Caviale vegetale: pianta e prezzo

Caviale vegetale

Caviale vegetale, può essere ottenuto dalle alghe oppure da una pianta, cambia il prezzo e anche il sapore ma si tratta in entrambi i casi di interessanti alternative per chi ha scelto un regime alimentare vegetariano. Per chi invece non si fa problemi a mangiare pesce, resta sempre valida e gustosa la versione classica. Il caviale ottenuto da uova di storione, lompo e salmone.



Il caviale vegetale che non deriva dalle alghe è il caviale di agrume, ha un gusto acidulo, tra quello del limone e quello del pompelmo, e la buccia viene usata anche come spezia, essiccata. Anche le foglie possono essere utilizzate in cucina, per aromatizzare le bevande.

Caviale vegetale pianta

Il caviale vegetale di agrume è ricavato da un frutto di origine australiana e viene denominato “Citrus Caviar”, “limone caviale“, “Finger Caviar”, oltre che “Caviale di Agrume”. Sia la forma sia la consistenza delle sue componenti interne ricordano molto il caviale vero e proprio, dentro al frutto ci sono infatti delle sferette succose che, una volta aperto, sgorgano fuori. Possono anche avere colori diversi, dal bianco, al giallo, al rosa ed al rosso, fino al verde.

Caviale vegetale: prezzo

Il caviale di agrume non viene prodotto in Italia ma se ne importano direttamente solo i frutti dalla California o dall’Australia. In queste due terre di origine dell’alimento e della pianta, si usano molto le sferette di simil caviale anche per la decorazione di piatti, per la preparazione di marmellate, per la guarnizione di tartine e per la realizzazione di cocktail.

caviale vegetale prezzo

 

Caviale vegetale: vendita

Non è facile trovare in commercio il caviale vegetale di agrume. Va cercato con il nome di Citrus Caviar, quello più frequentemente riportato in etichetta e una delle aziende che più probabilmente riesce a portarlo anche in Italia è olandese e si chiama Nature’s Pride. Va tenuto conto anche delle stagioni, quando il frutto proveniente dalla California, è disponibile a partire dal mese di dicembre.

Caviale vegetale: ricetta

Per preparare il caviale vegetale, ecco la ricetta, in un articolo dedicato.

Caviale vegetale di alghe

Il caviale vegetale di alghe è forse il più noto e si affianca a quello di agrumi, ancora poco conosciuto dalle nostre parti. Per produrre caviale vegan dalle alghe serve l’alga kelp, caratteristica dell’Oceano Atlantico e delle coste scandinave, di colore scuro e dall’odore salmastro. Oltre ad essere l’ingrediente essenziale per il caviale vegetale , questa alga ha molte interessanti proprietà tra cui quelle rimineralizzante ed antinfiammatoria. Funziona anche come cura contro la cellulite e come integratore di iodio, contiene fitosteroli, polifenoli e le vitamine A, B1, B2, C, D ed E.

Il caviale di alga kelp non ha delle proprietà simili a quelle del caviale, a parte il sapore, per il resto non contiene nessun ingrediente di origine animale ed è un alimento cruelty-free. Da spalmare sulle tartine è perfetta, ma si può utilizzare in cucina in vari modi, anche abbinata alla frutta.

Caviale vegetale

Caviale vegetale Ikea

Uno dei luoghi in cui abbiamo più probabilità di trovare il caviale a base di alghe è l’Ikea che nella sua bottega alimentare tiene spesso questo prodotto, sotto il nome di Tangkorn. Con il nome di Vegan Caviar o Cavi-Art possiamo cercarlo anche in alcuni negozi specializzati esteri.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche Limone caviale

Pubblicato da Marta Abbà il 6 ottobre 2017