Clumber Spaniel: carattere e allevamenti

clumber spaniel

Clumber Spaniel, un cane da caccia conosciuto quasi esclusivamente in Inghilterra e in Francia. Eppure è molto apprezzato e sarebbe ben lieto di andare ad esplorare nuovi territori, coraggioso e vivace come si mostra, ed è. Iniziamo a conoscerlo, sperando che anche in Italia arrivi e spopoli come altri suoi colleghi Spaniel. Oggi è presente, ma poco allevato, anche negli Stati Uniti, si distingue tra suoi simili perché molto attivo ma sempre con un’espressione che ha un che di pensieroso. Chissà cosa starà progettando!



Clumber Spaniel: origini

Classificata nel gruppo dei cani da cerca e cani da acqua, la razza del Clumber Spaniel è di origini inglesi e nasce come incrocio “interno” tra cani da caccia utilizzati in Francia per battere il terreno e per il riporto. Esatto, la razza viene ufficialmente attribuita alla Gran Bretagna ma i primi esemplari di Clumber Spaniel sono nati dall’unione tra Spaniel delle Alpi e “Bassetti francesi”.

In Inghilterra questo cane,non ancora ufficialmente nominato, arriva alla fine del XVIII secolo a causa della Rivoluzione. Infatti il duca di Noailles che allevava il Clumber Spaniel per salvarlo lo ha spedito a malincuore ma per il bene dei suoi amici a quattro zampe, al suo amico duca di Newcastel.

A Clumber Park ed ecco il nome della razza e l’ufficialità. E il passaporto inglese. Ovviamente gli inglesi a loro volta non sottoscrivono questa versione della storia del Clumber Spaniel e non hanno alcuna intenzione di ammettere che i primi esemplari siano made in France.

Senza metter voce nelle diatribe tra i due popoli, possiamo ammirare esemplari di Clumber Spaniel in dipinti già risalenti al 1788: si tratta di una razza che piace da anni, anche a tanti di sangue blu come il principe Alberto e suo figlio, re Edoardo VII e anche a Giorgio V.

clumber spaniel

Clumber Spaniel: caratteristiche

Il Clumber Spaniel è un cane di media taglia con un fisico nell’insieme piuttosto proporzionato, robusto e con una evidente ossatura pesante. Non si può certo parlare di animale slanciato e longilineo ma neanche di cane tarchiato. L’altezza al garrese secondo lo standard ufficiale va dai 48 ai 51 cm, per un maschio il peso forma corrisponde ai 34 kg, per la femmina circa 30.

Il tronco dei Clumber Spaniel è lungo e sembra pesante dato che si avvicina a terra, il dorso è però dritto, largo e lungo. Gli arti sono muscolosi, soprattutto quelli posteriori si notano perché molto potenti e sviluppati. Anche i piedi sono caratteristici, grandi, rotondi e ricoperti di pelo. Le gambe un po’ più corte dell’ideale e il corpo un po’ allungato, regalano al Clumber Spaniel una andatura piuttosto oscillante che lo rende particolarmente simpatico ma non goffo, la coda accompagna con ritmo, ben frangiata, non scompostamente.

Passando alla testa di questo raro Spaniel Inglese , è squadrata e massiccia proprio come tutto il cranio e sono evidenti sia le arcate sopraccigliari accentuate che uno stop profondo. Le labbra appaiono ben sviluppate e il tartufo piuttosto ampio non è del solito color nero bensì color carne. Le mascelle del Clumber Spaniel sono molto sviluppate ma la dentatura appare perfetta, dalla testa spuntano delle orecchie a forma di foglia di vite, sono grandi e coperte di abbondante pelo dritto, cadono in avanti ma non troppo. Gli occhi sono leggermente infossati ma lo sguardo è pensieroso e limpido, mai cupo, color ambra scuro, leggermente infossati.

Per quanto riguarda il pelo del Clumber Spaniel, come possiamo immaginare da piedi, coda e orecchie, è abbondante, fitto e diritto. Lo standard ufficiale della razza come colori ammessi indica il bianco, innanzitutto, con macchie limone, ma va bene anche l’arancio. Se il nostro Clumber Spaniel mostra macchie piccole sulla testa e picchiettature sul muso, è cosa tollerata.

clumber spaniel

Clumber Spaniel: carattere

Tra i vari Spaniel il nostro Clumber si distingue perché particolarmente coraggioso e determinato.Sì, siamo davanti ad un cane che può ben essere definito stoico quando svolge il proprio lavoro sul campo, e in generale in ogni contesto, sempre coerentemente forte, energico, generoso e molto intelligente.

Ha talento, il nostro Clumber Spaniel, ma è anche molto dedito ai suoi compiti di cane da caccia, è quindi molto apprezzato, anche come guardiano, Negli ultimi anni, mostrando un atteggiamento molto calmo, affidabile, dignitoso, ha convinto molti di essere anche cane da compagnia desiderabile e non ha finto. Chi lo ha, lo può confermare: il Clumber Spaniel ben si ambienta in appartamento, non ha mai tendenze aggressive e si addestra facilmente. Anche con i bambini, sa comportarsi ed è un compagno di giochi pieno di energia.

Nei confronti del padrone è sempre fedele e affettuoso, perfino con gli altri cani è molto socievole. L’ideale è ospitarlo dandogli la possibilità di avere un giardino ma anche un appartamento può andare, a patto che gli promettiamo tante passeggiate.

Clumber Spaniel: allevamenti

Razza poco diffusa in Italia, il Clumber Spaniel è allevato solo nel pavese secondo quanto indicato dal sito ufficiale di ENCI che suggerisce l’allevamento Bear’s Bay. In Italia nell’ultimo decennio la massima presenza registrata da ENCI per questo cane sfiora la decina di esemplari, è facile immaginare quindi che al momento pochi allevamenti tengano questa razza.

clumber spaniel

Clumber Spaniel: cuccioli

Se siete impegnati nella difficile impresa di trovare un cucciolo di Clumber Spaniel in Italia, cominciate a valutarne anche i possibili difetti. Alcuni da perfezionisti, altri no. I più ricorrenti indicati dallo standard ufficiale della razza sono ad esempio il prognatismo, la mancanza di denti, una testa troppo lunga, l’andatura scorretta, un carattere timido o pauroso, testa e cranio sproporzionati rispetto al tronco.

Anche colori che non siamo quelli già indicato, non devono comparire su corpo del Clumber Spaniel, niente occhi molto chiari, poi, e neanche orecchie piccole o portate scorrettamente.

Clumber Spaniel: prezzo

Per conoscere il prezzo di questa razza ciò che conviene fare è rivolgersi direttamente agli allevamenti che la tengono. Difficile valutarlo rifacendosi ad altri Spaniel più popolari perché di certo la quasi irreperibilità di esemplari di Clumber Spaniel nella penisola fa lievitare le cifre in gioco. Resta comunque un cane da conoscere e su cui puntare in futuro, aspettando il suo momento di popolarità.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 25 giugno 2016