Battericida naturale e spray

Battericida naturale

Un battericida serve per cacciare i batteri, ma non solo, li elimina definitivamente al contrario di altre sostanze che invece allontanano questi nemici senza però ucciderli. C’è anche da dire che non tutti i batteri sono nemici del corpo umano, ce ne sono di vario tipo come anche esistono svariate tipologie di battericida come stiamo per vedere.



Battericida naturale

Un battericida naturale si può trovare all’interno di alcune piante dette disinfettanti e che vengono a questo scopo usate per realizzare degli oli essenziali, oppure estratti idroalcolici, estratti secchi o tisane. Vediamo qualche esempio per meglio comprendere come e quando una pianta è un battericida.

I chiodi di garofano lo sono, sia in infuso, sia sotto forma di olio essenziale, servono per la disinfezione del cavo orale dagli attacchi di gengiviti, afte, infiammazioni della gola.  Se ci facciamo caso li troviamo anche in alcuni dentifrici, sono inseriti tra gli ingredienti allo scopo di proteggere in modo naturale le gengive, in altri prodotti detergenti fungono da disinfettante per le micosi della pelle e delle unghie.

Altra pianta battericida naturale è il timo, anche antibiotico e potente antiparassitario. Come infuso è spesso usato per disinfettare le prime vie aeree e contrastare infezioni bronchiali poiché da ottimi risultati contro Streptococchi, Staffilococchi e Pneumococchi ed Enterococchi.

Battericida naturale

Battericida per condizionatori

Spesso nei condizionatori domestici si creano dei veri e propri universi abitati da germi e batteri, anche pericolosi a lungo andare, tra cui la nota legionella. Se non si interviene con prontezza, essi possono portare a disturbi respiratori più o meno gravi. Con un battericida naturale o sintetico, è possibile ma anche doveroso, a questo punto, pulire in modo accurato almeno una volta all’anno la parte interna del condizionatore, effettuando anche la sanificazione dei filtri dell’aria.

Meglio usare un detergente disinfettante per la pulizia delle superfici delicate una volta smontati i filtri, oppure abbondante acqua e sapone di Marsiglia, seguiti da uno spray disinfettante. Oltre ad eliminare i germi e i batteri, elimineremo così anche i cattivi odori.

Battericida naturale

Battericida: spray  

Per purificare l’aria possiamo usare anche dei comodissimi battericidi spray, durante l’anno, come questo spray Puressentiel acquistabile anche su Amazon a 20 euro ( 200 ml) che contiene 41 oli essenziali, ottimo per la casa ma anche per la macchina o l’ufficio, ed è al 100% un battericida naturale

Battericida: sapone

Non tutti i saponi svolgono realmente una azione battericida, è importante che si facciano alcune distinzioni e che si prenda in considerazione il potere detergente e antisettico di alcuni saponi anche identificati come “disinfettanti”, confrontandoli con quelli di un sapone liquido non disinfettante e di un prodotto commerciale di sanificazione veloce come ad esempio alcuni gel per mani a base alcolica.

Sono stati effettuati vari test ed è l’occasione per guardare bene l’etichetta dei saponi che acquistiamo. Può essere di nostro interesse che siano profumati ma anche che abbiano una certa efficacia contro i batteri.

Battericida: lampada  

Esistono anche delle lampade battericide, per antizanzare, come questa da 10 euro. “MagiDeal”, a raggi ultravioletti, con luce nera. Si tratta di una lampada fluorescente compatta a bassa energia che emette una luce profonda viola e grandi quantità di luce UV. C’è chi la usa anche per scopi alternativi, in fotografia.

Battericida naturale

Battericida o batteriostatico

Tra un battericida e un batteriostatico c’è una differenza importante. Un agente batteriostatico è sì in grado di inibire o limitare la replicazione batterica ma non uccide il microorganismo. Rallenta e contrasta, quindi, una infezione batterica, ma la elimina.

Quando un batteriostatico interviene su un batterio per inibirlo nella sua azione può farlo interferendo con la produzione di proteine batteriche, replicando il suo DNA o disturbando altri aspetti del metabolismo batterico. Un battericida, invece, è in grado di causare la morte dei microbi e la sua è una azione irreversibile.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 7 febbraio 2018