Cane Terranova

terranova3

Cane Terranova, una razza canina che arriva da un’isola e che ama nuotare: nulla a caso. Viene dalla omonima isola canadese il cane Terranova ed ha dimensioni a dir poco enormi.

Appartiene alla categoria dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri. Il suo nome è tradotto come Newfoundland, in inglese, e Terre Neuve, in francese. Nel suo Canada si usano entrambi.



Cane Terranova: origini

Tra le molte ipotesi esistenti sulle origini del cane Terranova ce ne sono due prevalenti. Una racconta che questa razza arriva dai cani da orso portati in America dalle navi vichinghe, l’altra che il cane Terranova sia derivante da una razza asiatica legata al Mastino del Tibet arrivato nelle Americhe assieme alle popolazioni che attraversarono lo stretto di Bering durante la glaciazione.

Cane Terranova: origini

Essendo un animale molto pacifico – poi lo vedremo -il cane Terranova accontenta entrambe le teorie e molto probabilmente è stato importato dai Vichinghi e poi incrociato successivamente con una razza popolazioni nomadi provenienti dall’Asia. Attorno al XIX secolo in alcune isole canadesi del nord-atlantico si trova il cane di St. John’s. 

I pescatori lo usavano quotidianamente per recuperare reti e per il salvataggio in acqua, ma anche come cacciatori da riporto o guardiano dei villaggi. E’ il predecessore del cane Terranova: da lì è stato selezionato, lui come anche il Labrador.

Cane Terranova: aspetto

Cane Terranova: aspetto

Grandi dimensioni, nel caso del cane Terranova, sono letteralmente grandi: i maschi raggiungono i 70 cm e le femmine i 65, il peso varia tra loro da 50 a 68 kg. In Europa di questa razza sono riconosciute tre tonalità: il nero, colore più comune, il marrone (definito brown) e il bianco con macchie nere (definito “tipo landseer”). In America sempre del cane Terranova, se ne riconoscono anche la versione bronzo e quella in grigio.

Al di là del colore, il pelo di questo animale da cucciolo è molto morbido ma dura 7 mesi, poi diventa adulto ed è diverso, più ruvido, e continua a cambiare durante la muta 2 volte all’anno: estate e inverno. Il cane Terranova ama molto l’acqua e il suo pelo è perfetto perché possa sguazzarci in santa pace. E’ impermeabile e idrorepellente. Inoltre sempre per essere acquatico, ha le zampe palmate e la coda che può fare da timone.

Cane Terranova: aspetto

Ha un corpo molto massiccio ma proporzionato, il cane Terranova non è mai appesantito, anzi, mantiene una andatura armonica e un passo con falcata ampia. E’ molto muscoloso eil suo tartufo è nero, gli occhi un po’ incavati sempre scuri.

Cane Terranova: carattere

Pacifico, ho detto, ed è a dir poco pacifico, il cane Terranova. E’ docile ed è uno dei cani più facili da far convivere con altri cani. Ha un approccio amichevole con tutti, tranne con chi può costituire una minaccia o un fastidio per il suo padrone a cui si attacca in modo quasi morboso. Anche la famiglia, la restante parte, ma non allo stesso modo.

Lui, il cane Terranova, si innamora del padrone e lo difende con tutto il suo peso, quasi esageratamente. Anche nel suo istinto al salvataggio è quasi esagerato, è detto cane bagnino di certo per buone ragioni.

Cane Terranova: carattere

Cane Terranova: cure

Data la sua massa, il cane Terranova deve avere una dieta sana e consistente, con molte proteine che devono essere accompagnate da una forte e continua attività fisica. Perchè il cane abbia il fisico. Quando è piccolo è meglio però non sforzarlo troppo, potrebbe avere gli arti delicati e rischiare da adulto la displasia alle anche e al gomito.

Una volta adulto diventa possente e molto forte, in grado di trainare molti kg sia da terra che in acqua. Il pelo del cane Terranova va spazzolare di frequente ma soprattutto in modo appropriato, altrimenti non mantiene le sue preziose caratteristiche di resistenza all’acqua e allo sporco.

Cane Terranova: cure

Cane Terranova: prezzo

Difficile riuscire a pagare meno di mille euro per un cucciolo di cane Terranova, per la massa, ma per la razza soprattutto, che è desiderabile. Oltre che essere bello, buono e simpatico, è anche utile e utilizzato in attività come la pet therapy, nel soccorso in acqua e per la obedience.
Anche alcuni celebri personaggi storici non hanno saputo resistere alla dolcezza di questo cane Terranova: tra loro Napoleone, Giorgio II, Wagner e Lord Byron. Il cane Terranova di questo artista, di nome Boatswain, quando è morto di rabbia, si è anche meritato sulla tomba un epitaffio tutto suo.

Cane Terranova: curiosità

Sulle origini di questa razza la curiosità resta poiché non c’è una ipotesi sola ma molte, come abbiamo visto. Siamo certi che non è una razza di nascita recente e forse proprio per questo si fa fatica a districarsi andando troppo indietro con i secoli.

Anche con la loro aria bonaccione e quasi pigra, di fatto sono invece dei cani da lavoro non solo instancabili ma anche molto versatili. L’uomo lo sa da molto ed infatti lo ha spesso utilizzato come aiuto nello svolgimento di diversi lavori. Un vantaggio del Terranova è anche la sua grande capacità di nuotare per lunghe distanze, per cui può essere un ottimo compagno sia su terra che in mare. E’ un cane bagnino tra i più potenti ed efficaci, tra l’altro, perché non ha solo un buon fisico da nuotatore ma è anche intelligente e sveglio, con riflessi che altri cani acquatici gli invidiano. Questo cane riesce addirittura a percepire quando una persona è in pericolo, la raggiunge.

Abbiamo già detto che non esistono solo neri ma in altri tre colori, anche se nell’immaginario comune il Terranova è nero. Troviamo esemplari in marrone, grigio, e con un mantello misto bianco e nero detto “Landseer”. E’ il nome di un pittore, Edwin Landseer, il primo a dipingere un Terranova bianco e nero nel 1800 e a meritarsi così questa nomina.

Oltre che nei quadri di Landseer, troviamo il Terranova anche in un libro che pochi non conoscono, ma forse molti non hanno fatto caso alla presenza di questo cagnone. Sto parlando di “Peter Pan”, scritto da J.M. Barrie, c’è un Terranova. Il cane Nana, animale domestico della famiglia, è un Terranova, un omaggio al Landseer dello scrittore, che si chiama Luath.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 maggio 2018