Premio Natura 2014: i magnifici nove

premio-natura-2014

Ecco i 9 vincitori del Premio Natura 2014 selezionati da un campione di 10mila italiani e da un Comitato Scientifico sulla base dei requisiti ambientali. In 6 casi si tratta di prodotti apprezzati per la provenienza delle  materie prime e la qualità dei processi produttivi, 3 sono Enti Pubblici valutati per il loro operato. Tutti e 9 i vincitori possono ora utilizzare il marchio Premio Natura 2014 per distinguersi sul mercato e come riconoscimento pubblico del buon operato ambientale.

I prodotti vincitori sono: il Detergente multiuso BimBIo di Flora Srl; il modello economico FADA Fedeltà Amica dell’Ambiente MrPack di Keo project Soc. Coop.; la Felpa double cappuccio – 2 strati – certificata GOTS di Naturale Srl; l’Olio per masaggi all’arnica di Weleda; la Sant’Anna Bio Bottle di Fonti Vinadio; e il Sistema Integrato Mylos per l’efficienza energetica nel residenziale di ABB Spa.

Gli enti pubblici premiati: il Comune di Agerola (Napoli) che in un solo anno a partire dal luglio 2012 ha portato la raccolta differenziata dei rifiuti dal 25% al 77%; il Comune di Prato allo Stelvio (Bolzano) per i risultati raggiunti nello sviluppo delle fonti enegetiche rinnovabili con vantagi tangibili per i cittaini-utenti; il Comune di Varese Ligure (La Spezia) per aver raggiunto l’efficienza energetica sfruttando l’eolico e il fotovoltaico.

Sui prodotti e sui Comuni virtuosi del Premio Natura 2014 si sono espressi 10mila cittadini-consumatori-utenti italiani attraverso l’indagine condotta dalla società Green Intelligence. Successivamente un Comitato Scientifico composto da docenti universitari e giornalisti specializzati ha valutato i requisiti delle candidature sulla base dei criteri contenuti nel regolamento del premio.

Detergente multiuso BimBio è un prodotto preparato con tensioattivi eudermici derivati da zuccheri naturali e contiene una miscela di oli essenziali naturali puri al 100%. I componenti sono tutti di origine vegetale e ricavati da risorse rinnovabili (olio di cocco o amido di mais) a ridottissimo impatto ambientale. Bioegradabile, è esente da sotanze biopersistenti o nocive per l’ambiente.

FADA Fedeltà Amica dell’Ambiente MrPack è un innovativo modello economico finalizzato alla riduzione (documentabile) delle emissioni di CO₂ basato sull’incentivazione dei comportamenti virtuosi dei cittadini. Il vantaggio finale è colletivo e si traduce in un incremento della raccolta differenziata degli imballaggi di plastica, vetro, alluminio e altri riciclabili.

Felpa double cappuccio a 2 strati certificata G.O.T.S. è un capo di abbigliamento naturale unico realizatto accoppiando 2 strati di lana e cotone certificati secondo il Global Organic Textile Standard. Calda, traspirante, anallergica e performante ma senza tessuti sintetici, questa felpa è completamente italiana e restiuisce slancio alla filiera tessile della tradizione. Le materie prime provengono da agricoltura sostenibile ed etica e la produzione ha un impatto minimo.

Olio per massaggi all’arnica di Weleda è prodotto con più del 95% di ingredienti bio e in particolare l’arnica montana unita unita alle foglie di betulla. Che le proprietà dell’arnica siano apprezzate anche da massagiatori e fisioterapisti non è una novità, la particolarità di questo prodotto è la provenienza delle materie prime solo da coltivazione biologica, biodinamica o da raccolta spontanea certificata.

Sant’Anna Bio Bottle vince il Premio Natura per il secondo anno consecutivo per essere la prima acqua minerale imbottigliata e commercializzata in un contenitore realizzato con il biopolimero Ingeo™ ricavato dalla fermentazione degli zuccheri vegetali. Il vantaggio per la collettività è che il contenitore è compostabile e può essere essere inserito nella raccolta differenziata dell’organico-umido.

Sistema integrato Mylos per l’efficienza energetica è un sistema che consente il monitoraggio e la gestione di tutto l’impianto elettrico di casa e dei sistemi o dispositivi che a esso sono collegati. Il vantaggio è misurabile in termini di efficienza che si traduce in minori consumi e di conseguenza in un risparmio in bolletta. Il vantaggio collettivo è legato al fatto che attualmente in Italia il settore residenziale assorbe il 20% dei consumi totali di energia e le potenzialità di risparmio sono elevate.

Comune di Agerola ha concretizzato una serie di iniziative ambientali tra cui l’adozione del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile), l’installazione di una Casa dell’Acqua e, soprattutto, la riduzione di oltre 260 tonnellate di rifiuti non differenziati rispetto al dato comunale del 2011.

Comune di Prato allo Stelvio ha reso possibile coprire l’intero fabbisogno energetico comunale (1600 utenze elettriche, 580 termiche e 250 di Tlc) attingendo a un mix di fonti (dal fotovoltaico all’eolico, alle biomasse, al mini-idro) provenienti da 18 diversi impianti dislocati sul territorio. Il vantaggio collettivo è quantificabile in una riduzione del 27% nella bolletta elettrica e del 62% nel riscaldamento. Per questo motivo il Comune ha vinto anche il premio Comuni Rinnovabili 2013 di Legambiente. L’obiettivo è stato raggiunto con la collaborazione della Cooperativa E-Werk Prad.

Comune di Varese Ligure ha raggiunto l’invidiabile primato dell’autosuficienza energetica attraverso l’eolico e il fotovoltaico e ora ha un surplus di energia elettrica prodotta che vende all’Enel. L’Amministrazione comunale ha inoltre deciso di valorizzare la produzione biologica agricola e casearia puntando sul coinvolgimento di tutti i cittadini e in particolare dei giovani. Queste attività hanno fatto di Varese Ligure il primo Comune europeo a ottenere una certificazione ambientale.

Vai al sito del Premio Natura 2014

Pubblicato da Michele Ciceri il 30 gennaio 2014