Terranova marrone: prezzo e carattere

terranova marrone

Terranova marrone, un cane che siamo spesso abituati a vedere nero, ma c’è anche marrone e, credetemi, non ha nulla da invidiare alla sua versione nera. Anche marrone, infatti, questa è una razza famosa e apprezzata per la sua smisurata passione per l’acqua e per tuffarcisi dentro. E’ una caratteristica molto legata al pelo, ma non al colore: che si tratti di un Terranova marrone o nero, il mantello è impermeabile. Anche il resto del corpo è fatto per nuotare, a partire dalle zampe palmate, alla cosa che fa da timone.



D’altronde questo cane è nato ed è cresciuto, prima di diventare un animale noto e simpaticone, in zone dove le condizioni climatiche e ambientali sono piuttosto dure, ed doveva accompagnare l’uomo a caccia e a pesca, oggi lo troviamo anche al fianco degli operatori del pronto soccorso, negli scorsi anni ha fatto compagnia a molti personaggi storici come Napoleone, Giorgio II, Wagner e Lord Byron.

Cane Terranova marrone

Il Terranova marrone è uno dei tre colori previsti dalla razza che può essere anche con il mantello nero, il più comune, oppure bianco con macchie nere, spesso definito “tipo landseer” anche se Landseer è una razza a sé e non vanno confusi tra loro. Vista la mole, non conviene farli arrabbiare anche se buonissimi.

Il Terranova marrone è noto e ben accetto sia in Europa che in America ma in quest’ultimo continente deve sgomitare con altre due colorazioni, il bronzo e il grigio. Il pelo, qualsiasi tinta abbia o assumerà, è sempre molto morbido, fino a sette mesi, poi diventa più lucido, con l’andare degli anni la muta avviene ogni circa 6 mesi, in occasione dell’estate e dell’inverno.

terranova marrone

Terranova marrone: carattere

Grande e grosso ma tremendamente buono, il nostro Terranova marrone, tanto quanto quelli di altri colori, ha un carattere amichevole. Non ama reagire alla provocazioni e non è mai aggressivo a meno che non si tratti di difendere il proprio padrone, a cui si affeziona subito e in modo smisurato.

Spesso, basta che si faccia vedere in tutta la sua potenza fisica, per mettere paura e allontanare i malintenzionati.
In famiglia il Terranova è molto trattabile e addestrabile, certo non è molto comodo da tenere in appartamento, non è però un tipo attivo e non ha quindi la necessità di correre tutto il giorno, però ha bisogno di coccole e di sentirsi parte del nucleo famigliare. Quando è vicino ai corsi d’acqua, o al mare, attenzione perché il suo nobile istinto è quello di salvare, per cui anche se non c’è reale bisogno a volte parte in missione, di corsa, convinto.

terranova marrone

Terranova marrone: allevamento

Di allevamenti di Terranova ce ne sono parecchi, essendo una razza nota e molto ben accetta nelle nostre “case” con giardino. Se volete meglio conoscere dove trovare un esemplare da adottare, potete consultare il sito di ENCI cercando questa razza e gli allevamenti ufficialmente riconosciuti: quelli di cui fidarsi.

Una volta a casa, il cucciolo di Terranova marrone soprattutto nel suo primo anno di vita ha bisogno di attenzioni particolari nell’alimentazione, perché è una razza che cresce molto rapidamente e va supportato in modo che la struttura fisica sia da subito solida. Muscoli e ossa. Allo stesso tempo npn va fatto diventare obeso il nostro cucciolo, potrebbe altrimenti poi soffrire di displasia alle anche e al gomito.

terranova marrone

Terranova marrone a pelo lungo

Lo splendido mantello del Terranova, è anche impegnativo da mantenere: non possiamo pensare che si mantenga così selvaggiamente, senza la minima cura. Noi padroni dobbiamo quindi prenderci l’impegno di spazzolarlo eliminando eventuali fili di erba e pezzetti di legno. Non è finita, andrebbe passato anche con un soffiatore per evitare dermatiti.

Terranova marrone: prezzo

Il prezzo di un cucciolo di Terranova marrone si aggira almeno attorno ai 1000 euro, un po’ per la massa, un po’ perché oggi questa razza si rivela ottima non solo per la caccia ma anche per la Pet therapy, il soccorso in acqua, l’obedience o semplicemente per fare il cane di famiglia.

Le sue origini spesso sono legate ai cani da orso portati in America dalle navi vichinghe ma c’è anche chi ritiene che i suoi antenati appartengano ad una razza asiatica legata al mastino del Tibet. Certo è che ai tempi veniva ustao nella caccia, per il traino, per la pesca e anche per la guardia ai villaggi, potrebbe avere origini comuni con il Labrador.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Altri articoli che ti possono interessare:

Pubblicato da Marta Abbà il 18 novembre 2016