Ristrutturazione del tetto, detrazione fiscale

Ristrutturazione del tetto detrazione

Ristrutturazione del tetto, detrazione fiscale: rifacimento del tetto, riparazioni, applicazione della guaina impermeabilizzante, modifiche strutturali e tanti altri interventi che possono accedere alle detrazioni fiscali al 50 o 65%.

I lavori sul tetto possono beneficiare della detrazione fiscale al 50%, oppure, in caso di interventi di coibentazione del tetto, la detrazione sale al 65% con l’ecobonus. Vediamo quali sono gli interventi da portare in detrazione al momento della dichiarazione dei redditi.

Attenzione!
Per accedere alla detrazione fiscale al 65% dovete dimostrare che la casa ha subito un miglioramento della prestazione energetica. La detrazione è disponibile al 65% solo fino al 31/12/2016.

Ristrutturazione del tetto, detrazioni fiscali

Se state valutando di eseguire lavori sul tetto, tenete presente che gli interventi ritenuti di manutenzione ordinaria non possono accedere alle detrazioni fiscali.

Per manutenzione ordinaria, la legge, in particolare l’articolo 3, comma 1, lettera a) del D.P.R. 6 giugno 2001 n.380 (Testo Unico in materia edilizia), intende tutti gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Ciò significa che la sostituzione della guaina impermeabilizzante del tetto non rientra tra le opere di manutenzione straordinarie e quindi non è detraibile in caso di unità abitativa singola. La sostituzione della guaina impermeabilizzante può essere portata in detrazione in caso di intervento eseguito sul tetto del condominio.

La sostituzione della guaina impermeabilizzante può rientrare nelle opere di manutenzione straordinaria o addirittura di ristrutturazione, se l’utente va a intervenire anche sulla struttura o sull’isolamento termico.

Sostituendo l’intera copertura con rifacimento del tetto (per esempio travi e travetti quando la struttura è in legno o se la struttura è in latero-cemento si tratterà di soletta inclinata…), l’intervento non sarà una manutenzione ordinaria ma sarà configurato tra gli interventi di ristrutturazione e potranno beneficiare della detrazione fiscale.

Lo stesso discorso visto per la sostituzione della guaina impermeabilizzante, vale per chi sul tetto non ha guaine ma dispone di tegole. Se l’intervento mira a sostituire solo le tegole danneggiate, non sarà possibile accedere alle detrazioni fiscali; al contrario, se l’intervento mira a sostituire tutte le tegole per l’adozione di tegole di materiale o forme diverse, sarà possibile accedere alle detrazioni fiscali per ristrutturazione tetto.

Ristrutturazione del tetto, detrazione fiscale

Vi sono degli interventi detraibili che l’Agenzia delle Entrate non classifica come manutenzione ordinaria o straordinaria, parliamo di quegli interventi nati per migliorare il comfort domestico e in particolare il grado di isolamento dell’edificio.

Tutte le opere volte a conseguire un risparmio energetico, contenere l’isolamento acustico o le opere di bonifica delle coperture in amianto, possono beneficiare delle detrazioni fiscali. Per le detrazioni fiscali al 65% (ecobonus) potete fare fede alla guida dedicata alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico.

Altre opere che consentono l’accesso alla detrazione fiscale al 50% sono l’apertura di nuovi lucernari sulla copertura, la sostituzione delle antenne private con un’antenna comune in caso del tetto del condominio, la bonifica dell’amianto con posa di altri materiali e la realizzazione di una tetto solare (coperture fotovoltaiche).

Per fare chiarezza su quelli che sono gli interventi di manutenzione e ristrutturazione ammessi all’accesso delle detrazioni fiscali, vi rimando alla pagina: Detrazioni fiscali, gli interventi ammessi dall’Agenzia delle Entrate.

Lavori sul tetto del condominio

Se state progettando interventi edilizi sul tetto condominiale, le detrazioni fiscali stanno dalla vostra parte! Possono accedere alle detrazioni fiscali tutti gli interventi classificabili come manutenzione (sia ordinaria, sia straordinaria), ristrutturazione edilizia, restauro o risanamento conservativo.

Ciò significa che in ambito condominiale, oltre gli interventi di manutenzione straordinaria citati in precedenza, possono beneficiare delle detrazioni fiscali anche gli interventi di sostituzione delle tegole danneggiate, sistemazione di cornicioni deteriorati, rifacimento della guaina impermeabile…. e tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e mantenimento di uno stato idoneo delle strutture.

Un altro nostro articolo correlato che potrebbe interessarti è: Tetto ventilato, come funziona.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 giugno 2016