Risparmiare nell’illuminazione

Risparmiare nell'illuminazione

Lo sapevate che sostituendo semplicemente le vecchie lampadine incandescenti con sistemi di illuminazione più efficienti (per esempio le lampade fluorescenti compatte CFL) è possibile risparmiare da subito il 75-80% di energia elettrica?  E tutto senza rinunciare al comfort e alla qualità dell’illuminazione. Parliamo di risparmio energetico attraverso l’efficienza, in questo caso dell’illuminazione.

Un tangibile risparmio energetico nell’illuminazione è possibile in ambito residenziale, a cominciare dai condomini, ma l’illuminazione è una voce ancora più importante nelle bollette energetiche di aziende, uffici e negozi, dove può arrivare a rappresentare una voce significativo del bilancio.

Con l’adozione di tecnologie consolidate e di ultima generazione (come l’illuminazione a LED) si possono soddisfare le esigenze più disparate e contemporaneamente risparmiare. L’importante è che il punto di partenza sia un’accurata progettazione illuminotecnica, in grado di ottimizzare le sorgenti luminose dal punto di vista quantitativo e qualitativo.

Se parliamo di illuminazione pubblica, è necessario che ogni Comune si faccia promotore per il proprio territorio di interventi mirati alla riduzione degli sprechi e al raggiungimento degli standard di qualità previsti dalle norme. Si tenga presente che l’illuminazione stradale rappresenta mediamente il 15-25% dei costi energetici di un Comune. Il risparmio ottenibile è dunque elevato.

Per una corretta progettazione di un impianto di illuminazione pubblica, prima di tutto è realmente necessario valutare se e dove l’illuminazione è veramente necessaria o adottare accorgimenti pratici, come per esempio variare l’altezza del punto luce.

Anche nell’illuminazione pubblica come nelle case e negli uffici, è possibile sostituire le lampade tradizionali con lampade al alto rendimento, realizzando in questo modo risparmi che vanno dal 40 al 50% della spesa. Utilissimo, anzi indispensabile, è stabilire corretti orari di accensione, spegnimento o diminuzione dell’illuminazione, il che permette di conseguire un ulteriore risparmio.

Altri articoli che ti potrebbero interessare: Come illuminare casa risparmiando

Pubblicato da Michele Ciceri il 26 maggio 2013