Pulire i metalli con prodotti naturali

pulire-metalli

Posate, gioielli, argento, rame, ottone, oro, alluminio… non esiste oggetto di metallo che non possa essere pulito e lucidato senza rischi per la salute con sostanze e prodotti naturali ecologici, molti dei quali si trovano già nella dispensa di casa. Per pulire i metalli non servono detergenti chimici aggressivi, quasi tutti a base di ammoniaca e acido solforico, e non servono guanti e mascherine per difendersi dai vapori tossici e dalle irritazioni alla pelle. Vediamo come.

Per pulire il metallo delle comuni posate basta mettere un foglio di carta d’alluminio in una padella, coprirlo con 5-8 cm di acqua e aggiungere alla fine un cucchiaino di sale e uno di bicarbonato di sodio. Dopo aver fatto bollire l’acqua vi si immergono completamente le posate, si fanno bollire per 3-3 minuti, si tolgono, si sciacquano e si asciugano. Provare per credere.

Per la pulizia dell’argento, in particolare dei gioielli, si riveste a metà con la carta d’alluminio una brocca di vetro, si aggiunge un cucchiaio di sale e si riempie con acqua. A questo punto si immergono i gioielli e dopo 2-3 minuti li si risciacqua e li si asciuga. Perché questo sistema di pulire i metalli dia buoni risultati è necessario che la brocca rimanga coperta e protetta dalla luce.

Per pulire rame e ottone si prepara un impasto di succo di limone e sale, oppure per pulire questi metalli si usa uno spicchio di limone imbevuto di bicarbonato o aceto bianco caldo e sale. Si può usare con ottimi risultati anche il succo di pomodoro caldo.

Anche pulire sua maestà l’oro senza ricorrere alla chimica aggressiva è una sfida più facile di quanto si pensi. Ottima è per esempio una soluzione fatta di sapone di Marsiglia liquido con l’aggiunta di un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Come per gli altri metalli, anche per l’oro gli oggetti vanno risciacquati e asciugati con cura dopo l’operazione di pulizia.

Per la pulizia degli oggetti in alluminio si può usare un preparato fatto di alcol e olio d’oliva in proporzioni uguali, da passare sugli oggetti con un panno morbido. L’alternativa è semplice bicarbonato di sodio sciolto in acqua calda; per asciugare si può usare carta di giornale. Se gli oggetti di alluminio sono pentole, dopo averle pulite da ogni possibile sporco di cucina si può tirarle lucide con succo di limone.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Michele Ciceri il 17 agosto 2013