Guida alla coltivazione dei pomodori in casa

coltivazione pomodori in casa

Come coltivare pomodori in casa, sul davanzale della finestra o in balcone. Ecco una guida alla coltivazione dei pomodori in casa, consigli per abbondanti raccolti anche in inverno!

I pomodori non dovrebbero mai mancare nella nostra alimentazione; oltre ad essere un ingrediente importante per molte ricette, sono ricchi di micronutrienti necessari per la salute dell’organismo. I pomodori sono facilmente reperibili in commercio ma non sempre possiamo essere certi riguardo la loro provenienza. Per essere sicuri al 100% della qualità, possiamo valutare di coltivarli in casa, anche se abitiamo in città!

Coltivazione del pomodoro in casa

Coltivare pomodori in casa anche in inverno: dal tipo di vaso alla qualità del terreno, ecco tutte le indicazioni per coltivare i pomodori nel proprio terrazzo.

Coltivare i pomodori in casa ci consente di beneficiare di prodotti privi di pesticidi e altri prodotti chimici usati dall’industria per conservarli freschi più a lungo. A tal proposito vi daremo tutte le indicazioni sulla coltivazione dei pomodori in casa.

Dimensioni del vaso

Nella coltivazione del pomodoro in casa, il vaso riveste un ruolo fondamentale. È preferibile optare per un vaso alto almeno 45 cm e largo in proporzione per agevolare la crescita delle radici . L’ideale sarebbe usare un vaso di plastica, così potremo spostarlo più facilmente. Non dimenticate però, di mettere un sottovaso o un piatto sotto il vaso per raccogliere l’acqua in eccesso.

Il vaso inoltre deve essere dotato di buchi sul lato inferiore così da poter garantire un buon drenaggio ed evitare problemi dovuti a un eccesso di umidità della terra.
Per evitare che il sostrato non cada nei buchi, è bene posizionare una piccola rete sul fondo del vaso.

Terriccio

Evitate l’impiego di terra raccolta dal giardino o da qualsiasi altro posto, potrebbe contenere funghi e virus che danneggiano la pianta. In più, il pomodoro in vaso dispone di poco substrato, meglio fornirgli del terreno di qualità. Preparate un mix con un 60% di fibra di cocco e un 40% di humus di lombrico, oppure acquistate un terriccio specifico per pomodori.

Messa a dimora

1) Riempite un terzo del vaso con il mix che avete preparato precedentemente.
2) Posizionate la pianta di pomodoro poi aggiungete altra terra, fino a ricoprire le radici.
3) Premete leggermente sul terreno per sostenere bene la pianta.

Irrigare il pomodoro in vaso

Appena dopo l’impianto, è bene innaffiare in modo abbondante la piantina così da inumidire bene tutto il terreno. Evitate però di bagnare le foglie, il fusto e la base della pianta e innaffiate solo intorno. Successivamente non sarà necessario innaffiare tutti i giorni. Dipenderà dall’umidità che conserva.

Per capire con che frequenza irrigare il pomodoro in vaso, controllate spesso il terreno e assicuratevi che sia sempre leggermente umido. Evitate, però, di innaffiarlo troppo, meglio somministrare poca acqua e spesso che far intervallare giorni di siccità a giorni di “acquazzoni irrigui”. Il pomodoro va irrigato con costanza.

Sostegni e tutori

Per garantire una buona crescita alla pianta, dovrete installare un sostegno che la aiuti a crescere dritta. Il sostegno aiuterà la pianta a crescere e a mantenersi solida. Il sostegno dovrà essere piccolo perché per la coltivazione in casa dovete scegliere necessariamente varietà di pomodori a crescita determinata e quindi dallo sviluppo contenuto.

Fertilizzante per pomodori

In commercio esistono un gran numero di concimi ma attenzione a scegliere quello giusto. Una corretta concimazione aiuta a esaltare il sapore del pomodoro e a ottenere raccolti abbondanti.

Tra i migliori concimi per pomodori presenti sul mercato vi segnalo il  Maxicrop, la confezione da un kg si compra su Amazon al prezzo di 11,76 euro con spese di spedizione gratuite.

Come concimare i pomodori in vaso? Aggiungete un cucchiaino di prodotto (circa 2 grammi) al vaso. La dose è indicata per vasi da 30 cm. Se state coltivando pomodori in una fioriera più grande, aumentate le dosi in proporzione (per esempio, 4 grammi per 60 cm, 6 grammi per casse da 80 cm…).

Questo concime è ottimo perché riesce ad apportare i nutrienti necessari a sostenere la crescita del pomodoro in vaso anche in ambienti “poco naturali” come quello domestico. In particolare il concime segnalato apporta:

  • Azoto (8%)
  • Fosforo (5%)
  • Potassio (6%)
  • Calcio (15%)
  • Manganese (5%)
  • Magnesio (6,5%)

Per tutte le informazioni vi rimando alla scheda del prodotto: Maxicrop concime naturale.

Sentitevi liberi di fare le vostre valutazioni prima dell’acquisto, l’importante è che quando scegliete un fertilizzante per pomodori vi siano annoverati gli stessi nutrienti, anche se presenti in percentuali leggermente differenti (ogni produttore ha la sua formulazione).

La concimazione del pomodoro è fondamentale ancor più quando si coltiva il pomodoro in casa, in inverno.

Raccogliere pomodori in vaso e maturazione

Man mano che i pomodori maturano potranno essere raccolti. Ma attenzione alla varietà di pomodoro che state coltivando in vaso. Alcuni pomodori non maturano del tutto e, quando ciò accade, dovrete tagliarli con un pezzetto di ramo e lasciarli in un luogo fresco fino a che non sono del tutto maturi.

Coltivare il pomodoro in casa in inverno

E’ possibile coltivare pomodori in casa anche in inverno, in queste circostanze, però, sarà necessario predisporre una lampada in grado di fornire alle piante 12 – 16 ore di luce al giorno.

Posizione dei vasi di pomodoro in casa

Chi intende coltivare il pomodoro in casa in primavera, potrà accontentarsi del davanzale della finestra, purché questa sia esposta a sud o sud-ovest: il pomodoro ama la luce e il sole. Iniziata a coltivare i pomodori quando le temperature non scendono sotto i 18 °C.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 giugno 2017