Mobilità aerea, arrivano i motori elettrici

Quando si parla di aviazione, si mira alla sostenibilità mediante lo sviluppo di motori più efficienti, l’elettrificazione degli aerei è ancora lontana! Mentre in Russia puntano all’energia solare per alimentare gli aerei e in Piemonte sviluppano motori super-potenti per i jet del futuro, dalla Repubblica Ceca arriva un prototipo di aereo con motore elettrico. La protagonista è l’Evektor e l’aereo in questione si chiama SportStar EPOS.

Il primo volo è decollato dall’aeroporto di Kunovice, Repubblica Ceca. L’aereo è rimasto in volo per dieci minuti anche se l’autonomia stimata dovrebbe essere di circa 60 minuti. L’aereo SportStar EPOS è un biposto aerodinamicamente ottimizzato per adattarsi al motore elettrico e dotato di un nuovo tipo di ala trapezoidale dal campo esteso.

Il motore elettrico che alimenta il “biplano” è da 50 kW, l’elettricità è fornita da due coppie di batterie ai polimeri di litio ognuna delle quali è composta da 45 celle. L’elettrificazione dei voli rappresenta un piatto ghiotto per tutte le compagnie aeree: si stima un risparmio economico dettato dalla mancanza del carburante di circa il 75-80%!

Il motore elettrico detta delle specifiche tecniche che vedono un regime massimo di 3.000 giri al minuto, una velocità, in modalità crociera, di 93 MPH e una velocità massima di 161 miglia all’ora. L’aereo dovrebbe essere in grado di volare per un tempo massimo di un’ora anche se non sono stati rilasciati dati effettivi.

I voli alimentati da energia elettrica rappresentano un’ottima occasione per le compagnie aeree ma anche per i clienti privati. Non parliamo di una mobilità futura ma di un’occasione quasi concreta che può essere sfruttata dalle scuole aeronautiche, un biplano elettrico può essere perfetto per la formazione iniziale di un pilota!

Pubblicato da Anna De Simone il 17 aprile 2013