Come riutilizzare le scorze d’arancia

scorze d'arancia usi

Come riutilizzare le scorze d’arancia: simpatiche e interessanti idee per riciclare  e sfruttare le proprietà della scorza d’arancia.

L’arancia è uno degli agrumi più apprezzati e consumati al mondo; con questo frutto possiamo preparare succhi di frutta, premute, marmellate… Oltre ad avere un sapore gradevole sapore, l’arancia è un’eccellente fonte di vitamina C e minerali essenziali.

Sono il frutto che caratterizza l’inverno: la sua maturazione inizia dal mese di novembre fino alla primavera e si possono raccogliere addirittura fino a giugno-luglio. L’arancia si presenta con una scorza esterna piuttosto ruvida; del frutto viene apprezzata solitamente la polpa per cui ci si sbarazza della buccia, in quanto ritenuta inutile.

Come riutilizzare le scorze d’arancia

Molti non sanno che anche la scorza possiede diverse proprietà benefiche e che può essere utilizzata nella cura del corpo, nella cosmesi. Vediamo alcune idee per riciclare le scorze d’arancia dopo aver apprezzato la sua deliziosa polpa.

Candela aromatizzata

Grazie al suo odore intenso, la scorza dell’arancia può essere impiegata per realizzare delle candele profumate.

  • Preparazione

Tagliare la parte superiore dell’arancia ed estrarre la polpa, avendo cura di non rompere la scorza
Fatto ciò, riempire la parte interna con della cera per candele e inserire uno stoppino

Detergente per l’acciaio inox

L’acido citrico in essa contenuto, ha un forte potere brillantante, è pertanto in grado di pulire e disinfettare le superfici in acciaio inox.

  • Preparazione

Tagliare la scorza dell’arancia e strofinare sulle superfici interessate

Detergente multiuso

In combinazione con l’aceto, possiamo realizzare un detergente multiuso, particolarmente indicato per disinfettare casa e rimuovere le macchie. Ha un potente effetto antibatterico e smacchiante; un prodotto da utilizzare come alternativa ai prodotti chimici in commercio.

  • Preparazione

Versare 250 ml di aceto di vino bianco in un recipiente in plastica e aggiungere le scorze dell’arancia. Conservare al buio per una settimana.
Una volta pronto, travasare la miscela in un contenitore con vaporizzatore per facilitarne l’applicazione.

Come insaporitore

Grazie a questa simpatica idea, possiamo sfruttare le proprietà benefiche della scorza d’arancia.

  • Preparazione

Grattugiare la buccia e utilizzare l’ingrediente ricavato per insaporire le carni, le insalate, i dolci e i biscotti. Potete anche includerla nel tè e nei frullati.

Contro le zanzare

Le zanzare sono sensibili agli odori forti che emanano gli agrumi, ottimo motivo per realizzare un repellente ecologico fai da te contro questi fastidiosissimi insetti

  • Preparazione

Collocare alcune bucce d’arancia vicino ai luoghi in cui si presume la presenza delle zanzare
In alternativa possiamo preparare un tè con questo ingrediente e lasciare che il suo vapore allontani gli insetti.

Deodorante ecologico

Ecco un’altra idea simpatica da realizzare per profumare e purificare casa, l’arancia chiodata

  • Preparazione

Prendere un’arancia non troppo matura e conficcare dei chiodi di garofano fino a ricoprirla interamente.
Va posizionata in un punto strategico della casa così che possa emanare il suo aroma.

Mangiatoia biodegradabile per uccelli

Se la scorza dell’arancia è spessa, possiamo realizzare una simpatica mangiatoia biodegradabile per uccelli

  • Preparazione

Tagliare l’arancia in modo da non rovinare la scorza, svuotare la polpa poi attaccarvi un filo per appenderla a un ramo. A questo punto non vi resta che mettere del mangime per uccelli

Deodorante per scarpe

L’aroma degli agrumi si rivela efficace nel combattere i cattivi odori che emanano le scarpe a causa dell’umidità e dei batteri.

  • Preparazione

Tagliare la scorza dell’arancia in vari pezzi e posizionarli all’interno delle scarpe.
Lasciare i pezzi dentro per tutta la notte e toglierli prima di indossarle.

Spugna naturale

Le scorze fresche contengono oli essenziali che possono essere sfruttati per rimuovere il grasso da pentole e padelle.

  • Impiego

Al posto della classica spugna, strofinare le bucce sulla superficie incrostata di grasso e risciacquare.

Anche le bucce della banana, della mela, delle patate si prestano a usi alternativi. A tal proposito vi invito alla lettura dell’articolo “Come riciclare le bucce di frutta

Ti potrebbe interessare anche l’articolo: Acido citrico: usi, prezzo e dove si compra

Pubblicato da Anna De Simone