Coltivare pomodori in casa

Coltivare pomodori in casa

Coltivare pomodori in casa: le istruzioni per avviare una piccola coltivazione di pomodori in casa, sul davanzale della finestra o in balcone. Ciò che serve per coltivare pomodori in casa sono cose semplice come luce, terriccio, acqua e buona volontà.

Un pomodoro coltivato in casa può dare grandi soddisfazione al palato. Di certo avrà un gusto fresco, naturale e al momento del raccolto avrà il grado di maturazione desiderato. La coltivazione del pomodoro in casa può essere divertente quindi non esitate a coinvolgere eventuali bambini e sarà bello, per loro, avere le mani sporche di terriccio!



E’ possibile coltivare pomodori in casa anche in inverno, in queste circostanze, però, sarà necessario predisporre una lampada in grado di fornire alle piante 12 – 16 ore di luce al giorno. Chi intende coltivare il pomodoro in casa in primavera, potrà accontentarsi del davanzale della finestra, purché questa sia esposta a sud o sud-ovest: il pomodoro ama la luce e il sole. Iniziata a coltivare i pomodori quando le temperature non scendono sotto i 18 °C.

Per la coltivazione dei pomodori in casa prestate attenzione fin dalla scelta della varietà: pomodori a crescita determinata sono più facili da gestire con la coltivazione in vaso, si accrescono in un periodo relativamente breve, tuttavia offrono pomodori maturi “tutti in una volta” senza consentire un raccolto scalare. I pomodori a crescita determinata si adattano molto meglio alla coltivazione in vaso e sono perfetti per chi è alle prime armi con il giardinaggio. 

Le varietà a crescita indeterminata necessitano di più spazio, producono pomodori a scalare ma, se coltivati in vaso, richiedono più cure per il controllo della crescita. Per la coltivazione in vaso, consiglio quelle varietà più piccole.

Dopo aver scelto la varietà di pomodori da coltivare in casa, passate al vaso e al tutore. Anche il vaso dovrà essere scelto con premura e l’altezza del tutore dovrà essere proporzionale alle vostre aspettative di crescita. Anche se spesso consiglio di scegliere vasi di terracotta, per la coltivazione in caso dove è necessario poter spostare la pianta in modo semplice (per pulire i ripiani, irrigare senza pasticciare…), è meglio scegliere un vaso di plastica. Per coltivare pomodori in casa segnaliamo due vasi con sistema autoirrigante e tutore integrato.

Vaso per pomodori con tutore a torre – h. 120 cm
Pro: si tratta di un vaso leggero, facile da spostare e da gestire in casa. Dispone di una struttura in grado di sorreggere la pianta evitando che i frutti possano cadere. Grazie al sistema autoirrigante non sarà necessario provvedere a innaffiature quotidiane ma basterà ricaricare, salturiamente, il serbatoio del vaso.
Contro: sebbene su Amazon possano trovarsi a prezzi di gran lunga inferiore di quelli proposti sul mercato, il costo del vaso resta un “contro”. Il vaso si fa pagare 19 euro con spese di spedizione gratuite.

Vaso per pomodori con tutore a torre – h. 90 cm

I pro e i contro restano gli stessi visti in precedenza. Il prezzo si aggira intorno ai 18 euro e consiglio l’acquisto di questo prodotto solo se avete problemi di spazio. I 30 cm supplementari possono essere molto utili per chi non intende coltivare varietà nane.

Vaso con Traliccio da balcone
Chi vuole coltivare più piante di pomodoro in casa, questa volta in terrazza a o in balcone, può approfittare di questo grosso vaso con tralicci di supporto, perfetto per tutte le piante rampicanti (cetrioli, piselli, pomodori…). Il prezzo è di circa 35 euro e anche questa volta le spese di spedizione sono gratuite.

Per tutti i consigli sulla coltivazione segnalo l’articolo guida su come coltivare il pomodoro in vaso o coltivare pomodori in terrazzo.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 agosto 2015