Riciclaggio cellulari

Diamo valore ai nostri vecchi cellulari. Non importa se si tratta dei più nuovi smartphone o di un vecchio Nokia 3310, non importa neanche se il cellulare è funzionante o totalmente morto. Ciò che conta è il principio: i rifiuti elettrici devono essere riciclati e nel web ci sono vari portali che ci danno questa possibilità, tra questi, oggi, vi presenteremo il celluvale.

Ragazzi! Setacciate nei cassetti, nell’armadio e nelle cristalliere.
Aprendo questa caccia sono riuscita a scovare ben 16 cellulari dimenticati. Il boom dei cellulari è scattato poco più di 10 anni fa e con l’avvento del display a colori, è stato impossibile riuscire a vendere il vecchio Samsung a scocca, così è finito nel dimenticatoio insieme ad altri cellulari inutilizzati.

Riciclare il cellulare non è una forma di guadagno, ma alleggerirà i vostri cassetti e la vostra coscienza ambientale. Il portale Celluvale.it valuta il vecchio cellulare fino a 300 euro, certo, questo solo se si tratta di uno smartphone di ultima generazione. Per i cellulari più anziani, le stime sono tragiche:
un Siemens S55 funzionante è valutato 1 euro, non funzionante, 0,50 euro.
Un Nokia N70 può essere riciclato con un compenso di 4 euro.
Un Samsung E250 per 3 euro, non funzionante, un euro.

A meno che non organizzate una raccolta di cellulari nel vostro quartiere, il riciclaggio di cellulari non vi darà modo di guadagnare ma vi aiuterà a smaltire correttamente il vostro vecchio cellulare che, troppo spesso, finisce in discarica tra i rifiuti indifferenziati.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo sui “Cellulari ricondizionati: dove acquistarli in sicurezza

Pubblicato da Anna De Simone il 15 agosto 2012