Guida alla scelta della vaporiera

cuocere a vapore

Guida alla scelta della vaporiera: sono molti i tipi di vaporiera disponibili ed è difficile districarsi nella giungla del mercato tra prezzi e modelli davvero competitivi. Ecco una guida che vi aiuterà a scegliere la vaporiera più adatta alle tue esigenze.

In questa pagina vedremo i diversi tipi di vaporiere spiegandone i pregi e difetti, al termine di ogni paragrafo vi rimandiamo a un esempio di prodotto dalle ottime caratteristiche e soprattutto dal miglior rapporto qualità/prezzo.

Per cucinare a vapore può tornarvi utile la tabella dei tempi di cottura a vapore.

Vaporiera in bambù 

Partiamo dal modello più classico, la vaporiera in bambù. In realtà, quello di bamboo è il cestello e non la vera vaporiera. Il cestello in bambù va posto su una vaporiera e accoglie il vapore che si propaga dal basso verso l’altro, permeando le fibre del bamboo e cucinando gli alimenti. Esistono cestelli di bamboo singoli, doppi o tripli. I piatti di bamboo possono essere usati anche per servire le vivande direttamente in tavola: molto scenografici!

Pro: la vaporiera in bamboo non può essere lavata in lavastoviglie. Deve essere lavata accuratamente dopo ogni impiego e con prodotti naturali (tipo bicarbonato di sodio e/o limone). Dopo il lavaggio dovrà essere posta in un luogo arieggiato per potersi asciugare completamente. Il bamboo è un materiale naturale e senza la giusta manutenzione, la vaporiera di bambù, avrà vita breve.

Link utili: Cestello per Cottura Vapore di Cm 25, Bambù – proposta su Amazon al prezzo di 31,18 € con spedizione gratuita.

N.B.: sotto ai cesti di bambù occorre una pentola, personalmente ne uso una da 23 cm ma l’importante è che sia un po più piccola dei piatti di bambù.

vaporiera elettrica

Vaporiera elettrica

Sono una fan sfegatata di cucina al vapore! Quindi nel mio complemento d’elettrodomestici non poteva mancare una vaporiera elettrica. Tra i vari modelli presenti in commercio, qualche mese fa, decisi di comprare il Philips HD9150/91 Avance Collection , per la possibilità di inserire spezie, erbe e aromi in infusione nella vaporiera stessa. Una soluzione allettante per insaporire gli alimenti cotti a vapore e spezzare la routine dei classici condimenti. Il sistema funziona benissimo anche se talvolta l’infusore più che sapore va ad aggiungere una nota profumata al piatto. Nel complesso il risultato è soddisfacente. Inoltre questa vaporiera elettrica è facilissima da usare; si usa analogamente a un forno a microonde: si selezione il tipo di alimento e la quantità, sarà il dispositivo a settare il tempo di cottura adeguato al caso.

tempi di cottura a vapore

 

La vaporiera elettrica Philips è proposta al prezzo promozionale di 74 euro; tuttavia, chi intende spendere una cifra inferiore, può trovare altrettanto valida la vaporiera [email protected] di Russell Hobbs. E’ efficace nel suo impiego, la capacità è la medesima di quella Philips ma è priva di display multifunzione quindi bisognerà gestire la cottura da soli, senza potersi affidare a un cervello elettronico. Nel complesso il prodotto è ottimo, è proposto a 39,90 € con spedizione gratuita e gli utenti che l’hanno provata sono soddisfatti dell’acquisto.

Per la vaporiera per microonde vi rimando all’articolo Cucinare a vapore nel microonde mentre per quella classica è disponibile la pagina: cottura al vapore, come si fa? 

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 3 agosto 2015