Etichetta energetica condizionatore

etichetta energetica condizionatore

Etichetta energetica condizionatore: parliamo di classi energetiche di condizionatori e climatizzatori. Consumi e istruzioni per interpretare gli indici segnalati sull’etichetta energetica.

Climatizzatori e condizionatori, con questi termini si fa riferimento a un unico apparecchio. In commercio esistono due tipi di condizionatori che contano su due etichette energetiche differenti.

Climatizzatori e condizionatori

L’obbligo di etichetta energetica è relativo solo ai condizionatori Aria – Aria, cioè a quegli apparecchi che riscaldano o raffreddano l’ambiente sfruttando l’elettricità. Non ci sono obblighi per i condizionatori e climatizzatori che sfruttano fluidi termovettori per trasferire l’energia termica.

Esistono due etichette energetiche, una per il condizionatore co Split fisso e una per i condizionatori monoblocco. Chiariamo subito la differenza tra questi due apparecchi.

Condizionatori monoblocco

Sono costituiti da un apparecchio installato all’intero della casa. Si tratta di climatizzatori senza unità esterna. Possono essere portatili o fissi. Per quanto riguarda l’etichetta energetica, i consumi e la classe energetica dei condizionatori monoblocco, vi rimandiamo alla pagina dedicata: Etichetta energetica condizionatori portatili.

Condizionatore con split fisso

Si tratta dei classici climatizzatori che dispongono di una o più unità interna, fissata alla parete, e un’unità esterna. Anche in questo caso, in realtà, possono essere fissi o portatili ma nelle abitazioni italiane troviamo soprattutto i condizionatori fissati alle pareti.

Etichetta energetica condizionatore split

Anche qui possiamo fare distinzione tra due etichette energetiche. Quando il condizionatore è dotato di pompa di calore, infatti, l’etichetta energetica è più dettagliata e dispone di due riquadri, uno a destra e uno a sinistra. Il riquadro di sinistra lo troviamo su tutte le etichette energetiche dei condizionatori, quindi partiamo da queste.

La parte di sinistra è dedicata alla funzione di raffrescamento. Quando ci troviamo di fronte a un condizionatore a pompa di calore, ci saranno due riquadri da leggere. Quando il condizionatore non è a pompa di calore, l’intera etichetta vi mostrerà unicamente queste informazioni.

Nel primo settore in alto, appena sotto la classe di efficienza energetica sono indicati alcuni codici che vi segnalano:

  • La potenza nominale per il raffreddamento espressa in kW
  • L’indice di Efficienza Energetica Stagionale in modalità di raffreddamento, indicato con la sigla SEER
  • Il consumo annuale di energia espresso in kWh per anno.

Nei due pittogrammi sottostanti si possono avere informazioni sulla rumorosità dell’apparecchio. Sono indicati, infatti, i livelli di rumorosità dello split interno e i livelli di emissione sonora dell’unità esterna dell’apparecchio.

Il riquadro appena descritto, è segnalato da una ventola di colore azzurro, preceduta dalla sigla SEER.

Etichetta energetica climatizzatore a pompa di calore

Nei condizionatori a pompa di calore, è indicata anche un’etichetta energetica per l’efficienza di riscaldamento. Il riquadro a sinistra, dedicato alla funziona pompa di calore, è indicato con una ventola rossa preceduta dalla sigla SCOP.

Anche qui, la prima cosa che leggiamo è la classe energetica dell’apparecchio. Le prestazioni energetiche di un apparecchio dipendono dalla regione climatica in cui è installato. Per questo motivo, in etichetta è presente la cartina dell’Europa stilizzata in tre colori differenti. Chi installa un condizionatore a pompa di calore a Nord Italia, dovrà leggere i consumi in kW, i dati SCOP e consumi annui, indicati con il colore verde. Chi abita nel Meridione d’Italia o sulle isole, potrà fare fede al colore rosa.

Un condizionatore a pompa di calore che per il riscaldamento si pone in classe A+++ nel sud Italia, al Nord Italia potrà presentare una classe di consumo A++. Lo stesso condizionatore, nei paesi del Nord Europa, avrà una classe A+ o addirittura A. Questo ci fa capire che riscaldare casa con un condizionatore a pompa di calore è più conveniente al Sud.

Con la classe energetica troviamo altre informazioni come:

  • Potenza nominale del condizionatore espressa in chilowatt.
  • Coefficiente di prestazione stagionale, SCOP. E’ l’equivalente del SEER. Se il SEER è riferito al raffreddamento, la sigla SCOP fa riferimento al riscaldamento.
  • Consumo annuale di energia per stagione di riscaldamento, kWh/anno.

Etichette energetica elettrodomestici

In tema di etichette energetiche degli elettrodomestici vi segnaliamo le schede e le istruzioni per comprendere consumi e caratteristiche di vari apparecchi elettrici.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 aprile 2017