Vellutata di carciofi, ricetta e varianti

vellutata di carciofi

Vellutata di carciofi: ricetta con o senza patate, carciofi e porri, versione light e consigli sull’uso di carciofi freschi o surgelati.


Dopo aver visto la ricetta della vellutata di ceci, passiamo a quella della vellutata o zuppa di carciofi. La vellutata di carciofi, così come quella di ceci, è adatta anche al palato dei bambini in quanto ha un sapore molto delicato e una consistenza soffice. La vellutata di carciofi può essere resa più dolce o più aromatica in base all’aggiunta di ingredienti extra come:

  • patate
  • gamberoni
  • spinaci
  • porri
  • scalogni
  • cipolle
  • carote
  • sedano
  • spezie varie

Le proprietà dei carciofi sono molteplici. Se diamo un’occhiata ai valori nutrizionali dei carciofi noteremo che sono ricchi di potassio, sodio e fosforo. Tra le vitamine del carciofo  segnaliamo un buon apporto delle vitamine del gruppo B e la vitamina C.

Vellutata di carciofi senza patate

Iniziamo la ricetta della vellutata di carciofi senza patate, una versione classica che può essere resa più leggera omettendo o modificando alcuni ingredienti. Occupiamoci prima della ricetta classica e poi ne vedremo la variante light.

La vellutata di carciofi ha un sapore delicato, si tratta di una ricetta facile che si prepara nel giro di 20 minuti.

Vellutata di carciofi senza patate, ricetta originale

-Difficoltà: bassa
-Tempo di preparazione: 20 minuti
-Tempo di cottura: 20 minuti
-Tipo di ricetta: a base di verdure, vegetariana

Quantità per 4 persone

  • 8 carciofi di media grandezza
  • il succo di un limone
  • 2 litri di brodo di verdura
  • 20 grammi di amido di riso
  • 50 grammi di burro
  • 2 tuorli d’uovo
  • 50 grammi di Parmigiano Reggiano
  • Sale quanto basta
  • Noce moscata (opzionale e a piacere)
  • Olio extravergine d’oliva (opzionale, da aggiungere a crudo)

Vellutata di carciofi: il procedimento

  1. Grattugiate il parmigiano.
  2. Tagliate la parte superiore dei carciofi ed eliminate le foglie più esterne e dure.
  3. Tagliate tutti i carciofi in 4 spicchi ed eliminate anche il fieno interno.
  4. Immergete i carciofi in acqua con succo di limone per evitare che anneriscano.
  5. Mettete il burro in un ampio tegame a fuoco medio. Quando il burro si sarà sciolto aggiungete l’amido di riso e fate cuocere per qualche minuto.
  6. Unite i carciofi scolati e il brodo di verdura nel tegame con il burro.
  7. Quando i fondi dei carciofi saranno cotti, frullate il tutto regolando di sale a piacere e passate la vellutata al colino per eliminare eventuali filamenti delle foglie.
  8. Per ultimare la preparazione del piatto, aggiungete alla vellutata i tuorli d’uovo e il parmigiano reggiano, mescolate con un cucchiaio di legno per sciogliere bene tutto e servite ancora caldo.
  9. Servite completando il piatto con qualche crostino di pane e un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

Vellutata di carciofi con patate, la ricetta

Chi preferisce, agli ingredienti elencati in precedenza può aggiungere delle patate bollite e schiacciate, della noce moscata o addirittura della panna da cucina, besciamella o bacon.

Anche se la ricetta originale non prevede l’aggiunta di questi ingredienti, tali componenti hanno la capacità di rendere la vellutata di carciofi più saporita ma anche più calorica e meno adatta alla cena!

Nel caso della vellutata di carciofi e patate, i tuberi si fanno bollire e si aggiungono direttamente nel mixer, poi si prosegue con la cottura come visto nel procedimento.

Suggerimento:
la vellutata di carciofi può essere usata come condimento di piatti a base di carne. Una versione più densa e quindi fatta restringere a fuoco basso, può essere usata come crema di carciofi e accompagnare crostini di pane e bruschette.

Vellutata di carciofi light

Nella versione light bisognerà utilizzare solo ingredienti di origine vegetale quindi: via il burro, via il formaggio e aggiungete un cucchiaio d’olio rigorosamente a crudo.

Potete pulire e cuocere le verdure a fuoco medio, con poca acqua. Chi ha questa fortuna,  può cuocere a vapore tutti gli ingredienti così da non disperdere nel liquido del brodo i preziosi micronutrienti.

Nella versione light potete aggiungere patate, carote, sedano, porri e un filo d’olio da aggiungere solo a cottura terminata, quando ormai la vellutata è nel piatto.

Vellutata di carciofi surgelati

Per la preparazione della vellutata di carciofi potete usare, in egual modo, carciofi freschi o carciofi surgelati.

Vi sconsiglio fortemente l’uso dei carciofi surgelati perché costano di più e rappresentano un vero spreco… senza considerare che un prodotto fresco, appena raccolto, conserva più nutrienti di un prodotto surgelato.

Perché i carciofi surgelati sono sconsigliati? Se avete un buon blender o mixer da cucina, non è necessario pulire minuziosamente i carciofi. Per la preparazione della vellutata potete, infatti, usare anche i gambi e le parti del carciofo meno tenere. I carciofi surgelati dispongono solo del “cuore”, la parte più tenera e adatta alla preparazione di risotti e portate che non prevedono l’uso di bimby o mixer.

Come fare zuppe e vellutate in 20 minuti

Se amate le vellutate e le zuppe, potete considerare l’acquisto di un elettrodomestico dedicato che, grazie a programmi pre-impostati, vi consente di preparare vellutate e zuppe nel giro di 20 minuti.

Nel caso della vellutata di carciofi, non dovrete fare altro che lavare le verdure e inserirle nel boccale, proprio come fareste con un robot da cucina con cottura integrata.

Chi ha un bimby  può usare quello, mentre chi non vuole investire troppi soldini in un robot da cucina può usare un elettrodomestico dedicato alla preparazione di vellutate e zuppe.

vellutata di ceci ricetta

Tra gli elettrodomestici presenti sul mercato segnaliamo il Philips Viva Collection che prepara zuppe e vellutate in 18 minuti. Riesce a preparare (cuoce e frulla) vellutate, creme, minestre, zuppe, marmellate, composte e frullati.

Il Philips Viva Collection si compra su Amazon al prezzo di 133,94 euro con spese di spedizione gratuite, è stato aggiornato con il modello 2018 che presenta miglioramenti tecnici (è migliorata la cottura, dispone di più programmi, 6 modalità di cottura e preparazioni pre-impostate) e nei materiali (sempre in acciaio inox ma strutturato in modo da semplificarne la pulizia). Nei negozi di elettronica si trova al prezzo di circa 150 euro. Nel giro di 18 minuti riesce a preparare vellutate e zuppe per 4 persone per una capacità di 1,2 lt di prodotto.

Link utili per info sul prodotto: Philips Viva Collection

Il dispositivo citato è solo un esempio, il mercato offre elettrodomestici affini anche meno costosi. Vi ho segnalato questo perché l’ho testato in prima persona ed è molto comodo, soprattutto facile da pulire. Una buona soluzione per fare vellutate e zuppe, e servirle almeno una volta a settimana senza dove scomodare pentole, frullatori etc… Con questo tipo di elettrodomestico basta sporcare un tagliere, un coltello e… basta!

Con il programma per le vellutate, riesce a restituire creme finissime e senza pezzi, anche se inserite nel boccale i gambi dei carciofi, quelli che altrimenti avreste gettato via tra gli avanzi da cucina.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 febbraio 2017