l’estate è utile, per capire come mantenere l’abbronzatura, bere acqua e qualche centrifugato per avere da subito una pelle morbida e idratata, anche l’acqua detox è perfetta.

Una volta rientrati dalle ferie, pensando a come mantenere l’abbronzatura, è bene cercare di stare all’aperto il più possibile, per quanto ce lo si può permettere. Nel fare la doccia, da evitare lo strofinamento dell’asciugamano sulla pelle, meglio tamponare con delicatezza.

Come mantenere l'abbronzatura

Come mantenere l’abbronzatura a lungo

Per rendere l’abbronzatura più longeva possibile meglio evitare i bagni troppo caldi che alla lunga seccano la pelle e possono portare alla desquamazione. Al contrario usare un esfoliante naturale aiuta a mantenere l’abbronzatura perché elimina cellule morte e lascia che la pelle resti idratata.

Allora “addio abbronzatura!”, meglio fare docce veloci e con acqua tiepida. Oltre all’acqua calda, un nemico di chi vuole imparare come mantenere l’abbronzatura è l’aria condizionata, sempre per lo stesso motivo: secca la pelle e danneggia l’abbronzatura. I profumi che contengono alcool seccano molto la pelle e possono essere sostituiti da più delicate acque profumate.

Come mantenere l’abbronzatura: crema

Anche la crema da una mano quando si tratta di abbronzatura e non serve solo dopo ma anche prima e durante l’estate. Una buona crema protettiva è un preludio ad una pelle ambrata o dorata che durerà poi a lungo se continuiamo a spalmarci di prodotti di qualità e adatti.

Dobbiamo assicurarci di evitare scottature e di restare con la pelle idratata per tutta la stagione, una volta rientrati, continuiamo a prenderci cura della nostra abbronzatura con doposole e creme per la pelle come questa della Bilboa doposole nutriente alla calendula, disponibile anche su Amazon a 13 euro, in confezioni da 200 ml.

Come mantenere l’abbronzatura: lampade

Non sono necessarie per mantenere l’abbronzatura ma c’è chi preferisce questa ad altre strategie meno “invasive”. Il consiglio è quello di non esagerare con le esposizioni, basta una lampada alla settimana e scegliamo un centro che ne faccia in condizioni di sicurezza e igiene. Di solito per il mantenimento del colore abbronzato si fanno lampade ad alta pressione.

Come mantenere l’abbronzatura: prodotti naturali

Tra gli oli per la pelle più efficaci, quando si parla di come mantenere l’abbronzatura, troviamo citati quello di germe di grano, ottimo per la pulizia e l’idratazione del viso, e quello di avocado, con cui massaggiare ogni sera il corpo anche miscelandolo con alcune gocce di olio di jojoba o di olio d’oliva.

Come mantenere l'abbronzatura

Prodotti a base di Burro di karitè aituano molto a mantenere la tintarella se applicati alla sera, dopo la doccia, mentre la doccia, o il bagno, si possono fare aggiungendo all’acqua il tè nero che fa risaltare il colore quasi immediatamente. Molto richiesti alla fine dell’estate, creme e oli con mallo di noce, colorante naturale, oppure il gel d’aloe vera che rende durevoli le abbronzature idratando e profumando la pelle tutti i giorni.

Come mantenere l’abbronzatura leggendo

Anche un buon libro può aiutare a mantenere una bella abbronzatura poiché ci può fare compagnia senza farci annoiare mentre stiamo al sole. Ecco quindi alcune letture da ombrellone, ce ne è per tutti i gusti. Chi ama stare al mare e leggere di mare ma non del solito mare può farsi invitare nel bel bed & breakfast delle Due Sirene stanche leggendo il libro di Federica Brunini “Due sirene in un bicchiere“.

Ci sono invece persone che aspettano l’estate per leggere libri “tosti” che non per forza devono essere dei grandi classici antichi come Anna Karenina o Il Rosso e il Nero ma anche dei libri moderni, attuali, ma che lasciano un certo segno nell’anima. Altri che segno del costume su una abbronzatura. Mi riferisco ad esempio all’ottimo libro di Tara Westover: “L’educazione“.

Appena uscito, leggero ma profondo al tempo stesso, un ottimo compagno di abbronzatura è anche il nuovo libro della giapponese Banana Yoshimoto: Le sorelle Donguri. Questi sono solo un paio, anzi tre consigli titolati, ma il consiglio che vi chiedo di ascoltare è più generale: leggete! Per magia, l’abbronzatura secondo me poi dura di più, è una mia ipotesi non provata ma che io sostengo con convinzione,

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 agosto 2018