Seitan proprietà nutrizionali

seitan proprietàSeitan: proprietà nutrizionali, calorie e come farlo in casa. Tutte le informazioni sui valori nutritivi apportati con il seitan.


Prima di proseguire con i valori nutrizionali del seitan chiariamo bene di cosa è fatto questo alimento!

Che cos’è il Seitan?

Il seitan è una tipica carne vegetale realizzata a partire dal glutine.

Il seitan, valido sostituto della carne nella cucina vegetariana e vegana, contiene nutrienti importantissimi per il nostro organismo. Si ottiene dalla farina di grano integrale; lavorando opportunamente la farina, si separa la parte amidacea da quella glutinosa. Quest’ultima, una volta cotta, prende il nome di seitan. Pur essendo di origine vegetale, il seitan è ricchissimo di proteine a base vegetale. Il suo alto contenuto proteico è accompagnato dalla totale assenza di colesterolo.

Il quantitativo di proteine è simile a quello della carne magra, l’unico inconveniente è che non contiene tutti gli aminoacidi essenziali, ma è una carenza che possiamo sopperire inserendo nell’alimentazione alcuni ingredienti altamente proteici come il tofu, latte di soia, noci, semi, legumi, uova e latticini.

Seitan proprietà, controindicazioni

Una dieta ricca, bilanciata e soprattutto diversificata è la chiave del nostro benessere. Un’alimentazione basata esclusivamente sul seitan presenterebbe un gran numero di controindicazioni! Più che di controindicazioni, in questo paragrafo ci soffermeremo su quelli che sono i punti deboli del seitan.

Il seitan possiede le stesse calorie della carne, ma ha il vantaggio di essere privo di colesterolo! Anche se si tratta di un alimento quasi privo di colesterolo, il seitan presenta numerosi punti deboli dal punto di vista nutrizionale. Stando al nuovo indice di qualità proteica diffuso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il seitan non è un alimento “nobile”, è carente di lisina e ha ottenuto un punteggio basso nell’indice della Protein Digestibility Corrected Amino Acid Score, una scalda che assegna un valore alla composizione amminoacidica di ogni proteina  ponendola in correlazione con la digeribilità. Ecco tutti i punti deboli (svantaggi) del seitan.

  • Amminoacidi:
    non contiene tutti gli amminoacidi essenziali in particolare manca la lisina.
  • Carboidrati:
    i carboidrati hanno un’alto indice glicemico pari a 111, pertanto tendono a far innalzare bruscamente la glicemia dopo l’ingestione.
  • Proteine:
    le proteine non hanno alto valore biologico cioè sono carenti in alcuni amminoacidi.
  • Vitamine e sali minerali:
    mancano diverse vitamine come la B12 e alcuni minerali fondamentali come il ferro.

Il seitan non può assolutamente essere considerato un alimento completo così come tanti altri alimenti se presi singolarmente. Per sopperire alle sue mancanze nutrizionali andrebbe abbinato con altri alimenti a elevato valore biologico come, per esempio, i legumi. Poiché il seitan viene ottenuto principalmente dalla lavorazione del glutine di grano tenero, il suo consumo è quindi controindicato per le persone affette da celiachia.

Il seitan presenta controindicazioni per chi soffre di celiachia o diabete. I soggetti diabetici dovrebbero evitare il seitan a causa del suo elevato indice glicemico.

Carne vegetale e alternative al seitan

Vi sono delle alternative al seitan dalle proprietà nutrizionali molto interessanti, è il caso del mopur e del muscolo di grano. Nella pagina intitolata “mopur e muscolo di grano” mettiamo a paragone le proprietà nutrizionali del seitan con quelle del muscolo di grano e del mopur, due carni vegetali nate in Italia.

Il seitan non è l’unica carne vegetale disponibile per la preparazione di panini o portate dal sapore etico, oltre al muscolo di grano e al mopur, è possibile realizzare dei burger vegetali a base di verdure. Per le ricette: burger vegetali fatti in casa.

Seitan proprietà e ricette in cucina

Il seitan può essere cucinato seguendo le vostre tradizionali ricette che utilizzate per la carne. L’unica cosa da ricordare è che il seitan ha tempi di cottura molto più brevi: risulta essere anche più comodo per chi ha tempi ridotti per via dei numerosi impegni.

Il seitan può essere cotto sulla piastra, fatto arrosto o anche sulla griglia, sulla bistecchiera. Può essere impiegato anche in altri tipi di diete, come nella dieta mediterranea, se si desidera limitare l’apporto di grassi. Poiché è un alimento altamente proteico può essere utilizzato anche nella dieta dukan e nella dieta a zona. Se siete interessati alle ricette per preparare il seitan fritto, bollito, in brodo o con scaloppine, potete leggere la pagina intitolata Seitan, cos’è e come cucinarlo.

Seitan, proprietà nutrizionali

Riportiamo i valori nutrizionali apportati con 100 grammi di seitan preparato con glutine di frumento.

Con il seitan riusciamo ad apportare circa il 20% delle proteine necessarie a soddisfare il nostro fabbisogno nutrizionale giornaliero. La composizione nutrizionale del seitan vede, per 100 grammi di prodotto:

  • 75  grammi di Proteine vegetali
  • 14 grammi di Carboidrati
  • 1,9 grammi di grassi
  • Acqua e micronutrienti

Dei grassi: acidi grassi saturi 0,3 g. Acidi grassi polinsaturi 0,8 grammi e acidi grassi monoinsaturi pari a 0,2 grammi. Mentre dei carboidrati, solo 0,6 grammi derivano da fibra alimentare.

Le calorie apportate con 100 grammi di prodotto ammontano a 370 kcal.

Il seitan è ricco di potassio, una porzione da 100 grammi riesce ad apportare 100 mg di potassio. Grazie alla suo contenuto di calcio e ai suoi micronutrienti, è consigliato alle donne in menopausa (contiene 142 mg di calcio). Apporta 25 mg di magnesio mentre è privo di Vitamina A, vitamina C, vitamina B6, Vitamina D, vitamina B12… I valori nutrizionali del seitan così come le sue proprietà, variano in base all’origine del glutine. L’impasto del seitan può essere ricavato dal glutine di grano di tipo tenero, di grano tenero tendenzialmente duro come il grano Khorasan (grano Kamut) o dal farro.

seitan valori nutrizionali

Se leggete le informazioni nutrizionali mostrate sull’etichetta di prodotti a base di seitan precotto o già pronto, noterete un’esigua quantità di ferro. 100 grammi di seitan contengono meno di 5 mg di ferro ma questo è meno assorbibile dall’organismo rispetto al ferro che troviamo nella carne di origine animale.

Per fare il seitan in casa, potete usare ricette a base di farro, grano korasan o farina. Tra le varie opzioni vi consigliamo la ricetta del seitan con farina integrale, l’intero procedimento è descritto nella pagina: seitan fatto in casa.

Ti potrebbero interessare altri

Pubblicato da Anna De Simone il 19 luglio 2016