Albero genealogico di famiglia

albero genealogico

Albero genealogico, non ha radici ma le racconta al meglio, racconta le radici delle persone, i loro antenati. Questo è il nome infatti con cui si indica l’elenco completo degli avi, è una rappresentazione grafica, per essere più precisi, a forma di albero, più o meno stilizzata, che mostra i rapporti familiari tra individui. Di solito lo si crea o lo si ricerca della propria famiglia o di un personaggio famoso.



Albero genealogico gratis

Ci sono numerose opportunità, soprattutto on line, per ottenere il proprio albero genealogico gratuitamente. Un sito molto sponsorizzato è www.myheritage.it ma da segnalare anche Antenati, portale curato dalla Direzione Generale per gli Archivi e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. In questo sito ci sono molti documenti degli Archivi di Stato che possono tornare utili a chi svolge ricerche anagrafiche e genealogiche. Oltre ad essere gratuito non richiede alcuna registrazione.

albero genealogico

Albero genealogico di famiglia

Per leggere o realizzare l’albero genealogico della propria famiglia è meglio conoscere le logiche con cui viene redatto per non trovare difficoltà nel decifrarlo e non rischiare di scambiare zie, nipoti, bisnonni e cugini di vario grado.

Di solito troviamo questo albero formato da caselle, quadrate per i maschi e circolari per le femmine, con i nomi di ciascuna persona e informazioni essenziali per localizzarli nel tempo (data di nascita e morte) e nello spazio (luogo di nascita). Alcuni alberi genealogici più ricchi riportano anche la professione e altre particolarità, quasi da “gossip” con simboli che ammiccano a matrimoni e unioni extra coniugali e relative discendenze.

Albero genealogico in inglese

Anche in Inghilterra si utilizzano grafici come l’albero genealogico tradotto come “genealogical tree” o “Family tree”, il più famoso e consultato è ovviamente quello “of English and British monarchs”.

albero genealogico

Albero genealogico: ricerca

Ci sono volte in cui l’albero genealogico viene cercato e consultato a fini di ricerca, magari relativamente ad un personaggio noto o che si vuole studiare. A questo punto il web diventa davvero prezioso perché ci da accesso a database davvero ampi e ricchi di informazioni che sarebbe davvero faticoso reperire in archivi o in palazzi e enti locali.

Ci sono alcuni servizi online addirittura in cui gli utenti immettono i dati delle proprie famiglie per creare degli “alberi genealogici pubblici”, diventa una sorta di condivisione di dati con cui ci si aiuta a ricostruire il passato reciprocamente. Oltre alle informazioni di base, ciò che fa gola ai ricercatori sono i contenuti “extra”, come fotografie, certificati di nascita e altri documenti, che da un lato agevolano l’identificazione di un parente, dall’altra rendono più “succosa” e vivace la ricerca di studiosi e narratori di passato dimenticato.

Tra questi servizi c’è FamilySearch, gratuito e basato sugli archivi e sui contributi di milioni di persone in tutto il mondo, con tanto di documenti disponibili sul portale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Albero genealogico e genetica

Ci sono delle volte in sui si ricostruisce l’albero genealogico per motivi medici, quando una malattia o una sospetta malattia va indagata anche da questo punto di vista. Ci sono strutture che offrono una consulenza genetica proprio per la costruzione dell’albero genealogico per determinare il rischio genetico.

Gli alberi genealogici realizzati a questo fine sono meno poetici ed artistici: ogni membro viene identificato da due numeri, si parte dalla persona che ha richiesto la consulenza e si risale a fratelli, genitori e parenti man mano più lontani. Il numero di persone e di generazioni scandagliate dipende dal tipo di malattia che si sta studiando e dal suo modello di trasmissione ereditaria.

Più che matrimoni e occupazioni, in questo caso vengono tracciati dati su malattie, ospedalizzazioni, età e causa di morte, anomalie congenite, ritardi mentali e piccole malformazioni.

Albero genealogico di Harry Potter

I veri appassionati di Harry Potter non si sono certo lasciati sfuggire il suo albero genealogico. La sua famiglia sono i Black, citati per la prima volta come la Nobile ed Antichissima Casata dei Black nell’omonimo capitolo del quinto romanzo della serie.

Come motto familiare si ha “Toujours Pur”, ovvero “Sempre Puro”, e come particolare il fatto che tutti i nomi dei Black siano riconducibili a stelle. L’unica eccezione è Narcissa Black, sorella di Bellatrix e Andromeda Black. Per iniziare a costruire il proprio albero genealogico si può chiedere aiuto al maghetto e utilizzare un blocchetto appunti ad hoc. Ovviamente magico.

albero genealogico

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 22 gennaio 2018