Ronzii orecchio: cosa fare

Ronzii orecchio

Sintomi come il fischi all’orecchio ronzii, percepiti a una o entrambe le orecchie, sono molto comuni anche se non si possono ascrivere a una malattia specifica. Una percentuale dal 10-15% della popolazione riferisce di soffrire di questo sintomo in una determinata fase della vita. In ambito medico si parla di “acufene” e “tinnito“.

Si parla genericamente di ronzii all’orecchio ma il rumore percepito può essere più o meno squillante e di varia natura: può essere descritto come uno scroscio, un sibilo, un ronzio o un fischio. Alcuni pazienti riferiscono anche la presenza di suoni all’orecchio molto complessi e che possono variare di volta in volta.

Ronzii orecchio: cause

Le cause possono essere molteplici. Ti basterà pensare che più del 75% dei disturbi che riguardano il dotto uditivo possono manifestarsi con il sintomo di “tinnito” (ronzii, fischi, sibili, scroscio…). Le cause più ricorrenti sono:

  • Trauma acustico
    Può manifestarsi a seguito all’esposizione a un forte rumore come un’esplosione. Molto comune tra chi frequenta poligoni di tiro, tiro a piattello o caccia senza le dovute protezione per le orecchie.
  • Presbiacusia
    Come la presbiopia subentra nella mezza età e provoca un calo della vista, la presbiacusia è una degradazione dell’udito che subentra con l’invecchiamento.
  • Effetti collaterali di farmaci
    Alcuni farmaci hanno effetti ototossici e possono dare vita a ronzii all’orecchio e sensazione di rumore.
  • Malattia di Méniere
    E’ generalmente associata anche a vertigini gravi, nausea e vomito. Correlata ad altri sintomi come sensazione di pressione nell’orecchio.
  • Infezione all’orecchio
    Anche una semplice otite da raffreddamento può causare ronzii e fischi all’orecchio.
  • Occlusione del condotto uditivo
    E’ il caso di un eccessivo accumulo di cerume, la presenza di escrescenze o corpi estranei.
  • Problemi alla Tromba di Eustachio
    In questo caso, anche un’allergia può essere causa di ronzii all’orecchio.
  • Disturbi dell’articolazione temporomandibolari
    Sono causati da problemi a carico della muscolatura o delle articolazioni della mascella. Tra gli altri sintomi correlati a tale disturbo vi sono indolenzimento del muscoli masticatori, scatto sonoro della mascella e cefalea.
  • Neuroma acustico
    Si tratta di un’evenienza molto rara. Il neuroma acustico è un tumore benigno che colpisce la parte del nervo dell’orecchio interno.

Altre cause sono state elencate in dettaglio nell’articolo intitolato: acufene: cause. E’ importante specificare che, almeno una volta nella vita, a tutti è capitato di sentire un ronzio all’orecchio dalla durata di pochi secondi. In questo caso, non si tratta di una condizione patologica ma è espressione di fenomeni occasionali che interessano l’orecchio.

Acufene: ronzio e fischio all’orecchio

Qualsiasi sensazione sonora percepita in un solo orecchio o a entrambe le orecchie, che supera la durata di 24 ore, prende il nome di acufene.

Quando questa sensazione di suono è “ritmica”, cioè è scandita in modo costante, prende il nome di acufene pulsante.

L’acufene (ronzio all’orecchio) si connota di un significato patologico quando il suono percepito tende a essere duraturo nel tempo. Quindi se gli acufeni si manifestano per giorni, o addirittura mesi, è indispensabile sentire il parare di un esperto e individuare la causa.

Ronzii nell’orecchio: rimedi e cosa fare?

Innanzitutto è importante determinare perché fischiano le orecchie o perché percepisci quel fastidioso ronzio. La visita di uno specialista è determinante.

E’ importante capire che sono diverse le patologie che possono causare acufeni e sensazione di ronzii nell’orecchio. Qualsiasi rimedio fai da te è sconsigliato se prima non si individua la causa.

A quale medico rivolgersi per avere una diagnosi e un trattamento? Puoi rivolgerti a un otorinolaringoiatra oppure a un medico specialista audiologo.

Identificare la causa è il primo passo da compiere per eliminare questo sintomo fastidioso e ritrovare il benessere uditivo.

Ronzii orecchio e perdita dell’udito

In alcuni casi, gli acufeni persistenti sono associati a diverse forme di perdita dell’udito: spesso si parla di perdita dell’udito di lieve entità.

Dato la grande diversità di cause, è opportuno interpretare il ronzio nell’orecchio come un “campanellino d’allarme” che ci spinge a un’azione: prenotare un esame audiometrico e una visita da uno specialista audiologico o un otorinolaringoiatra.

Queste visite sono anche “mutuabili”: basta l’impegnativa del medico di base per poter prenotare la visita presso l’ASL di riferimento.

Cosa significa quando fischiano le orecchie?

Se il ronzio nell’orecchio o il fischio dura solo per pochi secondi, non ha valenza patologica. In questi casi, ci sono superstizioni popolari che danno un significato al fischio nell’orecchio.

Stando alle credenze popolari, sembrerebbe che:

  • Se il fischio è all’orecchio sinistro, stanno parlando bene di lui.
  • Se il fischio è all’orecchio destro, stanno parlando male di lui.

Ecco perché le dicerie popolari affermano che quanto senti ronzii alle orecchie qualcuno sta parlando di te!

Pubblicato da Anna De Simone il 18 ottobre 2018