Bevande estive: le migliori

Bevande estive

Bevande estive, per non prosciugarsi in un bagno di sudore, ma non solo, altrimenti basterebbe l’acqua. Invece durante la stagione caldo, è consigliato da tutti, noi compresi, bere qualcosa che sia ricco anche di vitamine e di Sali minerali che ci aiutano a combattere l’afa e a non terminare le giornate con un senso di spossatezza generale.



Bevande estive dissetanti naturali

Le bevande estive devono essere dissetanti per natura, ma se sono naturali, è molto meglio. Il latte di mandorla è un esempio, da sorseggiare con gusto essendo spesso addolcito da quel tanto di agave, a piacere. Chi la prepara a casa può usare anche dei comodi panetti di pasta di mandorle che rendono tutto più veloce.

Sempre latte, ma latte d’oro, quello alla Curcuma, detto “Golden Milk”. Di questi tempi sembra andare parecchio di moda ma ciò non significa che sia una semplice operazione commerciale priva di valore. Tra le bevande estive, il latte alla curcuma è una di quelle che fornisce anche delle varianti vegane se preparata con latte di mandorla, di riso o cocco. Non scordiamoci di metterla in frigo prima di berla.

Se desideriamo qualcosa di più leggero e che non abbia a che fare con il latte, possiamo optare per le semplici ma dissetanti e naturali acque aromatizzate, ricche di vitamine.

Bevande estive

Bevande estive al limone

Quando parliamo di limonata spesso pensiamo a quella calda, ma la versione estiva non ha nulla da invidiare a quella invernale. Provare per credere: servono limoni, acqua e un po’ di zucchero, a piacere. Anche stavolta, dopo una vivace mescolata, mettiamo la bevanda ottenuta in frigo, per renderla più originale ed estiva, aggiungiamo della menta.

Bevande estive

Bevande estive fatte in casa

Per risparmiare, tempo e denaro, ma soprattutto per scegliere di persona i tipo di ingredienti e la loro provenienza, secondo me è meglio preparare a casa propria le bevande estive preferite. Possiamo tenerle poi in fresco per un paio di giorni, cambiando colori e sapori. In questo modo evitiamo la noia di dover stare a controllare le etichette alimentari con l’ansia che ci sfugga un colorante o che ci sia la dose di zucchero diversa da quella che ci serve.

Tra le bevande estive fai da te, c’è quella allo zenzero, consigliata perché buona e anche tonificante, oltretutto aiuta la digestione. Per prepararla servono zenzero fresco, zucchero, acqua (1 litro o 1/2 litro) e del limone che la rende ancora più fresca e dissetante. Dopo aver tagliato e fatto bollire lo zenzero per almeno 10 minuti, in acqua, filtriamolo e lasciamo che raffreddi per poi aggiungete il limone e la dose di zucchero che serve, oltre ad un po’ di ghiaccio. Per servirlo agli amici, ci vogliono bicchieri adatti, eccone un set da tre con cannuccia, molto estivi e allegri, su Amazon in vendita a 14 euro.

Bevande estive analcoliche

Se si esce e si desidera una bevanda estiva ma non alcolica? C’è il classico tè freddo che ci salva, che sia al limone o alla pesca, va benissimo. Oggi poi lo si può trovare anche in altre versioni che stanno prendendo piede estate dopo estate. Capita infatti di trovare il tè freddo alla menta o agli agrumi.

Bevande estive

Bevanda estive alla frutta

In estate i centrifugati e i smoothies vanno particolarmente di moda e pare che tutti non vogliano che bere quelli. Moda o non moda, sono effettivamente delle bevande estive dissetanti e ricche di vitamine e Sali minerali, perfette quindi per combattere l’afa e le alte temperature arrivando alla sera freschi come al mattino.

Un altro pregio delle bevande alla frutta è che ce ne sono di tutti i tipi, con o senza latte, di mucca o vegetale, con verdure come sedano e carote, inserite, a base di agrumi o di frutti di bosco, scelti per colore o per tipologia. L’importante è non metterci troppo zucchero in aggiunta e non scordarci il ghiaccio!

Un’ottima tisana per digerire che aiuta anche a prevenire i calcoli ai reni è quella alla Spaccapietra. L’avete mai assaggiata?

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 12 aprile 2017