Vischio, pianta e sue proprietà

vischio pianta proprietà

Il vischio annovera un gran numero di proprietà benefiche ma non è privo di controindicazioni. Ecco tutte le informazioni sulla pianta, sulla sua coltivazione e sulle proprietà terapeutiche dei suoi preparati.

Vischio, caratteristiche della pianta

Il vischio, botanicamente viscum album, è una pianta della famiglia delle Viscaceae o Santalaceae.

E’ un arbusto semiparassita che si sviluppa spontaneamente nelle aree boschive d’Europa e d’America. Prospera aggrappato ad alberi ospiti come la quercia, il pioppo, il melo e il biancospino.

Si sviluppa a forma cespugliosa, tondeggiante, con rami sempreverdi, fiori riuniti in fascette e bacche globose. Le bacche contengono un liquido vischioso (ecco da dove arriva il nome); questo liquido biancastro è potenzialmente tossico. La parte “medicamentosa” della pianta è costituita dalla parte erbacea (dai rametti fogliati). Le bacche non sono utilizzabili e bisognerebbe tenerle lontane dalla portata dei bambini.

Vischio, proprietà

Il vischio è un rimedio naturale molto versatile: torna utile in caso di problemi gastrointestinali, di ipertensione e, recenti ricerche, ne hanno evidenziato delle proprietà immunoterapeutiche: alcuni dei principi attivi contenuti nel vischio riuscirebbero ad arrestare la proliferazione delle cellule tumorali. Per queste proprietà, il vischio è considerata una pianta antitumorale.

Gli infusi a base di vischio sono usati per migliorare l’efficienza del sistema circolatorio (per migliorare l’affluenza dell’irrorazione sanguigna al cervello) e per stimolare la diuresi.

Rimedi a base di vischio sono usati anche per contrastare problemi gastrointestinali, per ridurre lo stress e alleviare casi di affezione a carico delle vie respiratorie.

Il vischio viene usato in forma di estrazione non alcolica, in forma di gemmoderivato o in forma di erba officinale per infusi. I tempi di infusione sono di circa 10 minuti e si consiglia di assumere 2 o 3 tazze al giorno. Ogni tazza si prepara con 300 ml di acqua bollente e un cucchiaio di erba officinale.

Controindicazioni del Vischio

Questa pianta non è priva di controindicazioni: va evitata sia in caso di eventuale ipersensibilità accertata verso alcuni componenti della pianta, sia nel caso in cui si assumono farmaci; Se assumete farmacati di tipo anticoagulanti, immunosoppressori e antidepressivi, fareste bene a consultare il vostro medico di fiducia prima di iniziare qualsiasi somministrazione di prodotti a base di vischio.

Come abbiamo visto con le bacche, anche le altre parti vegetali del vischio possiedono una certa tossicità: le dosi devono sempre essere controllate! Le bacche vanno evitate perché se ingerite possono provocare vomito e diarrea.

Come assumere il vischio

Dalla pianta si ottengono un preparato secco per tisane e un’estrazione non alcolica (tintura).

  • La tisana a base di vischio si prepara facendo bollire una tazza d’acqua nella quale si aggiungerà un cucchiaio di di erba essiccata. Durante l’infusione (della durata di circa 10 minuti), tenete la tazza coperta, poi filtrare e concumare caldo.
  • La tintura di Viscum album consente di beneficiare di tutti i ptincipi attivi del vischio sfruttando poche gocce.

La tintura di Viscum album non è facile da trovare, infatti potete acquistarla solo nelle erboristerie pù fornite o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, per esempio, un flacone da 50 ml di prodotto puro al 100%, è proposto al prezzo di circa 15 euro.

Link utili: Tintura non alcolica da 50 ml

Le proprietà antitumorali

Una ricerca condotta nel 2014 su linee cellulari di tumore al seno (in vitro), ha dimostrato che la somministrazione concomitante di doxorubicina e di lectina estratta dal vischio dà origine a un’azione antitumorale. La concomitanza di questi principi attivi andrebbe e rallentare o addirittura a bloccare la proliferazione delle cellule maligne. Nonostante questa ricerca, altri autori affermano che gli studi svolti sulle proprietà antitumorali del vischio non sono sufficienti per confermarne la reale efficacia terapeutica; nonostante la discordanza di pareri, in alcuni paesi europei (come la Svizzera), il vischio viene utilizzato all’interno di preparazioni impiegate come adiuvanti nella terapia antitumorale convenzionale.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 ottobre 2016