Acqua e limone: i benefici

acqua e limone benefici

I benefici del bere acqua e limone di mattina o di sera. Proprietà dimagranti e controindicazioni.


Ci sono dei piccoli gesti che possono aiutare il nostro organismo ad affrontare il carico delle nostre attività quotidiane. Non tutti ci riflettono ma… mentre noi ci alziamo dal letto al mattino e compiamo una sola azione, nel nostro organismo succede di tutto: il nervo ottico invia segnali al cervello, i muscoli si contraggono e si flettono, la portata del sangue aumenta, diminuiscono i livelli di melatonina e si avvia la secrezione di molte altre molecole segnale. Con questa premessa diventa più chiaro capire che l’aggiunta di qualche elettrolita in più, al mattino o alla sera, non può che fare bene!

Acqua e limone: i benefici

Bere acqua al mattino fa bene, vi aiuterà a riattivare, in modo dolce, le attività dei nostri organi interni, in particolar modo apparato gastro-intestinale, reni e vescica. Senza parlare dell’idratazione: chi vuole una pelle idratata deve partire dall’interno.

L’aggiunta del limone è un extra molto consigliato: il succo si limone è un potente alcalinizzante che può aiutare a compensare eventuali situazioni di acidosi, tipiche di una dieta ricca di carni, latte e derivate o di cibo-spazzatura (prodotti pre-confezionati, prodotti da forno, alimenti elaborati).

Non tutti sanno che il limone così come la sua essenza, sono molto impiegati nella medicina tradizionale indiana (medicina Ayurveda). In particolare, il succo di limone è usato per migliorare le naturali difese immunitarie del corpo e come antibatterico.

In aromaterapia, l’olio essenziale di limone è impiegato analogamente per migliorare le difese immunitarie, per combattere stati influenzali e per migliorare l’umore, sembrerebbe avere un effetto positivo su uno dei marcatori biochimici per lo stress e il controllo del dolore. Ad affermarlo non sono solo i sostenitori dell’aromaterapia ma anche la ricerca pubblicata il 3 marzo 2008 dall’Ohio State University, lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Psychoneuroendocrinology”. Per tutti gli altri benefici dell’essenza di Limone vi rimando alla pagina “Olio essenziale di limone, usi e benefici”.

Acqua al limone al mattino

Il consiglio è quello di bere 2 bicchieri di acqua e limone al mattino così da dare inizio a una trattamento a lungo termine, una sorta di “terapia disintossicante” che avrà i suoi primi effetti benefici sulla digestione.

Nella preparazione, evitate di usare il succo di limone confezionato che per quanto possa essere “naturale” non è mai paragonabile al succo di limone premuto fresco.

Il succo rappresenta fino al 60% del peso di un limone e contiene 50-80 grammi/litro di acido citrico, che conferisce il tipico sapore aspro e diversi altri acidi organici tra cui l’acido ascorbico. Il limone apporta micronutrienti come potassio, ferro, fosforo, manganese, rame, e una buona quantità di vitamine A, B1, B2, B3, C e P.

Preparate due bicchieri di acqua e limone impiegando acqua tiepida o a temperatura ambiente. Scegliete limoni freschi e premetene metà nei due bicchieri d’acqua. E’ scontato che non dovrete dolcificare questa bevanda.

Cosa fare con la scorza e la polpa del mezzo limone già premuto? Non gettatela via! Per scoprirne gli utilizzi è disponibile la pagina dedicata agli usi alternativi del limone.

Acqua e limone: fa dimagrire

L’acqua e limone non ha proprietà dimagranti ma nell’insieme coadiuva il dimagrimento in caso si stia seguendo il regime di dieta ipocalorica. Migliorando il metabolismo, l’acqua e limone può aiutarci a dimagrire. Stando a ciò che si legge online, le proprietà dimagranti dell’acqua e limone siano dettati alla pectina contenuta nel limone.

E’ vero che la pectina è un carboidrato che noi non digeriamo (quindi finirebbe per gonfiarci e darci un senso di sazietà) ma è anche vero che si trova nelle pareti cellulari dei tessuti vegetali. La quantità di pectina che ingeriamo al mattino mediante il succo di mezzo limone è trascurabile.

In assoluto, la fonte più ricca di pectina è quella pellicina bianca (in botanica “albedo”) che racchiude gli agrumi quando andiamo a toglierne la buccia.

Acqua e limone la sera

Bere acqua tiepida alla sera aiuta l’apparato cardiovascolare, anche in questo caso, il succo di limone è un extra consigliato. Anche alla sera, il succo di limone svolge un’importante funzione antiossidante che aiuta a espellere le tossine dall’organismo, combatte la ritenzione idrica e lenisce il gonfiore addominale.

Un connubio consigliatissimo vede il succo di limone affiancato allo zenzero. Per maggiori informazioni: zenzero e limone.

 

Acqua e limone: controindicazioni

In condizioni fisiologiche normali, non esistono effetti collaterali. Le uniche vere controindicazioni sono legate alla presenza di gravi insufficienze epatiche, iperacidità gastrica cronica e tutti quei disturbi in grado di compromettere la capacità del nostro apparato gastrointestinale di trasformare correttamente l’acido citrico. Per citare solo alcune di queste affezioni: rachitismo, eccessiva astenia e artrite cronica avanzata. Sconsigliata anche in caso di emorroidi o stipsi.

Curarsi con acqua e limone

Come premesso, nella medicina indiana (Ayurveda), il limone e i suoi preparati sono impiegati come autentiche cure a diversi malanni. Quelli elencati in questo articolo sono solo i più popolari benefici legati all’uso di acqua e limone al mattino e alla sera. Per una panoramica più dettagliata è possibile sfruttare le indicazione del libro “Curarsi con acqua e limone” scritto dalla Naturopata Simona Oberhammer e proposto su Amazon al prezzo di 5 euro.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 gennaio 2016