Zucchero di canna e zucchero bianco

Differenze tra zucchero di canna e zucchero bianco. Quale zucchero fa meno male e quali sono i fattori di rischio per la salute. Info e consigli.

Zucchero bianco

Lo zucchero bianco conosciuto anche come zucchero raffinato o zucchero semolato, è un prodotto derivato dalla canna da zucchero o dalla barbabietola da zucchero. Al contrario dello zucchero di canna grezzo (comunemente detto zucchero di canna), lo zucchero bianco subisce un ulteriore trattamento di purificazione.

Lo zucchero bianco si trova “nascosto” nel 74% dei prodotti confezionati che troviamo comunemente al supermercato. Già, l’industria alimentare lo aggiunge un po’ ovunque.

Lo zucchero di canna (meglio definito come zucchero grezzo), in realtà fa male quanto lo zucchero raffinato (zucchero bianco), infatti spesso è prodotto proprio a partire dallo zucchero bianco.

Zucchero di canna

Si fa presto a dire zucchero di canna! In realtà ne esistono diversi tipi e, se vi state chiedendo quale zucchero fa meno male, sarebbe troppo riduttivo rispondere dicendo “zucchero di canna”.

In realtà ogni tipo di zucchero è stato associato a malattie croniche come il diabete di tipo 2, malattie cardiache, malattie epatiche, così come sovrappeso, obesità e altre malattie dismetaboliche ma lo zucchero di canna integrare sembrerebbe essere quello meno nocivo. Vediamo in dettaglio i vari tipi di zucchero di canna.

  • Zucchero di canna cristallino
  • Zucchero di canna integrale
  • Zucchero di canna mascavo
  • Zucchero di canna panela

C’è lo zucchero di canna cristallino che è in genere originario delle Mauritius. Se avete mai sentito parlare di zucchero di canna Demerara, sappiate che si parla del prodotto meno virtuoso da un punto di vista alimentare. Lo zucchero di canna Demerara che troviamo in commercio, molto spesso viene prodotto a partire dallo zucchero bianco raffinato. Già, avete l’illusione di comprare un prodotto più sano invece è trattato con coloranti!

C’è poi lo zucchero di canna integrale che è quello più pregiato perché lavorato in maniera più naturale e preserva, in buona parte, le proprietà nutritive della canna da zucchero.

C’è lo zucchero di canna mascavo formato da granuli grossolani che si sciolgono molto facilmente. Lo zucchero di canna Moscavo è altrettanto pregiato, il trattamento si ferma allo stadio precedente della raffinazione si ottiene così uno zucchero più scuro e che contiene circa il 95% di zuccheri. Poi c’è lo zucchero di canna panela dalla consistenza farinosa che viene venduto sia in panetti da grattugiare o in forma farinosa. E’ ideale per dolcificare bevande calde e fredde o per preparare dolci più sani. Lo zucchero di canna panela è un tipo di zucchero integrale, quindi molto pregiato.

Non è facile trovare in commercio lo zucchero di canna  integrale e naturale (non trattato e derivato da agricoltura biologica). Per l’acquisto potete rivolgervi ai centri equo-solidali o sfruttando la compravendita online. Su Amazon una confezione da 1 kg di zucchero di canna integrale e non trattato ( il succo della canna di zucchero viene solamente portato ad ebollizione ed essiccato) è proposta al prezzo di 15,99 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le info vi rimando alla pagina ufficiale: zucchero di canna integrale e BIO tipo Panela.

Zucchero di canna colorato

Come in tutti i casi, anche quando comprate lo zucchero di canna è bene leggere l’etichetta! Se c’è traccia di E150c, significa che il nostro zucchero di canna è stato trattato con un colorante sintetico che rende i granelli più scuri e che quindi è stato lavorato con prodotti chimici per farlo assomigliare quanto più possibile a quello reale.

Potrebbe interessare l’articolo: succo di canna da zucchero.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Fonte: University of California San Francisco – SugarScience

Pubblicato da Anna De Simone il 11 maggio 2017