Smart home: che cos’è

smart home cos'è
Smart home: che cos’è, nuove tecnologie con la domotica e informazioni sull’internet delle cose. Definizione di casa intelligente ed esempi pratici.

In una casa intelligente il sistema domotico controlla tutto per assicurare massimo confort con minimo consumo delle risorse e, entra in giorno anche l’internet delle cose.

Smart home, che cos’è

Non esiste un’unica definizione ufficiale del concetto di smart home. Di seguito vi proponiamo una nostra definizione che è in grado di cogliere l’essenza primaria di questo concetto tecnologico:

Una casa intelligente può essere definita come una struttura dotata di tecnologie domotiche in grado di consentire agli occupanti di programmare, automatizzare e gestire in remoto i dispositivi elettrici presenti.

C’è una forte correlazione tra smart home domotica. Sono fornite dal settore domotico tutte le tecnologie in grado di trasformare una casa ordinaria in una casa intelligente.

Smart home e domotica

Dalla domotica tradizionale all’Internet delle cose, ovvero la rete web utilizzata per connettere tra di loro (e con l’uomo) i vari apparecchi della casa.

Il concetto di smart home mira a massimizzare il comfort domestico con un campo di applicazioni che ormai, grazie all’internet delle cose, si è ampliato a 360° fino a coinvolgere qualsiasi aspetto e dispositivo della casa. Gli obiettivi primari di una smart home sono tre:

  • Risparmio energetico
  • Sicurezza
  • Comfort abitativo

Grazie alle tecnologie di una casa intelligente è possibile controllare qualsiasi ambiente della casa anche stando a chilometri di distanza.

Grazie all’unione tra l’internet delle cose e la domotica, una smar home può disporre di qualsiasi apparecchio controllabile o gestibile in modo automatico.

Per avere degli esempi pratici delle applicazioni possibili in una smart home, vi segnaliamo un breve elenco di tecnologie già rese disponibili da molti produttori:

  • Gestione della climatizzazione e della temperatura domestica grazie al controllo remoto reso possibile dal termostato wifi o dai condizionatori inverter con wifi integrato.
  • Gestione elettrodomestici, per esempio, la lavatrice Samsung che si avvia dallo Smartphone o il frigorifero intelligente (sempre Samsung) che ci consente di fare la lista della spesa a distanza.
  • Gestione scenari che coinvolgono tutti o alcuni dei dispositivi presenti in casa.
  • Gestione tapparelle o delle tende.
  • Gestione dell’illuminazione con sensori di movimento o sensori crepuscolari.
  • Monitoraggio costante di consumi energetici con elettrodomestici intelligenti che entrano in funzione quando la tariffa dell’energia elettrica è più conveniente.
  • Segnalazione della presenza di fumi, allagamenti, incendi, cortocircuiti, dispersioni elettriche…
  • Segnalazione della qualità dell’aria e attivazione dei filtri per la ventilazione forzata.
  • Sicurezza antintrusione con sistema di sorveglianza gestibile da smartphone.
  • Accesso remoto alle telecamere perimetrali della casa con gestione degli scenari. In pratica, è possibile rispondere al citofono di casa anche dall’altra parte del mondo e vedere chi c’è fuori la porta di casa!
  • Monitoraggio di vari parametri a scelta degli occupanti (salubrità dell’aria, tasso di umidità, temperatura, presenza di allergeni, CO2…).

Gli oggetti intelligenti presenti in una Smart home consentono di avere sempre tutto sotto controllo dando la possibilità -tra le altre cose- di monitorare consumi e far risparmiare energia.

Quello della smart home e della domotica è un mercato in piena espansione. Per comprendere al meglio tutte le potenzialità offerte da una casa intelligente vi invitiamo a leggere i nostri approfondimenti su:

Funzionamento della domotica

Vi spieghiamo le varie applicazioni possibile tra casa, giardino e piscina. Dai robot che puliscono in automatico piscina e casa, ai dispositivi che massimizzano il rendimento dei pannelli solari, senza dimenticare applicazioni più semplici con i sensori. In casa, grazie a sensori crepuscolari, sensori di movimento, termomentri, sensori per la qualità dell’aria, igrometri… si può avere sempre l’habitat ideale per le proprie esigenze.

Internet delle cose, che cos’è

Se la domotica è nata con i sensori, oggi, grazie ai server fisici e al web, è possibile integrare una serie di funzioni che consentono la gestione in remoto della casa e automazioni ancora più fini. Immaginate di soffrire di allergia, un purificatore potrebbe essere connesso al bollettino dei pollini per migliorare la qualità dell’aria della casa!

 

Pubblicato da Anna De Simone il 19 maggio 2017