Rimedi contro l’alito cattivo

rimedi contro alito cattivo
L’alito cattivo è di sicuro motivo di grande imbarazzo, in qualsiasi circostanza! Ecco perché è bene conoscere qualche piccola regola che ci consente di evitare l’alito cattivo. A tal proposito vi illustreremo alcuni rimedi efficaci contro l’alitosi.


Rimedi contro l’alito cattivo, cosa evitare
Sono da bandire alcuni cibi come cipolle, peperoncino, aglio, gorgonzola se è imminente un impegno che ci porta a comunicare con i nostri interlocutori. Altro alimento da evitare è anche il pesce: alcuni tipi di pesce come acciughe o tonno, possono lasciare sgradevoli odori
Tra le bevande da evitare abbiamo la birra, il caffè , il vino.

Rimedi contro l’alito cattivo, consigli utili

  • Portate sempre dietro uno spazzolino da denti, potrebbe essere una prima soluzione al problema: lavando i denti subito dopo uno dei pasti “sconsigliati”, si potrà scongiurare, quantomeno ridurre il rischio di alitosi
  • In alternativa, potete almeno sciacquarvi con cura la bocca, sempre subito dopo i pasti
  • Qualche volta, però, non sono solo i cibi i responsabili del nostro alito cattivo. Talvolta, l’alitosi è determinata dal digiuno o da una dieta poco adatta; in tal caso, è preferibile effettuare almeno tre pasti al giorno per scongiurare disagi legati all’alito cattivo
  • Se state per recarvi ad un importante incontro lavorativo o, semplicemente, di un incontro galante, è bene fare dei gargarismi con del colluttorio alla menta: questa operazione contribuirà sicuramente a neutralizzare i prodotti di rifiuto dei batteri, principali responsabili dell’odore sgradevole. È bene sottolineare però che l’effetto di freschezza, dura solo per venti minuti, mezzora al massimo
  • Masticare del prezzemolo può aiutare tantissimo a rinfrescare l’alito
  • Altro rimedio efficace consiste nella pulizia, oltre che dei denti anche della lingua. Ecco perché ultimamente si trovano in commercio anche degli appositi spazzolini pulisci-lingua.

Come capire se abbiamo l’alito cattivo?
Ci sono alcuni modi che ci consentono di verificare eventuale problema di alitosi.

  • Tra i trucchi più comuni abbiamo quello della classica posizione della “mano a coppa”: se respirandoci dentro e successivamente annusando, avvertiamo del cattivo odore, sicuramente non saremo gli unici ad accorgersene.
  • Ma c’è anche un altro metodo; in aiuto ci viene il filo interdentale usato: basta usarlo non per pulire i denti ma per appurare il grado di cattivo odore del nostro alito. Se, dopo averlo passato tra i denti ed annusato, l’odore risulta sgradevole, di sicuro abbiamo l’alito cattivo
  • Altro metodo consiste nel passare la lingua sul dorso della mano pulita e senza profumo; se annusando dopo 1 minuto avvertiamo cattivo odore anche il nostro alito non sarà da meno.

Per maggiore approfondimento vi consigliamo la lettura dell’articolo “Alito cattivo, rimedi naturali”

Pubblicato da Anna De Simone il 8 gennaio 2015