Ricoveri per polli, consigli

Chi ha a disposizione un grosso giardino, non deve lasciarsi scappare la possibilità di avviare piccoli allevamenti per l’autoconsumo. Allestire o acquistare un ricovero per polli è la base preliminare per iniziare una qualsiasi attività di allevamento degli avicoli. E’ proprio in quei ricoveri che le galline ovaiole deporranno le uova!

In primis bisogna considerare la quantità di galline che vogliamo allevare. Per ospitare un gruppo di 10 pollastre e un gallo, è sufficiente un pollaio di dimensioni minime, 4 metri quadrati, dunque andrà bene un box con base di 2×2. Un ricovero di queste dimensioni può ospitare agiatamente 12 pollastre.

Quanto costano i ricoveri per polli?
Il prezzo dell’allestimento di un ricovero per polli può oscillare molto in base alle tecnologie scelte e alle dimensioni. Alcuni allevatori costruiscono ricoveri con finestroni, kappe e caminetti per il controllo dell’umidità e per la prevenzione delle malattie. Avere un caminetto è sicuramente comodo perché ci consentirà di diminuire la manutenzione al pollaio ma è una scelta che richiede un costo.

Sul mercato sono disponibili ricoveri per polli a prezzi molto accessibili. Per esempio, un Pollaio Tabec, modello 58/E1, composto da una rete e una lamiera, capace di ospitare 10 galline ovaiole, costa all’incirca 280 euro. La stessa casa produttrice, propone un ricovero per polli in lamiera e rete zincate, completo di abbeveratoio, mangiatoia e posatoi nido, il pollaio in questione può ospitare 20 galline ovaiole ed è strutturato per garantire il minimo ingombro con una struttura triangolare. Tale modello, il 58/B1, costa all’incirca 600 euro. Vi sono soluzioni anche più economiche, per esempio, il modello per 7 galline ovaiole, costa circa 180 euro. I prezzi dei ricoveri per polli aumentano se si scelgono soluzioni in legno che sono esteticamente più caratteristiche.

I ricoveri per polli possono essere allestiti anche sfruttando vecchi mobili, porte e finestre. L’importante è garantire agli animali lo spazio vita necessario, una buona areazione e il cambio puntuale della lettiera per evitare l’insorgenza di malattie. Molti contadini allestiscono ricoveri per polli unendo semplicemente della paglia con delle travi in legno ricavate da vecchi infissi.

Ricoveri per polli, le proposte del mercato

Dove comprare un pollaio? Potete recarvi presso negozi specializzati o affidarvi alla compravendita web. Per farvi un’idea sui prezzi e i modelli vi segnalo la pagina di Amazon: Pollai e ricoveri per polli. Per scegliere bene le dimensioni del pollaio, tenete presente che per ogni metro quadrato potrete allevare non più di 4 galline.

Quanto costa un pollaio? Vi riportiamo l’esempio di un buon pollaio al prezzo è di 270 euro che essendo rialzato e in ferro, è molto facile da pulire e aiuta a garantire buoni livelli d’igiene, indicati soprattutto se il pollaio dovrà essere collocato non troppo distante dalle abitazioni. Questo ricovero per polli è compatto e con mangiatoia inclusa, abbeveratoio automatico già predisposto (con serbatoio) così come il nido per ovaiole già presente nel ricovero. Il pollaio è zincato quindi estremamente resistente alle intemperie. Con i suoi accessori inclusi, il pollaio è pronto all’uso. Le dimensioni di 145 x 112 cm lo rendono adatto a ospitare 4-5 galline, quindi non adatto per chi desidera allevamenti più consistenti.

Attenzione: permessi, ASL e vicini di casa

Non sono necessari permessi da richiedere all’ASL per avviare un piccolo allevamento di polli o galline ovaiole se la quantità di capi da allevare è inferiore a 10. L’unico obbligo è quello di mantenere il pollaio in perfette condizioni igieniche e di allestirlo a una distanza di almeno 10 metri dall’abitazione del vicino di casa. Per i ricoveri per polli visti in questa pagina non sono necessari permessi da chiedere al comune, tuttavia, chi vuole costruire un pollaio in muratura con pavimentazione di cemento dovrà eseguire la consueta segnalazione di inizi lavori al comune di residenza o accordarsi su eventuali permessi per i lavori edili.

La rubrica sulle galline ovaiole:

Primo Appuntamento: il ricovero, il mangime, le uova
Secondo Appuntamento: la temperatura, la produzione, il pascolo libero
Terzo Appuntamento:  come iniziare un allevamento di galline

Pubblicato da Anna De Simone il 20 gennaio 2013