Vin Brulé, ricetta

vin brule ricetta

Vin Brulé, ricetta originale e tante varianti. Quale vino usare. Ricetta alcolica e analcolica. Gradazione e consigli.

Il vin brulé è una bevanda alcolica a base di vino, zucchero e spezie aromatiche. Grazie all’uso di determinate spezie, il vin brulé può essere considerato un buon rimedio naturale contro influenza e raffreddore.

Vin brulé, ricetta originale

La ricetta tradizionale tedesca prevede l’impiego del vino rosso. La ricetta originale veneta prevede l’impiego di vino bianco.

Si aggiunge poi lo zucchero a piacere e diverse spezie, soprattutto cannella e chiodi di garofano. In molte ricette tradizionali si aggiungono scorze di limone, anice stellato, mela e spicchi di mandarino.

Il vino dovrà affrontare una lunga bollitura. Nonostante l’alcol etilico evapori a 83 °C, il vin brulé è ugualmente considerata una bevanda alcolica. Solo dopo aver spento il fornello si potranno mettere a macerare tutti gli ingredienti, uniti allo zucchero.

Come fare il vin brulé secondo la ricetta tradizionale più diffusa in Europa

Fate bollire, per 5 minuti, il contenuto di una bottiglia di vino rosso. Spegnete il fornello, aggiungete:

  • 125 g di zucchero
  • 1 mela a rondelle
  • scorza di limone non trattato
  • 1 stecca di cannella
  • 5 chiodi di garofano
  • un pizzico di noce moscata

Lasciate macerare gli ingredienti nel vino, servite ancora caldo, senza necessariamente filtrare.

Vin brulé bianco, ricetta con vino bianco

Se quella appena vista è la ricetta originale più diffusa in Europa, non mancano un gran numero di varianti. Quella con vino bianco è diffusa in Veneto, mentre in Trentino e in altre regioni del Nord Italia si continua a usare il vino rosso.

In questa versione, prepariamo un vin brulé con vino bianco.

Fate bollire, per 5 minuti, 0,75 lt di vino bianco. Spegnete il fornello, aggiungete:

  • 120 g di zucchero di canna
  • 1 pezzo di zenzero fresco
  • 3 bacche di cardamomo
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • la scorza di 1/2 limone non trattato

Lasciate macerare gli ingredienti nel vino, servite ancora caldo, senza necessariamente filtrare.

Vin brulé rosa, ricetta alcolica con vino rosé e Porto

Fate bollire, per 5 minuti, 0,75 lt di vino rosato. Spegnete il fornello, aggiungete:

  • 125 g di zucchero
  • la scorza di 1/2 clementina
  • 150 ml di porto (vino liquoroso)
  • un pizzico di macis
  • 1 bacca di anice stellato
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • una manciata di uvetta
  • il succo di 2 clementine

Per renderlo più aromatico, fate ammorbidire l’uvetta nel porto prima di mescolare tutti gli ingredienti e non dimenticate di incidere il baccello di vaniglia. Anche in questo caso, lasciate macerare gli ingredienti nel vino, servite ancora caldo, senza necessariamente filtrare.

Vin brulé analcolico

Non manca una ricetta del vin brulé in versione analcolica. Come premesso, l’alcol etilico evapora a 85°C quindi, in teoria, un’ebollizione protratta dovrebbe garantire un vino analcolico. Il problema è che in casa non abbiamo alcuno strumento di misurazione e spesso operiamo senza termometro. Ne consegue che il vin brulé fatto in casa, a prescindere dal vino impiegato, è sempre leggermente alcolico. Nell’ultima ricetta, inoltre, abbiamo aggiungo un bicchiere di Porto che non ha affrontato alcuna ebollizione e così il risultato è sicuramente alcolico.

Per preparare un vin brulé destinato ad astemi o bambini, è possibile sostituire il vino con il succo di uva o il succo di mela. Prendete 1 dl di uno di questi succhi citati, riscaldatelo a fiamma bassa e aggiungete:

  • rondelle di mela
  • scorze di agrumi
  • 1 stecca di cannella
  • un pizzico di noce moscata

Anche in questo caso dovrete servire ancora caldo.

Quale vino usare per il Vin brulé?

Nel Veneto e in molte località del nord Italia, il vin brulé tradizionale si prepara con il vino bianco, di solito Chardonnay Pinot Bianco. Per il Vin brulé rosso, è molto usato il Sangiovese.

 

Vin brulé alcolico

Per aumentare la gradazione alcolica del vin brulé, questa bevanda può essere tramutata facilmente in punch. Al vin brulé vi basterà aggiungere del rum, dell’acquavite o liquori come lo stesso amaretto.

Vin brulé, rimedio contro influenza e raffreddore

Anice stellato, cannella, agrumi e macis sono un autentico toccasana e aiutano a contrastare i malanni stagionali.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 agosto 2017