Stufe combinate legna pellet, le opinioni degli utenti

Stufe combinate legna pellet, le opinioni degli utenti

Stufe combinate legna pellet, le opinioni degli utenti: quali sono vantaggi e svantaggi delle stufe bivalenti alimentate con pellet e legna.

Le stufe combinate possono essere alimentate da un doppio combustibile consentendovi di stare sempre al passo con le offerte d’acquisto di pellet legna. Le stufe combinate o bivalenti alimentate con legna e pellet di ultima generazione possono essere definite termostufe: grazie a una scheda elettronica riescono a ottimizzare la combustione e tenere testa alla praticità dei termosifoni associati al termostato. Le termostufe sono programmabili, inoltre possono avere differenti tipi di allacci per garantire la produzione di acqua calda sanitaria o acqua calda per alimentare gli stessi termosifoni.

Nell’articolo dedicato al funzionamento del puffer vi abbiamo messo in evidenza il sistema completo Mescoli dove una stufa combinata pellet legna (serie Gaselle Hi-Tech) riusciva a riscaldare l’intera casa mediante i caloriferi e provvedere alla produzione di acqua calda sanitaria. La stufa combinata pellet legna in questione, annovera una potenza di 28 e 29 kW in base all’alimentazione a pellet o a legna. L’intera termostufa bivalente, nel sistema completo, è associata a un puffer per l’immagazzinamento dell’energia prodotta in eccesso tramite la combustione, l’energia termica è immagazzinata in forma di acqua calda. Se la stufa combinata pellet legna è associata anche a un sistema di collettori solari sul tetto, l’efficienza aumenta garantendo un massimo risparmio. Concependo un sistema bivanlente pellet + legna, associato a puffer, caloriferi e collettori solari, le opinioni degli utenti non possono che essere positive. In questo contesto il risparmio sarebbe garantito non solo dalla doppia alimentazione ma anche dal puffer associato alla termostufa combinata pellet legna.

Stufe combinate legna pellet, opinioni

Le termostufe combinate funzionano come una termostufa a pellet convenzionale ma grazie al sistema di regolazione della fiamma riescono a bruciare anche legna e quindi sfruttare due forme di alimentazione.

Tra i vantaggi dei modelli più all’avanguardia, segnaliamo la possibilità di sfruttare la stufa combinata legna pellet anche in estate, per riscaldare l’acqua calda sanitaria della rete idrica domestica. Le opinioni più favorevoli si riferiscono proprio a questa tipologia di impianto che non va sfruttato solo d’inverno ma si può usare per tutto l’anno, proprio come la classica caldaia a metano.

Fino a qualche tempo fa, tra gli svantaggi segnalati dalle opinioni degli utenti che hanno sfruttato i sistemi combinati in prima persona, vie era una poca efficienza nella combustione del pellet. Questo succedeva perché i regolatori di fiamma non erano ancora in grado di gestire, in modo efficiente, due differenti combustibili andando a penalizzare il biocombustibile più leggero, il pellet. Se state valutando di comprare una termostufa bivalente assicuratevi di acquistare un modello di ultima generazione così da risolvere radicalmente il problema legato all’efficienza della combustione del pellet… se acquistate un modello più datato, associatelo a un puffer, in questo modo tutto il surplus energetico prodotto durante i picchi di combustione del pellet potrà essere immagazzinato in forma di acqua calda.

Tra gli svantaggi figurano i prezzi, anche se sul mercato vi sono stufe bivalenti in grado di soddisfare ogni budget, quelle più economiche sono anche le meno efficienti! Per altre informazioni: termostufe a legna o termostufe a pellet I modelli dai prezzi più elevati sono quelli che consentono la gestione in remoto sfruttando applicazioni dallo smartphone, sistema intelligente molto comodo!

Alcune termostufe combinate a pellet e legna sono dotate di un sistema autopulente del cestello e di serbatoi  supplementari del pellet così da aumentare l’autonomia del carico. Tra le opinioni negative e gli svantaggi vi è il fatto di dover alimentare periodicamente il serbatoio della biomassa, ma tali opinioni si riferiscono in particolare ai modelli di termostufa combinata meno performanti; in più, per aumentare i tempi di autonomia è ancora consigliato l’uso del puffer da associare alla stufa combinata pellet e legna.

Pubblicato da Anna De Simone