Tintura fai da te

Tintura fai da te

Tintura fai da te: come preparare tinture naturali per rendere più uniforme il colore dei capelli. Dall’uovo ai chiodi di garofano, ecco le ricette fai da te per avere capelli luminosi e dal colore brillante e omogeneo.

Se alla visione del primo capello bianco la prima cosa che vi viene in mente è quella di correre ai ripari attraverso una specifica tintura, sappiate che non dovreste esagerare: la tintura rappresenta un piccolo stress per la salute della vostra chioma, eccedere con i trattamenti chimici potrebbe farvi correre il rischio di generare importanti pregiudizi sul benessere dei capelli.

Per fortuna, non sempre è necessario ricorrere a questi trattamenti dal vostro couiffeur di riferimento per poter coprire i capelli bianchi e scolorati: esistono tantissime ricette home made per permettervi di realizzare delle tinture fai da te particolarmente efficaci, economici e – soprattutto – rispettosi della vostra cute e della vostra chioma.

Nota bene: in questo articolo vedremo “tinture” atte a migliorare la colorazione naturale del capello, utili in caso dei primissimi capelli bianchi o capelli decolorati / capelli scoloriti da cloro, piastre e sole. Se vi occorrono tinture naturali per colorare i capelli bianchi vi invitiamo a visitare queste pagie:

Tintura fai da te con camomilla

La prima tintura naturale fai da te che vi consigliamo è quella a base di camomilla: un fiore che può tramutarsi in un importante colorante naturale, e che si rivela adatto soprattutto per le chiome bionde che vogliono ritrovare una maggiore brillantezza.

Realizzare una tintura fai da te a base di camomilla è davvero semplice. Tutto ciò che occorre fare è infatti realizzare un infuso (insomma, come se vi stiate preparando a berla!) e intingere in esso un pennello da passare poi sul capello. Più passate andrete a ripetere sulla chioma, e più il colore ottenuto sarà chiaro e splendente.

Tintura fai da te con limone

Sempre in riferimento alle chiome bionde o, comunque, alle chiome che desiderano disporre di una tonalità più chiara, un consiglio ricorrente non può che essere quello di procedere con una tintura fai da te a base di limone.

Realizzarla è davvero semplice: versate il succo di due limoni in un pentolino d’acqua e realizzate una sorta di infuso. Prendete poi un pennello e cospargete gradualmente la chioma con questa sostanza, lavorando sui capelli asciutti.

Tintura fai da te con salvia

Fin qui, abbiamo avuto modo di proporre alcune tinture fai da te prevalentemente utilizzabili dalle donne e dagli uomini che hanno i capelli chiari. L’esigenza di coprire qualche capello bianco è tuttavia ben comune anche alle persone che hanno capigliature più scure. E proprio per loro, c’è una tintura naturale davvero formidabile, a base di salvia. Ma come si prepara?

Anche in questo caso, la realizzazione è davvero immediata: sarà sufficiente prendere delle foglie di salvia e lasciarle in un infuso con l’acqua. Ottenuto il liquido desiderate, prendete un pennello e cospargete l’infuso sulla chioma, ripassando diverse volte su ogni ciocca. Attendete almeno 30 minuti e, successivamente, risciacquate con acqua fresca.

Tintura fai da te con gusci di noci

Ecco una tintura davvero efficace, e non nota a tutti. Prendete dei gusci di noci e pestateli in un mortaio, ottenendo una poltiglia sminuzzata che andrà a fatta bollire in un pentolino d’acqua. Per massimizzare l’effetto, riponete in acqua anche delle foglie di ontano. Ottenuto così l’infuso, passate con il solito pennello la sostanza sui capelli, finché non noterete che la colorazione diventerà uniforme. Questa tintura non può coprire i capelli bianchi ma rendere il colore pre-esistente più omogeneo e luminoso.

Tintura fai da te con chiodi di garofano

L’ultima tintura fai da te che vogliamo condividere con tutti voi è a base di chiodi di garofano: il risultato è assicurato, ma le modalità di realizzazione sono un po’ più lunghe e complesse. Dovete infatti preparare i chiodi di garofano (o acquistarli direttamente in erboristeria) e realizzare un infuso con le modalità che abbiamo già avuto modo di vedere nelle scorse righe.

Fatto ciò, dovreste avere un pizzico di pazienza: dovete infatti lasciare l’infuso a refrigerare per almeno una settimana, avendo anche l’attenzione di scuotere regolarmente il contenitore nel quale avete riposto l’infuso: al termine di questo periodo di tempo potete utilizzare il composto sui vostri capelli, per ottenere una discreta copertura dei capelli bianchi.

A questo punto conclusivo del nostro approfondimento, non possiamo che ricordarvi quanto sia importante cercare di preoccuparsi costantemente della salute dei vostri capelli: una priorità che dovrebbe superare qualsiasi altro elemento di dedizione, compresa anche la preferenza verso la copertura dei capelli bianchi.

Quanto sopra dovrebbe pertanto indurvi a evitare qualsiasi tipo di intervento estremo o non naturale: il rischio di ottenere dei risultati ben lontani da quelli sperati, e dannosi per la capigliatura, è tutt’altro che lontano.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 gennaio 2018