Tagliarami elettrico da giardino

tagliarami-elettrico

Un tagliarami elettrico è l’ideale per l’hobbista che ha un giardino con qualche albero, siepi e arbusti da manutenere.

Hobbista sì ma con gli attrezzi giusti, senza inquinare e nella massima sicurezza.

Il tagliarami elettrico è perfetto non soltanto per la potatura, ma anche per tagliare i rami da inserire nel biotrituratore così da preparare un ottimo compost che servirà per la concimazione e la pacciamatura.

Di tagliarami elettrici non ce ne sono molti in commercio e la scelta è abbastanza limitata. Quello che ho provato e che consiglio è il KEO di Bosch.

Tre i motivi principali, che tra l’altro ho visto confermati nelle recensioni online di chi l’ha già acquistato:

  • è robusto e può tagliare rami anche di un certo diametro senza sforzo agendo solo sul grilletto;
  • la batteria (al litio) ha una buona durata e io con una sola ricarica ci ho fatto 123 tagli di rami di vario spessore, un paio anche oltre gli 8 cm del diametro massimo consigliato;
  • l’impugnatura è comoda ed ergonomica quindi non stanca il braccio;
  • è dotato di due dispositivi di sicurezza: uno la guida sicurezza che tiene fermo il ramo durante il taglio e permette di non usare due mani; l’altro che impedisce l’avvio involontario.

Difetti? Se la batteria fosse intercambiabile e ce ne fosse una di riserva l’autonomia sarebbe maggiore. A me però non servirebbe perché il mio giardino non è così impegnativo.

Personalmente credo che questo tagliarami e il biotrituratore siano assieme un ottimo kit elettrico (quindi poco inquinante) non solo per la cura del giardino, ma anche per diventare autosufficienti nel gestire gli scarti di potatura senza doverli portare in discarica, oltre che per la preparazione di un ottimo concime naturale.

Un altro vantaggio è che può essere acquistato online su Amazon con consegna a domicilio in pochi giorni senza spese di spedizione.

Se vi interessa, lo trovate qui: Bosch KEO Sega Da Giardino

Forse vi può interessare anche: Catena motosega: affilatura fai da te 

Pubblicato da Michele Ciceri il 28 giugno 2014